Passa ai contenuti principali

📰 Segnalazione in Primo Piano: IL CORTO “MAMI WATA”, GIRATO A CONTURSI TERME, ARRIVA IN FINALE A VENEZIA.

Contursi Terme. Il cortometraggio “Mami Wata”, scritto e diretto da Paola Beatrice Ortolani, prodotto dal comune di Contursi Terme (SA) e dalla BCC Buccino e Comuni Cilentani, con la partecipazione di Gianfranco Gallo tra gli interpreti, è finalista nella sezione Multicultural del premio Young& Short promosso da Sonofapitch. Il cortometraggio mira a sensibilizzare gli spettatori sul tema della salvaguardia dell’ambiente. La giovane e brillante Paola Beatrice Ortolani dichiara: “A questo sono connessi anche altri temi: l’importanza della conservazione delle tradizioni, la valorizzazione delle diversità, la lotta alla corruzione. Mai come oggi, dopo aver trascorso diversi periodi di quarantena, si sta incominciando a percepire il male che provoca l’inquinamento: le immagini del mare limpido e dei fiumi puliti sono entrate nella coscienza di tutti e non bisogna lasciarle affievolire, affinché non vengano ripetuti gli stessi errori.” Ed inoltre: “Il cortometraggio si pone anche l’obiettivo di valorizzare l’ambiente in cui è stato girato, la Valle del Sele, mostrando scorci di Contursi Terme.” Il Comune di Contursi Terme ha sposato in pieno il progetto culturale e tra i protagonisti del corto anche alcuni cittadini: Vincenza Gallucci, Paolo Ricca e Maurizio Ricca. La presentazione ufficiale del corto, che si doveva svolgere il 29 agosto 2021, a Contursi Terme è stata rinviata, dopo che è giunta la bella notizia che il cortometraggio Mami Wata partecipa in qualità di finalista al premio “Young & Short”, la cui premiazione avverrà l’8 settembre durante la Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Young & Short è il premio cinematografico dedicato a cortometraggi realizzati da giovani talenti di tutto il mondo, sul tema della sostenibilità, istituito dalla casa di produzione Save The Cut, attraverso il progetto Son of a Pitch. Partecipano tutti i lavori centrati su almeno uno dei 17 “Sustainable Development Goals” voluti dall’ONU ( https://bit.ly/3oLYl1S ). Tre le giurie coinvolte: una giuria artistica, una giuria sociale e una giuria del pubblico composta da studenti delle principali scuole di cinema in Italia. A presiedere la giuria artistica sarà Pif, noto regista italiano vincitore dell’EFA e del David di Donatello nel 2014 come migliore regista esordiente. Lo affiancheranno, tra gli altri, l’artista di fama internazionale Eva Jospin, la produttrice Guendalina Folador (Il racconto dei racconti, Dogman) e Stefano Finesi, distributore per Teodora Film. Sceglieranno il miglior corto, la migliore regia, il miglior talento femminile (che potrà essere assegnato ad una donna selezionata tra tutti i talenti femminili senza esclusione di categoria artistica e tecnica) e il corto che non ha ancora distribuzione: Son of a Pitch si occuperà di promuoverlo e distribuirlo offrendo il supporto di una comunicazione efficace, senza costi per l’autore del corto. La giuria sociale sarà invece composta dalle donne rifugiate, ospiti a Roma, presso la struttura Casa di Giorgia del Centro Astalli, attiva dal 1999. Casa di Giorgia dal 2014 accoglie donne singole o con bambini richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale. Infine la terza giuria è la giuria del pubblico che sarà composta da studenti delle scuole di cinema. La presentazione pertanto sarà programmata dopo l’8 settembre 2021. 

 Raffaele Agresti

Commenti

Post popolari in questo blog

📷 Galleria Fotografica: UNILABOR Rionero. Dante, La Natura e la Storia (14 Settembre 2021)

 

📷 Galleria Fotografica: Pro-Loco Filiano: presentazione del libro Cu la lénga rë lu còrë di Crescenzia Lucia (28 Agosto 2021)

 

📷 Galleria Fotografica: Filiano. Manifestazione finale del progetto “Come racconto la storia del mio Paese” (7 Settembre 2021)