Passa ai contenuti principali

đź“° Appuntamenti in primo Piano: Salerno “Un’estate al parco”, spettacolo teatrale “Anime Prigioniere”.

Nell’ambito della manifestazione “Un’estate al parco”, l’arena Mercatello ospiterĂ  giovedì 26 Agosto alle ore 21:00 lo storico gruppo di teatro penitenziario, la compagnia teatrale “Stabile Assai” che metterĂ  in scena lo spettacolo teatrale “Anime Prigioniere”. L’iniziativa è stata promossa dall’Amministrazione comunale di Salerno, sarĂ  sostenuta dall’Assessorato alla Cultura dell’Amministrazione comunale di Salerno, e attivata dal locale Comitato Provinciale AICS. L’Associazione Italiana Cultura e Sport presieduta dall’Onorevole Bruno Molea, da sempre sostiene l’attivitĂ  artistica della piĂą antica compagnia di teatro penitenziario italiano, che in oltre 40 anni di attivitĂ  ha vinto due volte il premio Troisi, si è esibita in luoghi sacri della politica italiana come la sala della Regina della Camera dei Deputati e presso il Campidoglio, sede dell’Amministrazione comunale di Roma. Nel 2014 la Compagnia è stata insignita di una medaglia d’oro per il valore sociale dell’attivitĂ  artistica da parte del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Lo spettacolo fortemente voluto dal Presidente Provinciale AICS, Marco De Luca, è stato scritto ed è diretto da Antonio Turco, Responsabile Nazionale del settore della promozione sociale dell’AICS. La compagnia è formata da un detenuto semi-libero e da alcuni ex detenuti che con il tempo hanno scelto la strada dell’arte e della cultura come principale forma del proprio recupero sociale. Spicca tra gli altri la figura del detenuto ergastolano, Cosimo Rega, di origine salernitana e protagonista del film “Cesare deve morire” dei fratelli Taviani con cui ha vinto l’Orso d’oro di Berlino nel 2011. Gli altri attori in scena saranno Daniele Arzenta, Angelo Calabria e l’attore professionista Arcangelo Iannace. Tra i musicisti che accompagnano da sempre le fasi teatrali, si evidenzia la presenza del batterista Lucio Turco, uno dei piĂą noti drummers italiani, forte delle esperienze con musicisti di carico internazionale come Steve Grossman, Sal Nistico, Danilo Rea, Flavio Boltro, Romano Mussolini e molti altri. La trama della rappresentazione è incentrata sulla denuncia del deprecabile fenomeno della “violenza di genere”, attraverso una riflessione commossa e partecipe da parte di persone che conoscono bene il valore del dolore inflitte alle vittime di violenza.

Commenti

Post popolari in questo blog

đź“° Segnalazioni in primo Piano: La Natura Lucana nelle mani dell’Artista Debora Di Lucca prende vita.

Debora Di Lucca il Maestro Internazionale d’Arte, nata a Milano e di origini Lucane. Basilicata, conosciuta in tutto il Mondo per la sua Storica e anche patrimonio UNESCO, Matera, la CittĂ  scavata nella roccia, per le Dolomiti Lucane, il noto “paesaggio lunare” e non da ultimo il meraviglioso e cristallino Mar Ionio. Tante le dimostrazioni della creativitĂ  del Maestro, dall’esposizione al Campidoglio, all’invito come Madrina nella bellissima cittĂ  di Fondi con l’apertura alla biennale, poi non dimentichiamoci, le ultime due Mostre a Roma in Ottobre, dal nome “Ars et Materia”, la prima esposizione presso “Lo Stadio di Domiziano” uno dei siti Archeologici piĂą esclusivi di Roma e del Mondo, una delle 7 Meraviglie della Roma imperiale. Patrimonio UNESCO, immediatamente dopo la stessa esposizione personale “Ars et Materia” la vede protagonista così presso la sede romana del “Parlamento Europeo”. L’ultima partecipazione dell’anno 2021 è il “Premio Vittorio Sgarbi”, dove è riuscita a farsi ap

TRACCE di Rocco Brancati: ANTONIO CAMPAGNA

(Castelmezzano 31 dicembre 1884 - New York 8 maggio 1969) Fu un "caso" più unico che raro nella storia dell'emigrazione italiana. Anthony (Antonio) Campagna il 31 marzo del 1930 ottenne dal re Vittorio Emanuele III, "motu proprio"(di propria iniziativa), il titolo di conte trasmissibile per linea maschile. La rivista di cultura, propaganda e difesa italiana in America commentò: "L'esempio dell'uomo nuovo dell'Italia nuova, intenso a superare ogni giorno se stesso in uno sforzo continuo di creazione e di perfezione, ci è dato a questo figliuolo della Basilicata.

đź“° Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Fondato il Cultural Associations Persepolis

Per iniziativa del lucano CineClub “Vittorio De Sica” Cinit – presieduto da Armando Lostaglio – è stato fondato a Como il Persepolis Cultural Associations . Un bel traguardo per gli operatori culturali dell’Iran che operano in Italia, con salde radici nel lontano Paese. L’Associazione si attiva, infatti, con lo scopo di presentare la cultura iraniana in Italia (concentrandosi per lo piĂą in Lombardia) ed è impegnata a mettere insieme un gruppo di intellettuali iraniani e italiani per organizzare il festival cinematografico iraniano in uno stile alquanto originale. Ad esso sia affiancano altre attivitĂ  artistiche e di promozione dei prodotti di qualitĂ . A presiedere il sodalizio è Reza Nouri, professionista che opera a Como, mentre Laleh Esfandiari è la vicepresidente. Segretario è Mohammad Ashouri; fra i fondatori del Persepolis sono la regista Lia Beltrami e il critico Armando Lostaglio del CineClub “De Sica”, il quale ha fortemente voluto che la nuova Associazione int