Passa ai contenuti principali

Segnalazioni in Primo Piano: ''Pillole, storie in agrodolce di pazienti e di pazienze" di Michele Libutti

 

''Pillole, storie in agrodolce di pazienti e di pazienze" è stata la prima esperienza letteraria ottimamente riuscita del dott. Michele Libutti, stimatissimo medico generico in pensione di Rionero in Vulture e scrittore di pregevoli e svariate pubblicazioni. 
La trama di questo libro è sostanzialmente incentrata sulle vastissime esperienze personali che Michele Libutti ha avuto modo di vivere intensamente con i suoi pazienti, durante la lunga e brillante carriera di medico. Tutti i racconti sono concisi, monoepisodici, caratterizzati da un linguaggio molto accattivante, un linguaggio a tratti ironico, che dopo le riflessioni conseguenti alla lettura attenta, provoca un sorriso piacevole. In alcuni passaggi dei racconti, le conclusioni tratte appaiono relativamente pungenti, per esaltare le svariate caratteristiche dell'essere umano, che mai si identifica in un solo ruolo e quindi esprime un'illogicità che è tipica dell'umanità. L'autore si focalizza molto sugli aspetti psicologici ed inconsci dei personaggi e quindi dei suoi pazienti, che spesso minano la sua pazienza per via di una serie di richieste disparate e bizzarre o addirittura atteggiamenti fuori luogo o senza senso. Spicca con molta nitidezza e chiarezza la sua volontà di andare oltre le apparenze di chi gli si presenta, quindi viene espressa palesemente la sua tendenza a non giudicare o denigrare nessuno rimanendo fedele alla serietà ed alla discrezione che lo caratterizzano come dottore, nonostante la sua calma possa essere stata messa a dura prova dalle infinite richieste apparentemente infondate ed anche notturne dei suoi pazienti. Questo ottimo lavoro è dunque uno spunto di riflessione anche (e soprattutto) per guardarsi dentro, concentrandosi sui tanti aspetti contraddittori e criptici di noi esseri umani: il viaggio meraviglioso che ognuno di noi compie all'interno di sé stesso è sinonimo di percorrenza dello splendido viaggio della vita e nella vita, che offre a tutti la possibilità di appassionarsi alla conoscenza del mondo e dell'umanità con le proprie diversità ed anche le sue bizzarrie! Il dott.Michele Libutti ha avuto modo di toccare con mano tutto questo e ci ha regalato con questo lavoro la saggezza per trarre spunto nella quotidianità e il divertimento allo stesso tempo perché come diceva Charlie Chaplin:"Un giorno senza un sorriso è un giornoperso" Un feedback proficuo, dunque. 
 
Carmen Piccirillo.

Commenti

Post popolari in questo blog

📰 Segnalazioni in Primo Piano: ‍A MARATEALE IN ARRIVO NANCY BRILLI, LUCIA OCONE, CINZIA TH TORRINI E GIOVANNI ALLEVI

Nancy Brilli, Lucia Ocone e Cinzia TH Torrini riceveranno un riconoscimento nel corso della tredicesima edizione di “Marateale - Premio internazionale Basilicata”, che si terrà dal 27 al 31 luglio nella splendida location dell’hotel Santa Venere a Maratea. Per le due attrici, Brilli e Ocone, si tratta della prima volta alla Marateale, dove verranno premiate per la loro lunga e trasversale carriera mentre per la regista Cinzia TH Torrini si tratta di un gradito ritorno. “Sono felice che Lucia Ocone e Nancy Brilli abbiano accettato il nostro invito, perché noi di Marateale ci teniamo a premiarle per il loro essere così camaleontiche, visto che da anni riescono a ricoprire con disinvoltura sia ruoli divertenti che drammatici con eguale credibilità in film e fiction di enorme successo” dichiara Antonella Caramia, presidente dell'associazione Cinema Mediterraneo che organizza la kermesse, che aggiunge: “A completare questo tris di donne c’è Cinzia TH Torrini, amica di vecchia data dell

‍📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Rionero in Vulture senza cinema e teatro, dopo 150 anni

Una comunità, senza una sua piazza-agorà e senza un teatro, annienta ed annichilisce una storia che ha quasi tre millenni, ed è indegna di chiamarsi tale. Non è comunità, ma congerie irrilevante di case e di abitanti. E’ l’amara considerazione che scaturisce all’interno comunità di Rionero in Vulture, che da quasi un decennio non ha più un suo cinema né teatro. Nonostante tutto, il CineClub “De Sica” Cinit - che abbiamo fondato da quasi un trentennio - non smette le proprie attività di cultura cinematografica, compiendone almeno una quarantina ogni anno, non solo nella città fondativa. Si utilizzano sale di “fortuna” (centro Anziani, giovanile parrocchiale) adibendole alla bisogna, oppure realizzando proiezioni in arene d’estate (come a Monticchio) o in atri storici (Giardino palazzo Fortunato). “Portatori sani di bellezza” definisce il sociologo De Masi chi diffonde cultura. 

📕 Autori: Madonna del Carmelo... preghiera in versi di Vito Coviello

16 luglio, Madonna del carmelo...   madonna mia,  madre mia divina,  tu dall'alto del mondo ci proteggi tutti,  tu dall'alto del monte proteggi noi lucani,  tu dalla civitas sei di Matera patrona,  tu, agli aviglianesi tanto cara,  dal sacro monte proteggi il popolo tutto,  che in te confida,  nostra celeste mediatrice  verso il Signore padre nostro.  Madonna mia, madre mia,  ti chiameranno Bruna,  ti chiamerranno Annunziata, Addolorata ed Assunta,  ma per me,  nato alle pendici del Carmelo  e sotto il tuo mantosei la madonna del Carmine  protettrice di tutti gli aviglianesi nel mondo.  Maronna mia oggi, 16 luglio,  come da sempre,  le nostre mamme terrene,  a te vengono, a piedi scalzi,  e con in testa il cinto di candele  e fiori addobbati,  per rinnovare il patto  e mettere noi tutti sotto il tuo manto addobato di stelle.....   Vito Coviello,