Passa ai contenuti principali

🎥 Sport: Futsal Rionero - Team Scaletta Messina 1-2

 
 
Al ‘’PalaGaudo’’ la Futsal Rionero di mister Portovenero si impone con merito e determinazione per 4-2 sulla vivace formazione siciliana del Team Scaletta Messina al termine di una gara bella, vibrante e agonisticamente valida. Già dai minuti iniziali la Futsal prende in mano le redini del gioco gestendo l’iniziativa e costringendo le siciliane ad arretrare il baricentro per contenere le folate offensive delle scatenate calciatrici bianconere Cerone, Huchitu, Monaco, Laluce e Borraccino.


Dopo varie occasioni mancate e due legni colpiti le rioneresi sbloccano la gara quando Huchitu accelera sulla destra e al momento giusto batte Arrigò con un preciso diagonale rasoterra che si infila sul secondo palo. Subito il gol, le siciliane, tentano una reazione e dopo qualche timido tentativo trovano il guizzo giusto per pareggiare inaspettatamente i conti con Primavera che da ottima posizione appoggia in rete un prezioso suggerimento di Fedele su fallo laterale da destra. Non passa nemmeno un giro di lancette e la Futsal si riporta in vantaggio con Borraccino che corregge in porta da ottima posizione un assist d’oro di Monaco a conclusione di un’azione insistita. Da qui al termine della prima frazione di gara la Futsal tenta più volte la via della rete con vari tentativi che testano i riflessi della brava portiere siciliana Arrigò. Un primo tempo di chiara marca bianconera termina come ovvio con le rioneresi meritatamente in vantaggio per 2-1. La ripresa si apre con l’inatteso pari ospite realizzato da Lottino che, con un tiro dalla lunga distanza, trova la maldestra e sfortunata deviazione a rete di una calciatrice di casa portando il punteggio sul 2-2. La Futsal non ci sta e, scossa dall’inatteso pari siciliano, ristabilisce subito le distanze grazie all’esperta Borraccino che corregge a rete un suggerimento da destra di Laluce e porta lo score sul 3-2 siglando così, la sua doppietta personale. Sulle ali dell’entusiasmo la Futsal chiude la contesa quando da una palla persa dalla calciatrice ospite Fedeli è Laluce a rubare palla e servire un comodo assist alla giovanissima Cerone che con freddezza e cinismo scarica in rete la palla del 4-2 che chiude ipoteticamente la contesa. Il tecnico ospite Cernuto tenta il tutto per tutto inserendo anche il portiere di movimento Rizzo Gr. e la squadra si sbilancia in avanti spinta dalla forza della disperazione ma il portiere di casa Saraceno è sempre attenta e sicura a non farsi sorprendere sui tentativi delle varie Lottino, Cusumano, Cucinotta e Fedeli. E’ invece la Futsal ad andare più volte vicina alla quinta rete con i tentativi di Monaco, Laluce, Cerone, Huchitu, Borraccino e Mazzaro trovando però sempre il portiere ospite Arrigò attenta e reattiva. Al gong finale grande entusiasmo in casa bianconera per questa importante vittoria che consente alla Futsal di salire al 6° posto in classifica al -1 dalla zona playoff. Un obiettivo, quello dei playoff, che appare alla portata del team bianconero del presidente Maulà e che renderebbe ancora più prestigioso tutto quello che di positivo si è realizzato fin qui in questi quattro campionati di fila nel calcio nazionale.
 
Francesco Preziuso (Ufficio Stampa Futsal Rionero)

Commenti

Post popolari in questo blog

📷 Galleria Fotografica: Rotary Club Venosa. Giornate Europee del Patrimonio (26 Settembre 2021)

 

📰 Segnalazioni in primo Piano: LUCE E OSCURITA’ DI CARMEN PICCIRILLO

Mani che sudano, cuore che batte all’impazzata, gambe bloccate. Licia protagonista dell’ultimo libro di Carmen Piccirillo “Luce e oscurità” , Booksprintedizioni, ha provato tutte le sfumature dell’ansia che gli attacchi di panico regalano. Licia è una giovane trentenne di Milano appassionata di giornalismo dalla personalità sensibile e profonda ma anche complessa. Con il suo racconto ci porta nella sua vita, nei suoi ricordi, nelle sue paure. Soffre di disturbo d’ansia che si presenta ogniqualvolta vuole dare una risposta alle situazioni della sua vita. Riavvolgendo il nastro della sua storia l’oscurità della sua anima è cominciata con la morte prematura del padre e altre vicissitudini che ha dovuto vivere. Le “cose” accadono per tutti: eventi, situazioni, alternarsi di stati d’animo, esperienze, sorprese. Ognuno di noi attribuisce un significato differente alle cose che accadono e ognuno di noi reagisce o interpreta ciò che accade in modo proprio. L’autrice scrive: “.. la

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Una poesia dalla Russia Racconti di Michele Libutti

L’ultima fatica letteraria di Michele Libutti, dopo una ventina di racconti e poesie dati alle stampe in questi anni, è un racconto che appare unico, sebbene sia composto da più di venti brevi. Come un film ad episodi (da anni ’70) cui la trama di commedia restava all’orizzonte mantenendo la rotta comune. Una poesia dalla Russia resta un romanzo di formazione - si direbbe - erudito come nel suo genere, maturato da esperienze vissute. Un nuovo tassello nella sua ultraventennale esperienza letteraria. E in copertina un interpretativo disegno a cura di Roberta Lioy. Michele Libutti sa regalare stanze di eccellenza, visioni semplici e altre; svolge un’operazione intuitiva di quanto ci gravita intorno, gira dalle parti del sacro recinto (definizione da Leonard Cohen) manifestando tuttavia una scrittura garbata e provocante: dipende dalla nostra capacità di interazione con le mutevoli cose della vita. Il racconto che dà il titolo alla raccolta è straordinario, una poetica