Passa ai contenuti principali

📰 Riflessioni di Carmen Piccirillo: IL TEMPO LIBERO DEI RAGAZZI: USARLO NEL MIGLIOR MODO E’ POSSIBILE...


Uno dei problemi principali delle nuove generazioni è la gestione del tempo libero: spesso, il tempo in cui i giovani non sono impiegati nelle svariate attività scolastiche o di studio individuale, è utilizzato in maniera disfunzionale. Un esempio è la modalità relativa al costante attaccamento ai dispositivi elettronici: lo smartphone, il computer, con i quali si cade ciclicamente in uno spasmodico uso dei social network, che, senza dubbio, sono un buon mezzo di interattività, di incontro, di crescita tra persone -soprattutto in un momento così delicato per il mondo intero a causa delle pandemia da covid-19 e delle restrizioni conseguenti, che hanno provocato una mancata possibilità di aggregazioni sociali partecipate- ma se utilizzati in maniera scorretta ed eccessiva, divengono una vera e propria dipendenza patologica che crea non pochi disagi psicofisici, per non parlare delle alterazioni anatomiche come i problemi alla vista che sono in costante aumento. Diminuiscono progressivamente i ragazzi che si incontrano tra loro per discutere, confrontarsi, condividere, e il momento attuale pandemico non è di certo di aiuto per ovviare a tale disagio che, purtroppo, può sfociare in atteggiamenti e azioni distruttive per se stessi e a volte anche per gli altri, come l’abuso di alcool o sostanze stupefacenti a cui molti ragazzi si avvicinano per poter “riempire” un vuoto, una carenza, un senso di insoddisfazione. Il tempo utile per poter dar sfogo alla propria percezione di se stesso, per un giovane, rappresenta una risorsa molto importante, rappresenta la "libertà", e soprattutto una grande opportunità per poter introspezionarsi, per poter comprendersi, e scoprire i propri interessi, le proprie passioni, le proprie inclinazioni... Sarebbe un tempo tramite il quale potrebbe essere utile incanalare le proprie energie e la propria adrenalina in qualcosa di creativo, di pragmatico: mi vengono in mente, per esempio, le possibilità di poter esprimere la propria personalità tramite la pittura, per chi ne fosse attratto; tramite lo sport come il calcio, il tennis, la pallavolo; o la possibilità di imparare qualcosa di nuovo, come per esempio le lingue straniere, il canto o tanto altro ancora. Sono tutti espedienti utili per poter crescere interiormente, per poter elevarsi, per poter ascoltare se stessi, e dare nuovi input vincenti in maniera costruttiva alla propria stima di sè , alla propria consapevolezza, alla padronanza di sè... Poter indirizzare i ragazzi nella “giusta direzione”, soprattutto quelli più fragili o più insicuri, non è un’impresa sempre semplice. A tal proposito, un’idea più che utile sarebbe quella di attivare uno sportello psicologico nelle scuole di ogni ordine e grado, coordinato dalle figure professionali competenti, come supporto e sostegno, per rispondere innanzitutto ai traumi e ai disagi arrecati dalla pandemia, quindi per prevenire gli eventuali problemi psicologici tra gli studenti, e anche per poter trovare assieme ai ragazzi un modo per gestire e abbattere la propria noia, la propria apatia, i propri momenti di sconforto per dirottarli in una direzione differente, nuova, e trovare uno spazio interiore per cogliere l’entusiasmo nel fare le cose. Una società sana è ancora possibile...A volte bastano pochi step per raggiungere il benessere. L’importante è essere consapevoli di non essere soli. Quando un giovane viene ascoltato e accolto con empatia e senza alcun pregiudizio, un raggio di sole cresce dentro di lui abbattendo le oscurità...

Commenti

Post popolari in questo blog

📰 Segnalazioni in primo Piano: La Natura Lucana nelle mani dell’Artista Debora Di Lucca prende vita.

Debora Di Lucca il Maestro Internazionale d’Arte, nata a Milano e di origini Lucane. Basilicata, conosciuta in tutto il Mondo per la sua Storica e anche patrimonio UNESCO, Matera, la Città scavata nella roccia, per le Dolomiti Lucane, il noto “paesaggio lunare” e non da ultimo il meraviglioso e cristallino Mar Ionio. Tante le dimostrazioni della creatività del Maestro, dall’esposizione al Campidoglio, all’invito come Madrina nella bellissima città di Fondi con l’apertura alla biennale, poi non dimentichiamoci, le ultime due Mostre a Roma in Ottobre, dal nome “Ars et Materia”, la prima esposizione presso “Lo Stadio di Domiziano” uno dei siti Archeologici più esclusivi di Roma e del Mondo, una delle 7 Meraviglie della Roma imperiale. Patrimonio UNESCO, immediatamente dopo la stessa esposizione personale “Ars et Materia” la vede protagonista così presso la sede romana del “Parlamento Europeo”. L’ultima partecipazione dell’anno 2021 è il “Premio Vittorio Sgarbi”, dove è riuscita a farsi ap

TRACCE di Rocco Brancati: ANTONIO CAMPAGNA

(Castelmezzano 31 dicembre 1884 - New York 8 maggio 1969) Fu un "caso" più unico che raro nella storia dell'emigrazione italiana. Anthony (Antonio) Campagna il 31 marzo del 1930 ottenne dal re Vittorio Emanuele III, "motu proprio"(di propria iniziativa), il titolo di conte trasmissibile per linea maschile. La rivista di cultura, propaganda e difesa italiana in America commentò: "L'esempio dell'uomo nuovo dell'Italia nuova, intenso a superare ogni giorno se stesso in uno sforzo continuo di creazione e di perfezione, ci è dato a questo figliuolo della Basilicata.

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Fondato il Cultural Associations Persepolis

Per iniziativa del lucano CineClub “Vittorio De Sica” Cinit – presieduto da Armando Lostaglio – è stato fondato a Como il Persepolis Cultural Associations . Un bel traguardo per gli operatori culturali dell’Iran che operano in Italia, con salde radici nel lontano Paese. L’Associazione si attiva, infatti, con lo scopo di presentare la cultura iraniana in Italia (concentrandosi per lo più in Lombardia) ed è impegnata a mettere insieme un gruppo di intellettuali iraniani e italiani per organizzare il festival cinematografico iraniano in uno stile alquanto originale. Ad esso sia affiancano altre attività artistiche e di promozione dei prodotti di qualità. A presiedere il sodalizio è Reza Nouri, professionista che opera a Como, mentre Laleh Esfandiari è la vicepresidente. Segretario è Mohammad Ashouri; fra i fondatori del Persepolis sono la regista Lia Beltrami e il critico Armando Lostaglio del CineClub “De Sica”, il quale ha fortemente voluto che la nuova Associazione int