Passa ai contenuti principali

📰 Appuntamenti in Primo Piano: Amabili Confini Edizione 2021: anteprima con Alberto Casadei e programma in streaming


Sul tema “ Stupore ” si apre, venerdì 7 maggio , la sesta edizione del progetto di cultura partecipata Amabili Confini . Condotto da Maria Rosaria Salvatore , l’incontro si terrà alle 19.00 in diretta streaming sulla pagina facebook dell’associazione Amabili Confini. Nell’anno dedicato alle celebrazioni per il 700esimo anniversario dalla morte di Dante, l’associazione ha invitato, per l’ anteprima della rassegna, il critico letterario e accademico Alberto Casadei . Docente Ordinario di Letteratura italiana all’Università di Pisa, Alberto Casadei si occupa di opere dal Trecento al Cinquecento e di poesia e narrativa contemporanee. Tra le sue prime pubblicazioni ricordiamo Stile e tradizione nel romanzo italiano contemporaneo (il Mulino, 2007), Poesia e ispirazione (Luca Sossella, 2009), Poetiche della creatività. Letteratura e scienze della mente (Bruno Mondadori, 2011), Dante oltre la «Commedia» (il Mulino, 2013), Letteratura e controvalori (Donzelli, 2014), Ariosto: i metodi e i mondi possibili (Marsilio, 2016). Dedicato al “poeta nazionale” e al suo “poema sacro” è Dante. Storia avventurosa della Divina Commedia dalla selva oscura alla realtà aumentata (Il Saggiatore, 2020): l’opera grandiosa di un uomo tormentato dalle sciagure politiche, cacciato dalla patria e costretto a vagare per le corti italiane in cerca di ospitalità e sostegno. Nelle terzine del poema risuonano con fragore le lotte intestine che dilaniavano i comuni italiani e risplende l’amore del poeta per Dio, per Beatrice e per Firenze, che lo conduce alla contemplazione della più alta verità. La Divina commedia è universale ma è legata a vicende personali e contingenti. Come è arrivata fino a noi e come ha fatto a conservare una tale potenza? Alberto Casadei, intrecciando indagine storica e analisi poetica, ripercorre le tappe del poema, dalla prima circolazione nelle mani di Boccaccio e Petrarca fino alle più recenti interpretazioni, artistiche e persino informatiche. Perché l’eredità di Dante è tutt’altro che esaurita, e la Divina commedia continua a dialogare con l’umanità del presente e del futuro. 

Amabili Confini si svolgerà quest’anno, dal 20 maggio al 17 giugno , in modalità online. La rassegna ospiterà, in appuntamenti pomeridiani con cadenza settimanale, Tullio Avoledo , Alessandro Mari , Alessandra Sarchi , Domenico Dara e Vanni Santoni . Abbinati singolarmente alle cinque macroaree in cui la città di Matera è stata virtualmente suddivisa, gli scrittori dialogheranno con gli autori dei racconti scelti per ciascuna area di provenienza. La rassegna si concluderà il 23 giugno con un fuori programma Amabili Confini Off , insieme a Laura Pugno . 
 
Il palinsesto degli incontri virtuali è strutturato nelle seguenti sezioni e rubriche: 
“ Amabili Alchimìe ” ovvero spazi di condivisione con associazioni culturali attive nel territorio lucano e non solo; “ Tradurre lo stupore ” riservata ai traduttori di celebri autori; “ Scelte d’autore ” o i racconti delle macroaree, commentati dagli scrittori ospiti in dialogo con gli autori degli elaborati scelti; 
“ Frammenti musicali ” a cura della cantautrice Rita Zingariello; 
“ Periferie sociali ” e “ Gli invisibili ” in cui si darà voce ai racconti dei migranti dei centri di accoglienza e dei detenuti della Casa Circondariale di Matera; 
“ Fuori zona ”, riservata ai testi pervenuti da altri luoghi della Basilicata e da altre regioni italiane; 
“ Amabili versi ” dedicata ai componimenti poetici, ispirati al tema della sesta edizione; 
“ Parola ai partner e sponsor ” che raccoglierà i commenti di alcuni sostenitori dell’edizione in corso. 
 

La sezione conclusiva di ciascun incontro sarà riservata alla presentazione del romanzo più recente dell’autore ospite, in dialogo con un tandem di esperti interlocutori. Come per le edizioni precedenti, al termine della rassegna tutti gli elaborati pervenuti saranno inseriti in un’accurata antologia e pubblicati on line sul sito www.amabiliconfini.it . Patrocinato dal Comune di Matera, il progetto non usufruisce di finanziamenti pubblici ma si avvale del sostegno di partner privati. AMABILI CONFINI è un’idea di Francesco Mongiello Direttore artistico: Francesco Mongiello Presidente dell’associazione e coordinatrice incontri di quartiere: Maria Rosaria Salvatore Responsabile grafico: Andrea Fontanarosa 
 
Sito web: Carlo Magni Ufficio stampa: Gessica Paolicelli 
Logistica: Angela Riccardi, Selena Andrisani, Brunella Manicone, Vita Epifania 
Info: www.amabiliconfini.it – 
www.facebook.com/amabiliconfini/ 
Segreteria: info@amabiliconfini.it 
tel. 335-7560493 Associazione Amabili Confini

Commenti

Post popolari in questo blog

📰 Segnalazioni in primo Piano: La Natura Lucana nelle mani dell’Artista Debora Di Lucca prende vita.

Debora Di Lucca il Maestro Internazionale d’Arte, nata a Milano e di origini Lucane. Basilicata, conosciuta in tutto il Mondo per la sua Storica e anche patrimonio UNESCO, Matera, la Città scavata nella roccia, per le Dolomiti Lucane, il noto “paesaggio lunare” e non da ultimo il meraviglioso e cristallino Mar Ionio. Tante le dimostrazioni della creatività del Maestro, dall’esposizione al Campidoglio, all’invito come Madrina nella bellissima città di Fondi con l’apertura alla biennale, poi non dimentichiamoci, le ultime due Mostre a Roma in Ottobre, dal nome “Ars et Materia”, la prima esposizione presso “Lo Stadio di Domiziano” uno dei siti Archeologici più esclusivi di Roma e del Mondo, una delle 7 Meraviglie della Roma imperiale. Patrimonio UNESCO, immediatamente dopo la stessa esposizione personale “Ars et Materia” la vede protagonista così presso la sede romana del “Parlamento Europeo”. L’ultima partecipazione dell’anno 2021 è il “Premio Vittorio Sgarbi”, dove è riuscita a farsi ap

TRACCE di Rocco Brancati: ANTONIO CAMPAGNA

(Castelmezzano 31 dicembre 1884 - New York 8 maggio 1969) Fu un "caso" più unico che raro nella storia dell'emigrazione italiana. Anthony (Antonio) Campagna il 31 marzo del 1930 ottenne dal re Vittorio Emanuele III, "motu proprio"(di propria iniziativa), il titolo di conte trasmissibile per linea maschile. La rivista di cultura, propaganda e difesa italiana in America commentò: "L'esempio dell'uomo nuovo dell'Italia nuova, intenso a superare ogni giorno se stesso in uno sforzo continuo di creazione e di perfezione, ci è dato a questo figliuolo della Basilicata.

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Fondato il Cultural Associations Persepolis

Per iniziativa del lucano CineClub “Vittorio De Sica” Cinit – presieduto da Armando Lostaglio – è stato fondato a Como il Persepolis Cultural Associations . Un bel traguardo per gli operatori culturali dell’Iran che operano in Italia, con salde radici nel lontano Paese. L’Associazione si attiva, infatti, con lo scopo di presentare la cultura iraniana in Italia (concentrandosi per lo più in Lombardia) ed è impegnata a mettere insieme un gruppo di intellettuali iraniani e italiani per organizzare il festival cinematografico iraniano in uno stile alquanto originale. Ad esso sia affiancano altre attività artistiche e di promozione dei prodotti di qualità. A presiedere il sodalizio è Reza Nouri, professionista che opera a Como, mentre Laleh Esfandiari è la vicepresidente. Segretario è Mohammad Ashouri; fra i fondatori del Persepolis sono la regista Lia Beltrami e il critico Armando Lostaglio del CineClub “De Sica”, il quale ha fortemente voluto che la nuova Associazione int