Passa ai contenuti principali

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Suonala ancora, Sam – Le più belle battute del grande Cinema


Scritto da Roberto Casalini (Bompiani, 2021)

“Il cinema racchiude in sé altre arti; così come ha caratteristiche proprie della letteratura, ugualmente ha connotati del teatro, un aspetto filosofico e attributi improntati alla pittura, alla scultura, alla musica.” E’ la definizione che dava del Cinema un grande maestro, il giapponese Akira Kurosawa (1910-1998). E proprio dell’aspetto letterario questo libro (fresco di stampa) ne esalta le virtualità: Suonala ancora, Sam – Le più belle battute del grande Cinema. L’autore è Roberto Casalini, che con la moglie Paola ha pubblicato la nuova edizione a 20 anni di distanza dalla precedente. Circa 650 pagine, impreziosite mediante un lavoro certosino, che raccolgono oltre 7500 battute, le più esilaranti e anche più rappresentative ed efficaci tratte da oltre 1500 film. Numeri considerevoli. Ordinate per temi ed argomenti, l’opera può essere trattata come si fa con i dizionari, per film di genere ed effetti etici. Dalla comparsa del cinema sonoro, dunque, lo spettatore ascolta e rimane testimone vitale di ogni sequenza: pertanto, gli autori si sono cimentati in un gioco di assoluta valenza letteraria, recuperando le migliaia di battute che spesso rappresentano ormai un proprio lessico quotidiano. Dalla magia della sala buia le frasi hanno accompagnato e talvolta sono entrate a far parte dei modi di dire di tutti noi. Oggi, rileggendo (o riascoltando) la battuta di Vittorio Gassman ne “Il sorpasso” di Dino Risi, ci sovviene il momento drammatico che stiamo vivendo, più attuale che mai: “ Porca miseria, quando vedo la città così vuota, con le strade vuote, i negozi chiusi, io mi avvilisco ”. O, ancora, la battuta di Nanni Moretti nel suo “Aprile” rivolto a D’Alema: “ Dì qualcosa di sinistra ”, è lungimirante ad oltranza. Filosofia e teologia declinate a modo suo, da Woody Allen, in “ Manhattan”: "Be', ma noi siamo persone, solo esseri umani, sai: tu ti credi Dio!" – “Io, io a qualche modello dovrò pure ispirarmi!” L ’amore per il cinema: Francois Truffaut nel suo “Effetto notte” fa dire a Nathalie Baye: “ Io per un film potrei piantare un uomo, ma per un uomo non pianterei mai un film. ” Kate Winslet, straordinaria in “Carnage” di Roman Polanski, sostiene: “ Un uomo che non emana vibrazioni da bel tenebroso è come se fosse privo di consistenza ”. Uomini di fascino come l’agente 007, il primo e più amato James Bond- Sean Connery, nel suo “Mission Goldfinger” tratto da Ian Fleming (e scopriamo inoltre che Erno Goldfinger era un architetto inglese di origine ungherese che ricostruì Londra dopo la Seconda Guerra mondiale). ​ “Persona” di Ingmar Bergman ci dice che: “Conta ciò che ci sforziamo di essere, non ciò che otteniamo”. Infine, l’omaggio al film che dà titolo al libro (da “Casablanca” di Michael Curtiz), ma la battuta è ancora una volta di Woody Allen nel suo “Provaci ancora, Sam”: “- Noi sappiamo che il tuo posto è con Dick. Sei parte del suo lavoro, gli dai la forza di andare avanti. Se quell’aereo decolla e tu non sarai con lui, te ne pentirai. Magari non oggi, e forse neanche domani, ma presto, e per il resto della tua vita. 

- Oh Sam, che belle parole! 

- Sono di Casablanca. Ho aspettato tutta la vita per usarle

Commenti

Post popolari in questo blog

📰 Segnalazioni in Primo Piano: "Il Ritratto dell'Anima" di Carmen Piccirillo edito da Photo Travel Edition di Rionero

Il libro ‘’Il Ritratto dell’Anima’’, pubblicazione d’esordio dalla giovane e valente scrittrice rionerese Carmen Piccirillo, sta ottenendo negli ultimi tempi grande successo e ampia visibilità anche su scala nazionale. L’interessante libro redatto con grande competenza e professionalità dalla 29enne scrittrice di Rionero che alterna la passione per la scrittura a quella per il giornalismo, come ricordiamo, fu presentato con successo nel febbraio dello scorso anno 2020 presso la sala convegni della Biblioteca Comunale di Rionero sita nel suggestivo Palazzo Fortunato alla presenza di una folta ed attenta platea e con tante personalità di spicco dell’ambito della cultura locale. Un libro molto interessante che racchiude al suo interno 24 racconti monoepisodici che sottolineano svariati aspetti immaginativi e realistici come la fantasia, l’importanza di sognare e di perseguire un obiettivo oltre a mettere in risalto alcuni aspetti importanti della personalità dell’autrice come sensibilità,

📰 Riflessioni di Carmen Piccirillo: IL TEMPO LIBERO DEI RAGAZZI: USARLO NEL MIGLIOR MODO E’ POSSIBILE...

Uno dei problemi principali delle nuove generazioni è la gestione del tempo libero: spesso, il tempo in cui i giovani non sono impiegati nelle svariate attività scolastiche o di studio individuale, è utilizzato in maniera disfunzionale. Un esempio è la modalità relativa al costante attaccamento ai dispositivi elettronici: lo smartphone, il computer, con i quali si cade ciclicamente in uno spasmodico uso dei social network, che, senza dubbio, sono un buon mezzo di interattività, di incontro, di crescita tra persone -soprattutto in un momento così delicato per il mondo intero a causa delle pandemia da covid-19 e delle restrizioni conseguenti, che hanno provocato una mancata possibilità di aggregazioni sociali partecipate- ma se utilizzati in maniera scorretta ed eccessiva, divengono una vera e propria dipendenza patologica che crea non pochi disagi psicofisici, per non parlare delle alterazioni anatomiche come i problemi alla vista che sono in costante aumento. Diminuiscono prog

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Iran, somiglianza delle festività e dei costumi italiani

Il regista e scrittore Mohammad Ghane Fard, componente della Associazione produttori documentali dell’Iran, ci ha scritto il messaggio che segue, per augurare Buona Pasqua in segno di fratellanza fra popoli di cultura diversa.    La somiglianza delle festività e dei costumi italiani con le ricorrenze religiose e antiche degli iraniani è molto interessante. Oggi era l'ultimo giorno delle vacanze di Capodanno in Iran, noto come Giornata della Natura. La gente va in montagna, pianura e foresta e prega Dio. Si chiede di liberare dai mali e du soddisfare i loro desideri. Il cibo che mangiano in questo giorno è la zuppa di verdure. Pochi giorni fa, 5 giorni fa, era il compleanno di Mahdi, che gli Sciiti credono sia il compleanno del Salvatore per il suo ritorno con Cristo... Questi giorni fortunati sono di buon auspicio per la salvezza dell'umanità.