Passa ai contenuti principali

Eventi 2020: Potenza. UNPLI Basilicata presenta: Lucanum, le carte da gioco della Basilicata

 
 
Potenza 9 Ottobre 2020. 
Nella fantastica cornice del Museo archeologico nazionale della Basilicata di Potenza ecco arrivare le “nuove” carte Lucanum, carte francesi ripensate in chiave lucana per valorizzare il nostro fantastico territorio. La presentazione moderata dalla giornalista Emanuela Calabrese, alla presenza delle istituzioni regionali e locali, avrà luogo a Potenza alle ore 17.30 Venerdì 9 ottobre presso la Sala del Cortile del Museo Archeologico Nazionale della Basilicata “Dinu Adamesteanu”, con gli interventi di Rocco Franciosa presidente regionale Pro Loco Unpli Basilicata, Pierfranco De Marco, Consigliere Nazionale Unpli Basilicata, Vito Santarcangelo amministratore della PMI innovativa iInformatica e ideatore del progetto ed Alessandro D’Alcantara, grafico innovativo della società iInformatica e artista del progetto. Valorizzare la nostra terra con il suo patrimonio materiale e immateriale, culturale, storico e ambientale – sottolinea Rocco Franciosa Presidente regionela Pro Loco Unpli Basilicata – è la mission alla base della sinergia fra Lucanum, progetto di valorizzazione territoriale della PMI innovativa iInformatica S.r.l.s. e il mondo del volontariato delle Pro Loco che ha visto già la realizzazione del gioco da tavola Lucanum con le Pro Loco della Basilicata che ha riscontrato notevole successo. Le carte – afferma Vito Santarcangelo, amministratore PMI innovativa iInformatica – declinano fra semi e figure elementi caratteristici di Avigliano, Ferrandina, Grumento Nova, Matera, Montescaglioso e Potenza insieme al metapontino con la fragola candonga e agli incantevoli boschi lucani del pollino e appennino con i prodotti del sottobosco. Oltre alla presentazione del progetto ci sarà la consegna ufficiale di una scatola ad ogni Pro Loco Unpli della Basilicata.

Commenti

Post popolari in questo blog

Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Il ferro battuto di Pietro Lettieri

Arte e cultura: da Rapone a Londra e Dubai    Rapone. L’idea nasce da Marianna Pinto, una giovane manager di Rapone, da alcuni anni attiva con una grande azienda a Londra. Gira molto per l’Europa e non soltanto, dopo gli studi svolti a Bologna. E’ dunque intenzionata ad esportare il made in Italy, in particolare “una antica arte m a allo stesso tempo nuova che in Italia sta scomparendo: sculture e quadri ed elementi di interior design in ferro battuto.” Il fulcro della galleria e un artigiano/artista di Rapone, Pietro Lettieri in arte Pie.

📰 Segnalazioni in Primo Piano: LA DOTT.SSA STEFANIA LAMANNA: PEDIATRA E SCRITTRICE

La dottoressa Stefania Lamanna rappresenta da tantissimi anni un punto di riferimento importante nel mondo della Pediatria dell’intera zona del Nord Basilicata. Svolge la sua professione con competenza e professionalità dal 1993, assistendo all’evoluzione generazionale di tutti i bambini e delle mamme mettendo a confronto l’epoca precedente e questa, denotando tante differenze sorprendenti, riferisce infatti di aver notato, nella società attuale, una prevalenza di digitalizzazione (soprattutto sotto l’aspetto dei social) piuttosto che aggregazioni interpersonali più partecipate e più vive. Con tutta se stessa si è sempre prodigata in prima persona per curare i bambini in maniera dettagliata, attenta, e soprattutto per ‘’educare’’ le mamme per quanto riguarda l’approccio psicologico, di educazione ed abitudine dei lori figli. La dott.ssa Lamanna sottolinea l’importanza di seguire oculatamente i bambini da 0 a 16 anni circa, affermando che secondo il suo parere professionale ogni

LA VULTUR RIONERO IN IMMAGINI

Un volume di Pasquale De Nicola illustra la storia e gli eventi dal 1920 al 2000 Un pregevole quasi “almanacco calcistico” del sodalizio Vultur Rionero. Questo l’interessante volume dal titolo “ L’orgoglio e la passione bianconera” che ha come sottotitolo “ Storia, immagini, documenti del calcio rionerese dal 1920 al 2000”, autore Pasquale De Nicola, presentato nei giorni scorsi presso il Centro Sociale “Pasquale Sacco”di Rionero alla presenza di un foltissimo pubblico di ex giocatori, ex allenatori, ex dirigenti, oltre che di tifosi e sportivi giovani e meno giovani.