Passa ai contenuti principali

🎥 In Primo Piano con MICHELE LIBUTTI

 

In Primo Piano 34.puntata 

IN PRIMO PIANO con MICHELE LIBUTTI, medico e scrittore di Rionero in V. (PZ), laureato in Lettere Classiche. Ha pubblicato: -"Pillole, storie in agrodolce di pazienti e di ... pazienze" (2000); -"Don Antonio & altre storie" (2002); -"Il vecchio di Lagopesole" (2003); -"Panta kakà" (2004); -"Chiamami quando vuoi ... e altri racconti" (2006); -"Fiale-Croce e delizia di un medico di famiglia del XXI sec. d.C." (2007); -"Quei gigli di Sant'Antonio ..." (2009); -"Cose ... dell'altro mondo" (2010); -"Voce del verbo ... numbare" (2011); -"L'lmu in Paradiso & altri racconti" (2013); -"AAA cercasi ..." (2014); -"Sublime specchio ..." (2015); -"Animali e uomini, ovvero homo homini homo" (2016); -"Non lasciatevi impressionare ... "(2017}; -"L'alba e il tramonto" (2018); -"Socrate a Rionero" (2018); -"La badante d'estate e altri racconti" (2019); -"Una vita così" (2019); -"Oltre la felicità" (2020). Di recente uscita (Edizioni 'Photo Travel') il libro dal titolo 'Racconti...non infetti al tempo del Coronavirus'. Per descrivere questa 'fase' l’autore si affida a ventidue storie di cui è stato quasi sempre spettatore. Il compito che si è prefisso, però, non è stato facile, tenendo conto della sua duplice veste di medico e di cittadino. Si può facilmente intuirne il perché: il medico deve attenersi scrupolosamente al sapere acquisito in tanti anni di studio e di lavoro sul campo e comportarsi di conseguenza a differenza del cittadino che spesso si lascia guidare dalle emozioni e dalle privazioni che sembrano vere e proprie ingiustizie. Il primo deve, dunque, accettare le limitazioni poste da chi ci governa di concerto con i cosiddetti scienziati e condividere alcuni consigli anche impopolari magari correndo il rischio di ridimensionare l’afflato che si era stabilito almeno con quelli che per tanto tempo si erano rivolti con fiducia a lui; i cittadini comuni sono, invece, spesso allibiti di fronte a certe scelte e più o meno apertamente le contestano. Sembra che prevalga leggermente l’anima 'cittadina' dello scrittore, pronto a dare tutta la sua solidarietà a quelli che soffrono per alcuni provvedimenti 'astrusi': i colori delle varie regioni che forse anche tanti medici non comprendono, i vari lasciapassare di cui devono essere muniti tutti i cittadini, il timore inconscio (ma qualche volta anche consapevole) della presenza massiccia delle forze dell’ordine e il tono inquisitorio -inevitabile- dei controlli che si avvertono essenzialmente come una limitazione della libertà individuale. Per non parlare degli interrogativi sui vaccini. Ma, per fortuna, tra i vari racconti ce ne sono alcuni che toccano profondamente l’animo umano e quindi sono al di sopra di ogni polemica o accettazione completa della realtà. C’è chi si innamora senza conoscere chi è dall’altro capo del telefono e chi deve spiegare, a chi non può capire come, anche un semplice aperitivo, possa dare dei problemi; c’è chi pensa ai tanti deceduti abbandonati al loro destino senza alcun conforto e per i quali sembra troppo poco un semplice manifesto di condoglianze e c’è anche chi, oltre a dovere fronteggiare il terribile virus, deve fare i conti con l’arrivo inaspettato di un figlio. Ma alla fine l’autore sembra mettere da parte il suo proverbiale pessimismo, riesce -per necessità o per scelta?- a invitare tutti a riporre fiducia nella speranza, (quella inconfondibile, eh!) e in un futuro di sole.

Commenti

Post popolari in questo blog

📷 Galleria Fotografica: Rotary Club Venosa. Giornate Europee del Patrimonio (26 Settembre 2021)

 

📰 Segnalazioni in primo Piano: LUCE E OSCURITA’ DI CARMEN PICCIRILLO

Mani che sudano, cuore che batte all’impazzata, gambe bloccate. Licia protagonista dell’ultimo libro di Carmen Piccirillo “Luce e oscurità” , Booksprintedizioni, ha provato tutte le sfumature dell’ansia che gli attacchi di panico regalano. Licia è una giovane trentenne di Milano appassionata di giornalismo dalla personalità sensibile e profonda ma anche complessa. Con il suo racconto ci porta nella sua vita, nei suoi ricordi, nelle sue paure. Soffre di disturbo d’ansia che si presenta ogniqualvolta vuole dare una risposta alle situazioni della sua vita. Riavvolgendo il nastro della sua storia l’oscurità della sua anima è cominciata con la morte prematura del padre e altre vicissitudini che ha dovuto vivere. Le “cose” accadono per tutti: eventi, situazioni, alternarsi di stati d’animo, esperienze, sorprese. Ognuno di noi attribuisce un significato differente alle cose che accadono e ognuno di noi reagisce o interpreta ciò che accade in modo proprio. L’autrice scrive: “.. la

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Una poesia dalla Russia Racconti di Michele Libutti

L’ultima fatica letteraria di Michele Libutti, dopo una ventina di racconti e poesie dati alle stampe in questi anni, è un racconto che appare unico, sebbene sia composto da più di venti brevi. Come un film ad episodi (da anni ’70) cui la trama di commedia restava all’orizzonte mantenendo la rotta comune. Una poesia dalla Russia resta un romanzo di formazione - si direbbe - erudito come nel suo genere, maturato da esperienze vissute. Un nuovo tassello nella sua ultraventennale esperienza letteraria. E in copertina un interpretativo disegno a cura di Roberta Lioy. Michele Libutti sa regalare stanze di eccellenza, visioni semplici e altre; svolge un’operazione intuitiva di quanto ci gravita intorno, gira dalle parti del sacro recinto (definizione da Leonard Cohen) manifestando tuttavia una scrittura garbata e provocante: dipende dalla nostra capacità di interazione con le mutevoli cose della vita. Il racconto che dà il titolo alla raccolta è straordinario, una poetica