Passa ai contenuti principali

đź“° Emozioni di Giani Donaudi: LA SCOMPARSA DI GIOSE RIMANELLI

 

Apprendiamo solo ora che il 6 gennaio del 2018 è mancato a Lowel nel Massachusset lo scrittore GIOSE RIMANELLI, nato a Casalcalenda ( Campobasso) nel 1925 da padre molisano e madre italo- canadese.

Il giovane Giose ebbe una vita travagliata e avventurosa, dopo aver passato qualche anno in seminario con l' intenzione di farsi prete.

Alla fine del 1943 scappò di casa per andare al nord e arrivò a Milano, dove, forse al di là delle sue stesse intenzioni, si ritrovò arruolato in un reparto speciale della G.N.R.(Guardia Nazionale Repubblicana) della R.S.I. e combatté in Valsesia contro i partigiani delle Brigate " Garibaldi" comandate da CINO MOSCATELLI.
Scampato allo sbranamento primaverile(espressione di FRANCESCO DE GREGORI) venne catturato dagli Alleati e imbarcato su un treno che avrebbe dovuto portarlo a Napoli e di quì caricato, con i suoi commilitoni, su di una nave destinata a condurlo nei campi di prigionia nel deserto algerino.
Ma Giose, prima di arrivare nel capoluogo partenopeo, riuscì a scappare e se ne tornò al paesiello natìo dove dopo essere stato nascosto per breve tempo poté circolare liberamente, grazie anche al fratello, cameriere di un ufficiale americano e che vestiva l' uniforme dei Marines.

La sua vicenda bellica è narrata nel suo romanzo autobiografico TIRO AL PICCIONE( Mondadori 1953 / Einaudi 1991 ), da cui il regista di sinistra GIULIANO MONTALDO( autore tra gli altri anche di "Sacco e Vanzetti" , " Giordano Bruno" e " Tempo di Uccidere" , tratto quest' ultimo da un lavoro di ENNIO FLAIANO) , realizzò , nel 1961, l' omonimo film, interpretato da JACQUES CHARRIER( l' ex marito di BRIGITTE BARDOT ), SERGIO FANTONI( come sempre nei panni dell' ufficiale ) , ELEONORA ROSSI DRAGO( nella parte della crocerossina, in uno scenario  che ricorda un pò "Addio alle armi " di ERNEST HEMIGWAY), FRANCISCO RABAL e (poteva mancare?) l' irriducibile GASTONE MOSCHIN.

Nel dopo guerra Giose , come i Fratelli VIVARELLI, ENRICO LANDOLFI , CARLO MAZZANTINI( padre di Margaret) , l' anziano STANIS RUINAS  e tanti altri con una simile storia, non volle sclerotizzarsi in nostalgie per il passato e si recò a Roma dove cominciò a frequentare ambienti intellettuali, dove erano presenti diversi personaggi di sinistra ( tra cui il suo  corregionale FRANCESCO JOVINE ) , i quali non gli fecero mai pesare il passato , come non trovò rinfacci ( neppure da ex partigiani come ANGELO DEL BOCA e GIORGIO BOCCA ) a Torino, dove venne assunto  al quotidiano della sinistra cattolica " La Gazzetta del Popolo" .

Qualche tempo dopo si trasferì in Canada dove aveva diversi parenti...
Da qui fece un pò la spola tra il Canada e l' Italia . Dopo il successo di " Tiro al piccione", Giose Rimanelli scrisse altri libri tra cui "Il mestiere del furbo " ( 1959) e " Biglietto di terza"(Mondadori 1958) e curò una breve antologia di  antichi testi  quale  " Monaci d' Amore Medioevali" ( Trevi, Roma, 1967 ) dove riporta  scritti di monaci in veste piĂą di gaudenti che non di vera vocazione religiosa, ammesso poi  che tra le due cose ci fosse  così tanta inconciliabilitĂ  ( FRA DOLCINO non era ateo eppure ebbe una bella storia d' amore con la sua compagfna MARGHERITA fino al loro estremo sacrificio) . Scrisse anche commedie e il balletto " Tè in casa Picasso ,il corno francese, Lares ( "Il Dramma" Torino, 1961) . Nel 1966 è stato tra gli autori di " Modern Canadian Stories "(Ryerson Press, Toronto ) . I suoi romanzi vennero tradotti in varie lingue ( e persino in paesi del "socialismo reale"  come la  Romania e la Yuguslavia) . Il suo nome apparve anche tra il " c a s t " del film " Suor Letizia " di MARIO CAMERINI .

Anche il giornalismo ebbe una parte rilevante nella sua vita. A parte l' esperienza della " Gazzetta del Popolo" , Giose scrisse diverse volte sul mensile " erotico- intellettuale" "Playmen, ( fondato dalla "radical-socialista" ADELINA TATTILO ) che a dispetto di tanti bacchettoni di DX e di SX non lo si poteva certo definire come puro e semplice " porno ", visto che ad esso collaboravano rilevanti e meno  figure di intellettuali di varia estrazione : UGO e LEONARDO SCIASCIA, FRANCO VALOBRA, EMILIO SERVADIO ( psicoanalista e negli anni ' 30 facente parte dei Gruppi di Ur di Magia ) , UGO MORETTI, LUIGI DE MARCHI ( il biografo di WILLHEM REICH ) , ENRICO DE BOCCARD( che nei primi mesi del 1970 intervistò per " Playmen " il filosofo della destra JULIVS EVOLA) ) , MARIO GANDINI ( l' A. de " La caduta di Varsavia" edito da Longanesi) , PIERO VIVARELLI  e altri -

In una sua foto degli anni ' 70 pubblicata da "Playmen " , Giose  sembra quasi  la controfigura di ALAN GINSBERG della " Beat Generation " , quella corrente esistenzialista ( GREGORY CORSO, JACK  KEROUAç , FERLINGHETTI e altri ) del dopoguerra che mostrava insofferenza verso la mediocre vita borghese e conformista, ma che non seppe andare al di lĂ  della musica, del sesso, delle droghe  e delle " ciucche " , e spesso autolesionandosi( Kerouaç sarebbe morto di cirrosi epatica ) , cosa che piĂą tardi sarebbe capitata anche a tanti " fricchettoni" , " ecce-bombi " , " cretini col K " come li definì GIANPIERO MUGHINI, dopo il ' 77 -

Fino a pochi anni fa, Giose veniva una volta all' anno nel suo Molise, recandosi spesso sulla spiaggia di Termoli come nella stessa spiaggia  un molisano emigrato a Thoronto ci disse .

Da molti anni Giose si era trasferito negli $tate$ dove era diventato docente universitario

La morte di Rimanelli è stata una notevole perdita per la cultura  " irregolare " e non-schematica italiana, europea  e americana....



Commenti

Post popolari in questo blog

Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Il ferro battuto di Pietro Lettieri

Arte e cultura: da Rapone a Londra e Dubai    Rapone. L’idea nasce da Marianna Pinto, una giovane manager di Rapone, da alcuni anni attiva con una grande azienda a Londra. Gira molto per l’Europa e non soltanto, dopo gli studi svolti a Bologna. E’ dunque intenzionata ad esportare il made in Italy, in particolare “una antica arte m a allo stesso tempo nuova che in Italia sta scomparendo: sculture e quadri ed elementi di interior design in ferro battuto.” Il fulcro della galleria e un artigiano/artista di Rapone, Pietro Lettieri in arte Pie.

đź“° Segnalazioni in Primo Piano: LA DOTT.SSA STEFANIA LAMANNA: PEDIATRA E SCRITTRICE

La dottoressa Stefania Lamanna rappresenta da tantissimi anni un punto di riferimento importante nel mondo della Pediatria dell’intera zona del Nord Basilicata. Svolge la sua professione con competenza e professionalitĂ  dal 1993, assistendo all’evoluzione generazionale di tutti i bambini e delle mamme mettendo a confronto l’epoca precedente e questa, denotando tante differenze sorprendenti, riferisce infatti di aver notato, nella societĂ  attuale, una prevalenza di digitalizzazione (soprattutto sotto l’aspetto dei social) piuttosto che aggregazioni interpersonali piĂą partecipate e piĂą vive. Con tutta se stessa si è sempre prodigata in prima persona per curare i bambini in maniera dettagliata, attenta, e soprattutto per ‘’educare’’ le mamme per quanto riguarda l’approccio psicologico, di educazione ed abitudine dei lori figli. La dott.ssa Lamanna sottolinea l’importanza di seguire oculatamente i bambini da 0 a 16 anni circa, affermando che secondo il suo parere professionale ogni

đź“° Segnalazioni in Primo Piano: Intervista al musicista rionerese EDOARDO CARDONE

Edoardo Cardone, musicista 29enne di Rionero in Vulture, ha un vasto excursus artistico-musicale: A 12 anni inizia a studiare chitarra classica con il maestro Dino Rigillo; successivamente abbandona gli studi classici e si dedica allo studio della chitarra elettrica da autodidatta; nel 2010 studia armonia, ear-training e solfeggio con la maestra Lisa Preziuso; nel 2012 inizia il percorso di studi presso il Modern Music Insitute dove studia chitarra moderna ad indirizzo Rock/Fusion con il maestro Mirco Di Mitrio ed il presidente Alex Stornello approfondendo lo studio della chitarra elettrica, armonia avanzata a 360° e contemporaneamente studia HD recording con Andrea Pellegrini e Davide Rossi; nel 2018 si diploma al Modern Music Institute con il massimo dei voti; diventa insegnante abilitato MMI INTERNATIONAL e i suoi corsi di chitarra si svolgono presso la scuola di musica Rockin’Rio a Rionero in Vulture che è l’unico centro abilitato MMI in Basilicata e  la formazione è aperta a tutt