📰 Emozioni di Gianni Donaudi. La Spezia//// IL "PIRATA"

 
Un personaggio spezzino degli anni settanta era il pirata. Vestiva un po'come i vecchi pirati, pantaloni sotto il ginocchio e al posto degli stivali portava zoccoli da mare.

Capelli biondi lunghi e ricci, talvolta orecchino. Auto nera con teschio davanti.

Lavorava alle poste.

All'epoca altri personaggi, per esempio un parrucchiere, vestivano in modo piratesco. 

A metà anni ottanta, il pirata, essendo rimasto senza casa pur lavorando ancora alle poste, inscenò una protesta davanti al comune di sinistra, con tanto di roulotte, dove 

viveva, e bandiera rossa. Ogni tanto urlava al megafono verso il municipio, dicendo al sindaco che anche lui era comunista e doveva avere la casa popolare; questo era scritto 

anche in un cartello davanti alla roulotte.

Quando una mattina gli chiesi il perché della bandiera rossa, mi disse che era una bandiera mussulmana...

Poi arrivarono a solidarizzare con lui un esponente del partito repubblicano e perfino un estremista di destra.
 
Alberto Sordi ( SP )

Commenti