Passa ai contenuti principali

Contro Video. Assalto al Campidoglio degli Stati Uniti d'America. Irruzione


La folla è diventata violenta subito dopo le 14:00 e verso le 14:15, orario d'arrivo di altri manifestanti, le barricate attorno al perimetro dei terreni, presidiate dalla polizia, furono violate. La sicurezza del Campidoglio consigliò ai membri del Congresso di mettersi al riparo. Quando i rivoltosi iniziarono ad assaltare la struttura governativa e altri edifici adiacenti, alcuni furono evacuati e bloccati, ma i rivoltosi oltrepassarono i controlli di sicurezza entrando nel Campidoglio, inclusa la National Statuary Hall. Al momento dell'interruzione, la sessione congiunta del Congresso stava votanto per accettare i voti elettorali dall'Alabama e dall'Alaska. La sessione congiunta si è quindi divisa in modo che ciascuna camera potesse discutere separatamente e quindi votare un'obiezione all'accettazione dei risultati certificati della lista degli elettori dell'Arizona sollevata dal rappresentante Paul Gosar e firmata dal senatore Ted Cruz del Texas. Dopo aver violato il perimetro di sicurezza, la maggior parte dei rivoltosi è semplicemente entrata a piedi nel Campidoglio, altri hanno usato funi e scale improvvisate, rotto le finestre e spruzzato agenti chimici sugli agenti. Alcuni dei rivoltosi erano in possesso di bandiere confederate, emblemi nazisti, e indossavano indumenti antisommossa come elmetti e giubbotti e tenute militari. Fuori dall'edificio la folla si è scagliata contro la polizia, forando le ruote di un veicolo e lasciando un biglietto con scritto "PELOSI IS SATAN" sul parabrezza.

Commenti

Post popolari in questo blog

📷 Servizi Fotografici: Rionero. Inaugurazione Centro Fitness RF TRAINING (2 Ottobre 2021)

 

📷 Servizi Fotografici: Pro-Loco Ruvo del Monte. Presentazione del libro "L'Angolo di Armando" (13 Novembre 2021)

 

📰 Appuntamenti in primo Piano: 4^ Edizione DiVini Libri Chiacchierata con l'Autore - Città di Eboli. Presentazione del libro “Il Monolite” di Paolo Itri

Eboli . Il 13 novembre, alle ore 18:00, presso Bistrot Patù, ci sarà la presentazione del libro “Il Monolite – Storie di camorra di un giudice Antimafia”, edito dalla casa editrice Piemme, nell'ambito della Rassegna Letteraria DiVini Libri Chiacchierata con l'Autore. L'autore Poalo Itri, di origine Cilentane, nel suo libro ci racconta, attraverso le sue esperienze lavorative da magistrato, di quanto la Camorra può essere pericolosa. Il Palazzo di Giustizia napoletano è il più grande d'Italia, e probabilmente del mondo. Dopo anni trascorsi tra le sue mura, per il giudice Paolo Itri l'impressione è ancora quella di trovarsi di fronte al «monolite» di 2001. Odissea nello spazio. Un caos labirintico in cui ogni giorno si scrivono nuove pagine della tragedia e della commedia umana, un avamposto da cui Itri, con gli altri magistrati della Direzione distrettuale antimafia di Napoli, ha condotto per lungo tempo la tormentata battaglia dello Stato contro la camorra