Passa ai contenuti principali

📕 Emozioni di Gianni Donaudi: Autori Vari

 

SENZA TITOLO


Una nave approda / in un placido mare
in una Avalon senza nebbie
forse alla ricerca del Graal.

Un ferreo cavaliere/ già cavalcante una tigre
riesce a cavalcare / e a domare
un drago dalla lingua fiammeggiante.

Intanto un  mediocre esibizionista/ ciarlatano e idiota
dell' attuale Kaly Yuga / o Età Oscura
dandosi arie / si veste da Supermen .


Gianni Donaudi ( Imperia ) 


 
BARATRO NEL BUIO

Corpo vibrante / elettrizzato 
precipito in un oscuro / spazio nero senza nessun timore.
Anzi/ affrontando l' ignota meta.
Una voce ( forse di un mio alter-ego )
sembra sussurrarmi incomprensibili parole

Gianni Donaudi ( Imperia )

 
 
ABISSO

Abisso splendente / che chiami la gente
ad essere inferno.
Di luce abbagliante illumini piaghe vetuste
e le rifletti nel mondo moderno.
Nel tuo buco nero fagociti/ i corpi di chi cerca il vero
Ma ignora / ma ignora,
che la verità
non è mai e poi mai
una sola.

Martina Ghiazza ( Imperia )

 
 
UN GIOVANE INCROCIATO

Un giovane incrociato controvento
                                                       cuore boaro
e bocca a norma di ventenne
Ora so quel che non sono

gli dei m' hanno guardato
e mai non v' è più rischia ch' io divenga
                                                               ciò che lui è a pél di divenire

su motoretta bassa di pescaggio
e diretto verso quel nulla
                                         che ancor gli appare vero

Altra sua
è questa mia deriva
a fil quest' oggi d' un Ponente misterioso
                          di torri fatte case
                              stràd' aperte alla gran corsa
oppur di vicoli sbrecciati dalla brina

Piàcemi  augurargli
un presto e noncùpo farsi Uomo

ché  dove per lui ora v' è nulla

                            ( guarda anche tu
                                                        che nònacaso leggi... )
vi son persone bèn vive di colori
e nuove lische di vita
                                   per fortuna...

Alberto Rizzi ( Lendinara - RO - ) -


 
 
ANCòRA

E' così aspro il respiro dei giorni/ con crudele silenzio s' impone
quando il sole dirada la pena / e la sera promette i suoi morti.

Siamo mosche in cerca di luce, / assediati dai nostri pensieri,
siamo vite sottratte al futuro, / taciturne presenza ingombranti.

Ma le nostre radici dormienti/ schiuderanno ancora le gemme
al tepore di nuove certezze/ e le ombre saranno ricordi

archiviati nel nostro passato, / se scambiando sorrisi bendati
lanceremo aquiloni di seta / verso dolci orizzonti lontani.

Liliana Veri ( Ventimiglia ( IM ) , 19 aprile 2020 )


 
 
 
HO UN RICORDO

C' è in un angolo di cuore / un ricordo di mio padre
lì seduto ad aspettare/ i miei passi dietro l' uscio
e un ricordo di mia madre/ zitta e immobile a sbirciare
i miei sogni di bambina.

Ho un ricordo nella mente/ di quand' ero ragazzina
e cercavo tante strade/ che portassero lontano
senza nodi alle caviglie/ senza storie capovolte
dalle attese mai risolte.

Liliana Veri ( Ventimiglia( IM ) , 15 aprile 2020

Commenti

Post popolari in questo blog

📰 Segnalazioni in Primo Piano: ‍A MARATEALE IN ARRIVO NANCY BRILLI, LUCIA OCONE, CINZIA TH TORRINI E GIOVANNI ALLEVI

Nancy Brilli, Lucia Ocone e Cinzia TH Torrini riceveranno un riconoscimento nel corso della tredicesima edizione di “Marateale - Premio internazionale Basilicata”, che si terrà dal 27 al 31 luglio nella splendida location dell’hotel Santa Venere a Maratea. Per le due attrici, Brilli e Ocone, si tratta della prima volta alla Marateale, dove verranno premiate per la loro lunga e trasversale carriera mentre per la regista Cinzia TH Torrini si tratta di un gradito ritorno. “Sono felice che Lucia Ocone e Nancy Brilli abbiano accettato il nostro invito, perché noi di Marateale ci teniamo a premiarle per il loro essere così camaleontiche, visto che da anni riescono a ricoprire con disinvoltura sia ruoli divertenti che drammatici con eguale credibilità in film e fiction di enorme successo” dichiara Antonella Caramia, presidente dell'associazione Cinema Mediterraneo che organizza la kermesse, che aggiunge: “A completare questo tris di donne c’è Cinzia TH Torrini, amica di vecchia data dell

‍📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Rionero in Vulture senza cinema e teatro, dopo 150 anni

Una comunità, senza una sua piazza-agorà e senza un teatro, annienta ed annichilisce una storia che ha quasi tre millenni, ed è indegna di chiamarsi tale. Non è comunità, ma congerie irrilevante di case e di abitanti. E’ l’amara considerazione che scaturisce all’interno comunità di Rionero in Vulture, che da quasi un decennio non ha più un suo cinema né teatro. Nonostante tutto, il CineClub “De Sica” Cinit - che abbiamo fondato da quasi un trentennio - non smette le proprie attività di cultura cinematografica, compiendone almeno una quarantina ogni anno, non solo nella città fondativa. Si utilizzano sale di “fortuna” (centro Anziani, giovanile parrocchiale) adibendole alla bisogna, oppure realizzando proiezioni in arene d’estate (come a Monticchio) o in atri storici (Giardino palazzo Fortunato). “Portatori sani di bellezza” definisce il sociologo De Masi chi diffonde cultura. 

📕 Autori: Madonna del Carmelo... preghiera in versi di Vito Coviello

16 luglio, Madonna del carmelo...   madonna mia,  madre mia divina,  tu dall'alto del mondo ci proteggi tutti,  tu dall'alto del monte proteggi noi lucani,  tu dalla civitas sei di Matera patrona,  tu, agli aviglianesi tanto cara,  dal sacro monte proteggi il popolo tutto,  che in te confida,  nostra celeste mediatrice  verso il Signore padre nostro.  Madonna mia, madre mia,  ti chiameranno Bruna,  ti chiamerranno Annunziata, Addolorata ed Assunta,  ma per me,  nato alle pendici del Carmelo  e sotto il tuo mantosei la madonna del Carmine  protettrice di tutti gli aviglianesi nel mondo.  Maronna mia oggi, 16 luglio,  come da sempre,  le nostre mamme terrene,  a te vengono, a piedi scalzi,  e con in testa il cinto di candele  e fiori addobbati,  per rinnovare il patto  e mettere noi tutti sotto il tuo manto addobato di stelle.....   Vito Coviello,