Passa ai contenuti principali

📰 Emozioni di Gianni Donaudi: POESIE di Liuba

 

POESIE

Il nome di LIUBA è ormai conosciuto da più di 20 anni in tutti  gli ambienti artistici e poetici, sopra tutto a Milano e a Bologna (ma negli ultimi tempi anche a Rimini, la città dei suoi genitori e all' estero (si è esibita a Parigi, a Londra, a New York con le sue originali    p e r f o r m a n ç e s ), oltreché in Toscana e nelle Marche, dove l'artista ha tenuto mostre, r e c i t a l s    e manifestazioni varie.

Sempre ansiosa di conoscere il mondo , molti anni or sono ha soggiornato per qualche tempo in Brasile, ricercandone l' anima autentica delle popolazioni e senza fermarsi alle facilonerie turistico- pubblicitarie.
Nata con l' arte congenita, l' amica LIUBA ha scritto decine di poesie, è stata legata attivamente alla Arte Postale ("m a i l    a r t), ma anche ad altre varie forme artistiche esponendo in varie mostre in Italia e all' estero.
Da anni conduce una battaglia artistico- letterario contro l' alienazione e la disumanizzazione delle folle, sopra tutto delle grandi metropoli, come ebbe a dichiarare in un ' intervista  rilasciata allo scomparso artista bolognese ROBERTO VITALI (1926 / 2000), qualche mese prima che questo ci lasciasse improvvisamente.
IN quegli anni costituì un sito    i n t e r n e t, dove sono salvate tutte le sue poesie, dalla giovanissima età fino ad oggi, corredate da numerose illustrazioni delle sue esibizioni artistiche. La cui immediata impressione ci riporta ad una vera e propria "opera completa", dove l' A. esprime tutta sé stessa, le sue emozioni, i suoi sentimenti viscerali e dalla quale traspare tanta simpatia e tenerezza .
LIUBA, la cui professione (almeno allora precaria ) consisteva nell' organizzare laboratori artistici per tutte le età, e talvolta insegnare nelle scuole, scrisse anche due libri di favole destinate al mondo dell' infanzia -
Se il sito non è ancora stato rimosso, per rendersi conto in prima persona della sua opera si può visitare il sito     

i n t e r n e t  :

http://www.liuba.net



IL VENTO DELLA RUGIADA



Il vento della rugiada/ imperla i miei pensieri/ perché fuori dalle case/ c' è la nebbia

Il fruscio del mare/ oscilla nei miei respiri/ perché i polmoni respirano

scarichi tossici.

L' odore dei fiori/ è impresso nei ricordi/ perché lontani / sono

nei campi dove il lavoro non c'è .



ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo



IMMERSIONE



Eppure è così / ci siamo

E siamo immersi/ e non sempre lo sappiamo

Quale liquido / ci sommerge.

Non sempre vediamo/ di che cosa è fatta la terra

e ciechi giriamo/ sui labirinti di carta

non sapendo quali sono / voragini

e quali no.



oooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo



LE MUMMIE VINCENTI



Ascolto il brusìo del traffico e spio / le mille vite danzanti

che annaspano sugli oggetti/ respiro l' ansia

Il vuoto e la morte/ dal volto incartapecorito

di chi crede di essere arrivato/ perché ha.

Guardo gli occhi inespressivi/ corpo come impalcature

che si assimilano  ai palazzi/ gli orgogli falsi di chi arriva

e il trionfo che c'è già.

Nudi scafandri / gusci di granchio

dove succhiata è ogni polpa/ ragnatele sul niente che corrono

soddisfatte di sé .

Annuso gli angoli dei loro/ passatempi

Annuso i ritmi dei loro/ divertimenti.

E una pista di morte/ arriva gelata

la vita è sparita/ nel pieno della festa.

Vengano le mummie vincenti/ ovunque onnipresenti

ovunque attive/ e chissà qual' è

il giorno/ in cui sapranno



che sono cadute e sepolte.

Commenti

Post popolari in questo blog

📷 Galleria Fotografica: Rotary Club Venosa. Giornate Europee del Patrimonio (26 Settembre 2021)

 

📰 Segnalazioni in primo Piano: LUCE E OSCURITA’ DI CARMEN PICCIRILLO

Mani che sudano, cuore che batte all’impazzata, gambe bloccate. Licia protagonista dell’ultimo libro di Carmen Piccirillo “Luce e oscurità” , Booksprintedizioni, ha provato tutte le sfumature dell’ansia che gli attacchi di panico regalano. Licia è una giovane trentenne di Milano appassionata di giornalismo dalla personalità sensibile e profonda ma anche complessa. Con il suo racconto ci porta nella sua vita, nei suoi ricordi, nelle sue paure. Soffre di disturbo d’ansia che si presenta ogniqualvolta vuole dare una risposta alle situazioni della sua vita. Riavvolgendo il nastro della sua storia l’oscurità della sua anima è cominciata con la morte prematura del padre e altre vicissitudini che ha dovuto vivere. Le “cose” accadono per tutti: eventi, situazioni, alternarsi di stati d’animo, esperienze, sorprese. Ognuno di noi attribuisce un significato differente alle cose che accadono e ognuno di noi reagisce o interpreta ciò che accade in modo proprio. L’autrice scrive: “.. la

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Una poesia dalla Russia Racconti di Michele Libutti

L’ultima fatica letteraria di Michele Libutti, dopo una ventina di racconti e poesie dati alle stampe in questi anni, è un racconto che appare unico, sebbene sia composto da più di venti brevi. Come un film ad episodi (da anni ’70) cui la trama di commedia restava all’orizzonte mantenendo la rotta comune. Una poesia dalla Russia resta un romanzo di formazione - si direbbe - erudito come nel suo genere, maturato da esperienze vissute. Un nuovo tassello nella sua ultraventennale esperienza letteraria. E in copertina un interpretativo disegno a cura di Roberta Lioy. Michele Libutti sa regalare stanze di eccellenza, visioni semplici e altre; svolge un’operazione intuitiva di quanto ci gravita intorno, gira dalle parti del sacro recinto (definizione da Leonard Cohen) manifestando tuttavia una scrittura garbata e provocante: dipende dalla nostra capacità di interazione con le mutevoli cose della vita. Il racconto che dà il titolo alla raccolta è straordinario, una poetica