Passa ai contenuti principali

🎥 Primo Piano con GIANNI MARINO

 
 
IN PRIMO PIANO 46. PUNTATA 
GIANNI MARINO, baritono lucano, di Rionero in Vulture (PZ), classe 1994, ha maturato la propria passione sotto la guida del M° Valeria Esposito, proseguendo gli studi con il M° Antonio Giovannini, consegue il diploma accademico di II livello in Canto (a.a. 2019/2020) presso il Conservatorio “C. Gesualdo da Venosa” di Potenza il 23/02/2021 con il massimo dei voti. Durante la sua formazione ha partecipato a masterclass di perfezionamento con Roberto Coviello, Roberto Scandiuzzi, Elizabeth Norberg-Schulz, Bruno Canino ed ha altresì frequentato una masterclass di “tecnica dell’attore” con il regista Francesco Torrigiani e sulla didattica reticolare con il prof. Andrea Gargiulo. Nel Giugno 2014 a Jesi, ha partecipato a “Giovani Cantanti all’Opera” della Fondazione Pergolesi Spontini, dove ha ricoperto il ruolo del Conte d’Almaviva nelle 'Nozze di Figaro' di W. A. Mozart. Come corista e solista, ha partecipato a molte attività promosse dal Conservatorio “C. Gesualdo da Venosa” di Potenza: Missa Brevis KV65 in Re minore di W. A. Mozart, Alleluja da Messiah di G. F. Handel, Carmina Burana di C. Orff, “Concert for the Passion” con musiche di Mozart e Bach, Concerto “Great music for Great orchestra”, "Music and Wishes", Concerto dedicato a “G.M. Trabaci”. Con Ateneo Musica Basilicata ha cantato per la messa in scena de “Lo Sposo al lotto” di F. Stabile nel Teatro a lui dedicato a Potenza e nella produzione di “Pagliacci” di R. Leoncavallo sotto la direzione del M° P. Menchise . Nel settembre 2015 si è esibito in concerto con il Coro Giovanile della Basilicata dell’ABACO a Milano presso il Padiglione Italia – Expo 2015. Il 9 marzo 2016 ha partecipato al concerto lirico “Immortali melodie di musica sacra” presso la chiesa di S. Maria di Potenza. Nel mese di agosto 2016, l’associazione Centorami lo ha visto protagonista della produzione di “Livietta e Tracollo” di G. Pergolesi; con la stessa associazione nel 2017 ha interpretato Uberto ne “La serva Padrona” di G.Pergolesi; inoltre è stato protagonista della prima assoluta di “Hakmer”, opera contemporanea da camera in due atti di D. Corsi, sotto la direzione del M° Simone Genuini. Il 26 novembre 2016 si è esibito a Melfi (PZ) come solista al Galà Lirico “Il nostro Concerto per Voi” e il mese successivo ha partecipato sempre come solista al concerto lirico “Natale all’Opera”. Ha partecipato alla XII edizione del festival di musica antica del conservatorio "Thesaurus Musicae" e al festival Barocco Leonardo Leo 2018. Nel mese di agosto 2018 ha debuttato con l’Orchestra Filarmonica Pugliese nel Barbiere di Siviglia cantando nelle vesti di Don Bartolo con varie repliche (Molfetta, Castellana e Brindisi). Nello stesso mese ha partecipato ai concerti organizzati in occasione della Summer MasterClass nella Costiera Amalfitana (Minori - Atrani). Nel mese di Agosto 2018 ha cantato nei tre concerti (Palazzo S.G., Matera e Venosa) organizzati dalla prestigiosa Accademia Mahler GAIA con Ateneo Musica Basilicata. Lo stesso mese ha cantato a Brindisi nella splendida cornice del “Barocco Festival Leonardo Leo” nel Palazzo Montenegro. Dicembre 2018 lo ha visto impegnato in vari concerti natalizi fra questi ricordiamo quello nella sala degli specchi del Teatro Stabile di Potenza. Durante l’estate del 2019 ha cantato con il Coro Giovanile Italiano a Matera in “The Sound of the Spirit” in una prima esecuzione assoluta, Missa Vox di N. Campogrande con l’Orchestra della Basilicata e la Filarmonica Federiciana insieme al Coro giovanile italiano. Giugno 2019, ha debuttato nella Traviata di G. Verdi con il ruolo del Marchese d’Obigny, accompagnato dal Coro e Orchestra del Conservatorio di Potenza diretti dal M° G. Boulay. In ambito didattico oltre ad essere docente di Educazione Musicale e Religione Cattolica, è stato anche docente di canto presso l’Accademia Ducale Centro Studi Musicali di Pietragalla (PZ). Negli anni passati ha tenuto laboratori di canto-corale presso le scuole secondarie di primo grado, inoltre ha fondato il coro scolastico “Mons. A, Caselle” a Rapolla. Gianni Marino ha affiancato lo studio del canto all’impegno universitario, conseguendo con il massimo dei voti la Laurea Magistrale in Scienze Religiose presso l’I.S.S.R. di Matera. I suoi studi sul canto liturgico partono già nell’agosto 2012 quando partecipò al corso di Canto Gregoriano che si tenne a Ripacandida (PZ) guidato dai maestri fra Giuseppe Magrino, don Nicola Bellinazzo e Cristian Gentilini. Nel 2016 ha frequentato la masterclass sulla musica liturgica “ A Musica Vox Dei” tenutasi a Pietragalla con i docenti Mons. Vincenzo De Gregorio e Dott. Josè Ribeiro Gomes. Lo stesso anno ha iniziato il triennio del corso di Musica Litugica (M.L.O) indetto dall’Ufficio Liturgico della Conferenza Episcopale Italiana, che ha concluso brillantemente nel mese di luglio 2020 conseguendo il Diploma finale.

Commenti

Post popolari in questo blog

📰 Segnalazioni in primo Piano: La Natura Lucana nelle mani dell’Artista Debora Di Lucca prende vita.

Debora Di Lucca il Maestro Internazionale d’Arte, nata a Milano e di origini Lucane. Basilicata, conosciuta in tutto il Mondo per la sua Storica e anche patrimonio UNESCO, Matera, la Città scavata nella roccia, per le Dolomiti Lucane, il noto “paesaggio lunare” e non da ultimo il meraviglioso e cristallino Mar Ionio. Tante le dimostrazioni della creatività del Maestro, dall’esposizione al Campidoglio, all’invito come Madrina nella bellissima città di Fondi con l’apertura alla biennale, poi non dimentichiamoci, le ultime due Mostre a Roma in Ottobre, dal nome “Ars et Materia”, la prima esposizione presso “Lo Stadio di Domiziano” uno dei siti Archeologici più esclusivi di Roma e del Mondo, una delle 7 Meraviglie della Roma imperiale. Patrimonio UNESCO, immediatamente dopo la stessa esposizione personale “Ars et Materia” la vede protagonista così presso la sede romana del “Parlamento Europeo”. L’ultima partecipazione dell’anno 2021 è il “Premio Vittorio Sgarbi”, dove è riuscita a farsi ap

TRACCE di Rocco Brancati: ANTONIO CAMPAGNA

(Castelmezzano 31 dicembre 1884 - New York 8 maggio 1969) Fu un "caso" più unico che raro nella storia dell'emigrazione italiana. Anthony (Antonio) Campagna il 31 marzo del 1930 ottenne dal re Vittorio Emanuele III, "motu proprio"(di propria iniziativa), il titolo di conte trasmissibile per linea maschile. La rivista di cultura, propaganda e difesa italiana in America commentò: "L'esempio dell'uomo nuovo dell'Italia nuova, intenso a superare ogni giorno se stesso in uno sforzo continuo di creazione e di perfezione, ci è dato a questo figliuolo della Basilicata.

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Fondato il Cultural Associations Persepolis

Per iniziativa del lucano CineClub “Vittorio De Sica” Cinit – presieduto da Armando Lostaglio – è stato fondato a Como il Persepolis Cultural Associations . Un bel traguardo per gli operatori culturali dell’Iran che operano in Italia, con salde radici nel lontano Paese. L’Associazione si attiva, infatti, con lo scopo di presentare la cultura iraniana in Italia (concentrandosi per lo più in Lombardia) ed è impegnata a mettere insieme un gruppo di intellettuali iraniani e italiani per organizzare il festival cinematografico iraniano in uno stile alquanto originale. Ad esso sia affiancano altre attività artistiche e di promozione dei prodotti di qualità. A presiedere il sodalizio è Reza Nouri, professionista che opera a Como, mentre Laleh Esfandiari è la vicepresidente. Segretario è Mohammad Ashouri; fra i fondatori del Persepolis sono la regista Lia Beltrami e il critico Armando Lostaglio del CineClub “De Sica”, il quale ha fortemente voluto che la nuova Associazione int