Passa ai contenuti principali

‍đź“° Segnalazioni in Primo Piano: Ischia Film Festival, premio alla carriera ad Allan Starski

Premio Oscar per il film “Schindler’s List”, lo scenografo Allan Starski sbarca all’Ischia Film Festival, dove nella serata del 28 giugno incontrerĂ  il pubblico e riceverĂ  il premio alla carriera nella cornice suggestiva della Cattedrale dell’Assunta, una delle tre sale all’aperto della manifestazione, che ospiterĂ  poi la proiezione di “Oliver Twist”, la celebre storia di un ragazzo sfuggito all’istituto per giovani orfani e unitosi a un gruppo di ladruncoli, fino alla svolta: l’incontro con il suo benefattore, il facoltoso signor Brownlow. Tra gli ospiti della terza serata, nel cuore del Castello Aragonese, la regista Giorgia Farina presenterĂ  – alle 20.30, in Piazza d’armi – il suo film “Guida romantica e posti perduti”, per la categoria “Best of”. La pellicola racconta il viaggio di due ragazzi, Allegra e Benno, che uniti dalla sofferenza decidono di partire insieme per ritrovare la voglia di vivere. Piazza d’Armi farĂ  da cornice, in seconda serata, alla pellicola “Regina” del regista Alessandro Grande, presente per parlare al pubblico del suo nuovo lungometraggio. La Cattedrale dell’Assunta ospiterĂ  la proiezione di due cortometraggi che, in linea con il format internazionale del Festival, raccontano mondi lontani sottolineando il rapporto tra grande schermo e location: l’anteprima italiana “Return to Toyama” del regista Atsushi Hirai, che racconta del ritorno in patria del protagonista, e “The God” del coreano ShimIk Tae. Ambientato nel villaggio sciamano, Taeju, il protagonista indaga su una misteriosa morte. Altri incontri con gli autori sono previsti alla terrazza Casa del Sole. Per il film “Estate povera”, anteprima italiana in concorso per la categoria Scenari campani, sarĂ  presente il regista Andrea Piretti. Un viaggio nel volontariato in una Napoli che, nonostante la pandemia da Covid-19, continua a operare per garantire un pasto quotidiano ai senzatetto e ai bisognosi della cittĂ . SarĂ  Dvir Mazia parlare al pubblico del cortometraggio “His death”, anteprima europea del regista Avishai Sivan; l’incontro, a distanza di anni, tra il laico Noah e i suoi fratelli Chassidici, nel cuore di Gerusalemme. Tutto al femminile il finale di serata, con l’anteprima internazionale di “Erotica 2022 - 5 different story” delle registe Anna Kazejak, Anna Jadowska, Kasia Adamik, Jagoda Szelc e Olga Chajdas. Si tratta di un lungometraggio che racchiude in un’unica narrazione cinque storie vagamente interconnesse che riguardano l’universo femminile, accomunate da un elemento erotico. Alle proiezioni in presenza si accede acquistando biglietto nominale con posto assegnato presso l’infopoint al Piazzale Aragonese ad Ischia Ponte (info e programma completo su www.ischiafilmfestival.it). Nella mattinata di lunedì 28 giugno, alle 10, è in programma il consueto Convegno sul Cineturismo che, per la 19esima edizione, apre un’interessante finestra sul tema attuale della riformulazione delle attivitĂ  dopo la pandemia, ora che restrizioni e distanziamenti hanno aumentato le opportunitĂ  digitali ma sfilacciato e modificato il legame con i territori. Si cercherĂ  di indagare sul futuro del Cineturismo, neologismo coniato dal patron dell’Ischia Film Festival, che per primo ha intercettato l’esigenza di investire in cinema sul territorio, per l’importante impatto che le location cinematografiche hanno sui turisti. Introdotti da Anna Olivucci (responsabile Marche Film Commission) interverranno, tra gli altri, interverranno, tra gli altri, oltre allo stesso Messina, Michele Lo Foco (giĂ  membro del Consiglio Superiore della Cinematografia e dell’Audiovisivo del MiC), Maria Elena Rossi (Marketing and Promotion Director ENIT), Francesco di Cesare (presidente Risposte Turismo), Ivan Antognozzi (direttore Fondazione Marche Cultura), Cristina Priarone (presidente Italian Film Commission), Giorgio Gosetti (vice presidente AFIC).

Commenti

Post popolari in questo blog

đź“° Segnalazioni in Primo Piano: ‍A MARATEALE IN ARRIVO NANCY BRILLI, LUCIA OCONE, CINZIA TH TORRINI E GIOVANNI ALLEVI

Nancy Brilli, Lucia Ocone e Cinzia TH Torrini riceveranno un riconoscimento nel corso della tredicesima edizione di “Marateale - Premio internazionale Basilicata”, che si terrĂ  dal 27 al 31 luglio nella splendida location dell’hotel Santa Venere a Maratea. Per le due attrici, Brilli e Ocone, si tratta della prima volta alla Marateale, dove verranno premiate per la loro lunga e trasversale carriera mentre per la regista Cinzia TH Torrini si tratta di un gradito ritorno. “Sono felice che Lucia Ocone e Nancy Brilli abbiano accettato il nostro invito, perchĂ© noi di Marateale ci teniamo a premiarle per il loro essere così camaleontiche, visto che da anni riescono a ricoprire con disinvoltura sia ruoli divertenti che drammatici con eguale credibilitĂ  in film e fiction di enorme successo” dichiara Antonella Caramia, presidente dell'associazione Cinema Mediterraneo che organizza la kermesse, che aggiunge: “A completare questo tris di donne c’è Cinzia TH Torrini, amica di vecchia data dell

‍đź“° Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Rionero in Vulture senza cinema e teatro, dopo 150 anni

Una comunitĂ , senza una sua piazza-agorĂ  e senza un teatro, annienta ed annichilisce una storia che ha quasi tre millenni, ed è indegna di chiamarsi tale. Non è comunitĂ , ma congerie irrilevante di case e di abitanti. E’ l’amara considerazione che scaturisce all’interno comunitĂ  di Rionero in Vulture, che da quasi un decennio non ha piĂą un suo cinema nĂ© teatro. Nonostante tutto, il CineClub “De Sica” Cinit - che abbiamo fondato da quasi un trentennio - non smette le proprie attivitĂ  di cultura cinematografica, compiendone almeno una quarantina ogni anno, non solo nella cittĂ  fondativa. Si utilizzano sale di “fortuna” (centro Anziani, giovanile parrocchiale) adibendole alla bisogna, oppure realizzando proiezioni in arene d’estate (come a Monticchio) o in atri storici (Giardino palazzo Fortunato). “Portatori sani di bellezza” definisce il sociologo De Masi chi diffonde cultura. 

đź“• Autori: Madonna del Carmelo... preghiera in versi di Vito Coviello

16 luglio, Madonna del carmelo...   madonna mia,  madre mia divina,  tu dall'alto del mondo ci proteggi tutti,  tu dall'alto del monte proteggi noi lucani,  tu dalla civitas sei di Matera patrona,  tu, agli aviglianesi tanto cara,  dal sacro monte proteggi il popolo tutto,  che in te confida,  nostra celeste mediatrice  verso il Signore padre nostro.  Madonna mia, madre mia,  ti chiameranno Bruna,  ti chiamerranno Annunziata, Addolorata ed Assunta,  ma per me,  nato alle pendici del Carmelo  e sotto il tuo mantosei la madonna del Carmine  protettrice di tutti gli aviglianesi nel mondo.  Maronna mia oggi, 16 luglio,  come da sempre,  le nostre mamme terrene,  a te vengono, a piedi scalzi,  e con in testa il cinto di candele  e fiori addobbati,  per rinnovare il patto  e mettere noi tutti sotto il tuo manto addobato di stelle.....   Vito Coviello,