Passa ai contenuti principali

📰 Sport: 2021 Campionato Italiano MX Prestige – RND #1, Maggiora (NO) - Press Release -

Un ritrovato Giuseppe Tropepe porta in alto i colori del Millionaire Racing Team centrando il settimo posto assoluto della MX2 Elite a Maggiora, teatro della prova di apertura del Campionato Italiano MX Prestige. Ancora una gara sfortunata invece per Daniele Salone nella MX1.
 
Dopo gli Internazionali d’Italia MX, terminati circa un mese fa, e gli Internazionali d’Italia Supermarecross tutt’ora aperti, un altro importante impegno si presenta per il Millionaire Racing Team in questa intensa stagione 2021: il Campionato Italiano MX Prestige. La prova di apertura di questa prestigiosa serie, si tiene nel secondo fine settimana di Aprile sullo storico tracciato del ‘Mottaccio del Balmone’ di Maggiora (NO). A vestire i colori del team lucano guidato da Michele Caprioli, il calabrese Giuseppe Tropepe #223 e il campano Daniele Salone #214. Il primo, schierato nella classe MX2 Elite, il secondo nella classe MX1 Fast categoria 300. Una giornata uggiosa ed una leggera pioggerellina accompagnano i piloti nella giornata di sabato, quando sono previste le sessioni di prove libere e cronometrate. Per il team lucano, le prime soddisfazioni arrivano in MX2 con Tropepe che centra il 6° tempo del suo gruppo che lo accredita del 17° cancelletto in griglia di partenza. Nella MX1 invece, Salone fatica molto nel trovare il giro veloce, chiude 27° del suo gruppo e finisce nel gruppo C. Nella notte del sabato però il meteo volge al peggio e una copiosa pioggia investe Maggiora, rendendo il tracciato alquanto fangoso. 
 

Le nuove condizioni del tracciato non creano però problemi a Giuseppe. In gara 1 il calabrese centra subito una discreta partenza e dopo la prima curva si posiziona all’interno della ‘top 10’. Per tutta la durata della corsa Tropepe duella con i migliori e nonostante qualche piccolo intoppo, conquista un importante 8° posto finale. Nella seconda manche, che si tiene nel primo pomeriggio, il tracciato è più asciutto ma al contempo molto segnato ed insidioso, sbagliare è molto facile. Ancora una volta Tropepe centra una buona partenza e subito 5°, insegue chi lo precede sino a conquistare il 4° posto. A pochi giri dal termine però cala un po’ il ritmo, cede due posizioni e taglia il traguardo chiudendo 6°. A fine giornata, dal computo delle manche, viene accreditato del 7° posto assoluto nel Campionato MX2 Elite. 
 

Un’altra domenica da dimenticare invece quella di Daniele. Poco dopo la partenza di gara 1 il campano rimedia una rovinosa caduta a causa di un contatto con un altro pilota e il suo weekend giunge al termine con largo anticipo. Fortunatamente senza riportare gravi conseguente, il coriaceo Salone sarà presente nella prova di Mantova. Tra quindici giorni, team e piloti si ritroveranno presso il tracciato lombardo ‘Città di Mantova’ per il secondo appuntamento stagionale del Campionato Italiano MX Prestige. Il fine settimana sarà quello del 24 e 25 Aprile. 
 

Giuseppe Tropepe #223: “Sabato è andata bene nelle libere con un 4° tempo, un po’ meno nelle cronometrate dove a causa del tanto traffico in pista non ho trovato il giro buono ed ho chiuso 6°. Domenica la prima manche è stata un po’ ‘travagliata’ viste le condizioni della pista e il problema con un pilota che mi è caduto davanti, attardandomi nel recupero. Inoltre, all’atterraggio di un salto ho rimediato un piccolo infortunio al ginocchio. Nonostante tutto ho chiuso 8°. Nella seconda manche avevo molto male al ginocchio ed è stata dura. Gli avversari andavano davvero forte e io ho ancora poco allenamento in moto, di conseguenza verso fine gara ho mollato ed ho chiuso 6°. Comunque è andata bene, mi reputo soddisfatto del risultato. Abbiamo ancora tanto da lavorare e da migliorare però la strada è quella giusta.” Daniele Salone #214: “La sfortuna continua a perseguitarmi in gara. In qualifica potevo fare meglio ma a causa della tensione ho sbagliato tanto. Sono finito nel gruppo C anche se con lo stesso tempo, in un altro gruppo, sarei entrato nel gruppo B. In gara 1 ero convinto di fare bene, ero fiducioso ed infatti sono partito benissimo. La sfortuna ha voluto che dopo la partenza, il pilota che mi precedeva mi cadesse davanti, io l’’ho centrato e tutti quelli che mi seguivano hanno centrato me, distruggendomi la moto. Di conseguenza il mio weekend è finito. Nonostante tutto sarò a Mantova perché non ho nessuna intenzione di mollare!”

 

Commenti

Post popolari in questo blog

📷 Galleria Fotografica: Rotary Club Venosa. Giornate Europee del Patrimonio (26 Settembre 2021)

 

📰 Segnalazioni in primo Piano: LUCE E OSCURITA’ DI CARMEN PICCIRILLO

Mani che sudano, cuore che batte all’impazzata, gambe bloccate. Licia protagonista dell’ultimo libro di Carmen Piccirillo “Luce e oscurità” , Booksprintedizioni, ha provato tutte le sfumature dell’ansia che gli attacchi di panico regalano. Licia è una giovane trentenne di Milano appassionata di giornalismo dalla personalità sensibile e profonda ma anche complessa. Con il suo racconto ci porta nella sua vita, nei suoi ricordi, nelle sue paure. Soffre di disturbo d’ansia che si presenta ogniqualvolta vuole dare una risposta alle situazioni della sua vita. Riavvolgendo il nastro della sua storia l’oscurità della sua anima è cominciata con la morte prematura del padre e altre vicissitudini che ha dovuto vivere. Le “cose” accadono per tutti: eventi, situazioni, alternarsi di stati d’animo, esperienze, sorprese. Ognuno di noi attribuisce un significato differente alle cose che accadono e ognuno di noi reagisce o interpreta ciò che accade in modo proprio. L’autrice scrive: “.. la

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Una poesia dalla Russia Racconti di Michele Libutti

L’ultima fatica letteraria di Michele Libutti, dopo una ventina di racconti e poesie dati alle stampe in questi anni, è un racconto che appare unico, sebbene sia composto da più di venti brevi. Come un film ad episodi (da anni ’70) cui la trama di commedia restava all’orizzonte mantenendo la rotta comune. Una poesia dalla Russia resta un romanzo di formazione - si direbbe - erudito come nel suo genere, maturato da esperienze vissute. Un nuovo tassello nella sua ultraventennale esperienza letteraria. E in copertina un interpretativo disegno a cura di Roberta Lioy. Michele Libutti sa regalare stanze di eccellenza, visioni semplici e altre; svolge un’operazione intuitiva di quanto ci gravita intorno, gira dalle parti del sacro recinto (definizione da Leonard Cohen) manifestando tuttavia una scrittura garbata e provocante: dipende dalla nostra capacità di interazione con le mutevoli cose della vita. Il racconto che dà il titolo alla raccolta è straordinario, una poetica