Passa ai contenuti principali

📕 Autori: Aspettandoti Maria.... di Vito Coviello

Aspettandoti Maria, 

dolce madre celeste, 

segno il tempo che manca 

perchè tu venga tra di noi 

a visitarci ancora, 

nel giorno più bello e 

più lungo per noi materani: 

il 2 luglio. 

Aspettandoti Maria, 

Santissima madonna della Bruna, 

ricordo il tuo volto 

che mi guarda sempre sorridente, 

dall'alto del tuo carro trionfale, 

di anno in anno, 

sempre migliore e più bello. 

Madonnina mia dolcissima della Bruna. 

Tu porti tra le tue braccia il tuo bambino, 

il nostro fratellino maggiore: 

Gesù, che ci benedice, 

con la sua manina, tutti. 

Aspettandoti madonna mia r

icordo ii carri trionfali di tutti 

i maestri cartapestai, 

e lo stuolo sempre numeroso 

dei tuoi fedeli cavalieri, 

guidati da quel antico cavaliero 

al suono di tre note della tromba. 

Nella mia mente riaffiorano i ricordi 

di tutte le processioni dei pastori, 

all'alba in tuo onore, 

vedo l'Arcivescovo portare 

alla chiesa di Piccianello il tuo bambinello Gesù. 

Aspettandoti, 

rivedo la moltitudine dei tuoi fedeli, 

sempre presenti, 

alla tua intronizzazione 

su quel carro addobbato 

di tante statue, 

angeli e fiori. 

Nei miei occhi, ormai spenti, 

sono ancora i mille colori della tua festa, 

delle luminarie,

dei pesanti mantelli di velluto dei tuoi cavalieri, 

e dei mille fuochi, da murgia Timone, 

alla fine della tua e nostra festa. 

Dolcissima madonnina mia 

dai lunghi bei capelli al vento fluenti, 

ho ancora nelle orecchie le preghiere e gli applausi, 

al tuo passaggio, 

del popolo tuo fedele. 

Madonna mia, aspettando il tuo arrivo, 

ripercorro con il cuore e la mente, 

le tante processioni al tuo seguito, 

con mia moglie Bruna, 

da Piccianello alla chiesa madre, 

ed anche di quelle che ho percorso 

da quando non ci vedo più, 

ma sentivo il rumore degli zoccoli, 

delle grandi e stridenti ruote di ferro, 

e la giovane voce degli angeli del carro, 

lì a protezione tua e del carro 

fino al rumoroso strazzo finale 

dove tutti anelano a portar via 

un pezzo di carta del tuo trionfale carro. 

Megli miei tanti anni la mia attesa 

non è andata mai delusa, 

ed il 2 luglio sei sempre arrivata 

per le strade di Matera, 

tranne quando cè stata la guerra, 

e nell'ultimo anno per la pandemia, 

ma quest'anno verrai in tutti i rioni, 

a trovarci nelle nostre case. 

Aspettandoti in questi giorni prima del tuo arrivo, 

la sera con mia moglie Bruna, 

a te devota, 

recitiamo un Ave Maria, 

ed allora penso che tu 

dolce Maria santissima della Bruna, 

sei e sempre sarai nelle nostre case 

con tutti noi, 

materano popolo tuo, 

sempre a te fedele......

Commenti

Post popolari in questo blog

📰 Segnalazioni in primo Piano: La Natura Lucana nelle mani dell’Artista Debora Di Lucca prende vita.

Debora Di Lucca il Maestro Internazionale d’Arte, nata a Milano e di origini Lucane. Basilicata, conosciuta in tutto il Mondo per la sua Storica e anche patrimonio UNESCO, Matera, la Città scavata nella roccia, per le Dolomiti Lucane, il noto “paesaggio lunare” e non da ultimo il meraviglioso e cristallino Mar Ionio. Tante le dimostrazioni della creatività del Maestro, dall’esposizione al Campidoglio, all’invito come Madrina nella bellissima città di Fondi con l’apertura alla biennale, poi non dimentichiamoci, le ultime due Mostre a Roma in Ottobre, dal nome “Ars et Materia”, la prima esposizione presso “Lo Stadio di Domiziano” uno dei siti Archeologici più esclusivi di Roma e del Mondo, una delle 7 Meraviglie della Roma imperiale. Patrimonio UNESCO, immediatamente dopo la stessa esposizione personale “Ars et Materia” la vede protagonista così presso la sede romana del “Parlamento Europeo”. L’ultima partecipazione dell’anno 2021 è il “Premio Vittorio Sgarbi”, dove è riuscita a farsi ap

TRACCE di Rocco Brancati: ANTONIO CAMPAGNA

(Castelmezzano 31 dicembre 1884 - New York 8 maggio 1969) Fu un "caso" più unico che raro nella storia dell'emigrazione italiana. Anthony (Antonio) Campagna il 31 marzo del 1930 ottenne dal re Vittorio Emanuele III, "motu proprio"(di propria iniziativa), il titolo di conte trasmissibile per linea maschile. La rivista di cultura, propaganda e difesa italiana in America commentò: "L'esempio dell'uomo nuovo dell'Italia nuova, intenso a superare ogni giorno se stesso in uno sforzo continuo di creazione e di perfezione, ci è dato a questo figliuolo della Basilicata.

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Fondato il Cultural Associations Persepolis

Per iniziativa del lucano CineClub “Vittorio De Sica” Cinit – presieduto da Armando Lostaglio – è stato fondato a Como il Persepolis Cultural Associations . Un bel traguardo per gli operatori culturali dell’Iran che operano in Italia, con salde radici nel lontano Paese. L’Associazione si attiva, infatti, con lo scopo di presentare la cultura iraniana in Italia (concentrandosi per lo più in Lombardia) ed è impegnata a mettere insieme un gruppo di intellettuali iraniani e italiani per organizzare il festival cinematografico iraniano in uno stile alquanto originale. Ad esso sia affiancano altre attività artistiche e di promozione dei prodotti di qualità. A presiedere il sodalizio è Reza Nouri, professionista che opera a Como, mentre Laleh Esfandiari è la vicepresidente. Segretario è Mohammad Ashouri; fra i fondatori del Persepolis sono la regista Lia Beltrami e il critico Armando Lostaglio del CineClub “De Sica”, il quale ha fortemente voluto che la nuova Associazione int