📕 EMOZIONI di Gianni Donaudi: "La Signora a una Dimensione", "10 Anni Dopo", "Aleramo"

LA SIGNORA A UNA DIMENSIONE

Un lui arrivista/ talvolta bigotto/ mammoso/ comunque egoista

quand' anche sembri( talvolta ) / apparentemente illuminato.

Stanca di angoscia domestica/ di farti chiamare " signora "

di riversare risentimenti/ sulla tua ( forse ) prole/ e al contempo accudirla


sogni la Strada ( inconsapevole masticazione di Kerouaç ) .

Ma alla sera, con lui / torna anche la mente.

E' accesa la luna del bagno/ ( e non solo per metà ) ,

ascolti una tiepidamente trasgressiva MINA / e un più crudo FABRIZIO

( ma il tuo LUI, non ti ha mai strappato i capelli) / quasi clandestina.

Ma stento non vuoi morire.

Plesso solare gonfio e carico/  ( ansie, tensioni, frustrazioni )

incrostazioni da troppe tavolette, gianduia e " cuneesi " , / pare esplodere.

Desiderio di fuga/ senso di colpa.

Ritenzione / Contr(i)azione viscerale

un vulcano è il tuo addome.

Tensione, sospiri, gemiti / eva - cuazione

talvolta irrigazione/ accompagnata talvolta da masturbazione

si fondono insieme / in un'unica emozione.

BASTAAAA!!!!!!

E' ora di buttar via tutto, / magari nel    w a t e r

scendendo in piazza/ dove i rampolli delle tue amiche più anziane

esibiscono un concerto di fischietti/ agitando un rosso    b r e v i a r i v m,

alleggerita come un aquilone      b r a s i l e i r o .

Ma ne avrai il coraggio?


Gianni Donaudi
_______________________________


10 ANNI DOPO


Piccola, media borghesia / discreta cultura

con qualche idea / ancora piacente.

Sopravvissuta / trasformata ( non sei morta a stento ),

hai conquistato qualche spazio / anche fuori dal bagno

salvando a volte la copia / nonostante il 12 Maggio.

Masturbazioni mentali di filosofia, sociologia, psicologia, antropologia / e a volte persino teologia,

giustificano situazioni personali / a volte trasgressive.

Ma dimmi, / riuscirai mai a confrontarti

con chi reputi " diverso " ?



Gianni Donaudi ( pubblicata sulla rivista " Logos" di Paderno Dugnano(MI) diretta da TERESIO ZANINETTI ( 1947/2007)
e su " Frigidaire" di Roma diretta da VINCENZO SPARAGNA nel 1989 ______________________________________


ALERAMO

Cavalcò tanto, a forza / ALERAMO ,

vide paesi e contrade/ aprendosi alla vista terre

feconde e ricche.

Lontano per tre giorni dai suoi cari/ lesse nel suo destriero

la fatica e la morte.

OTTONE Imperatore, lo premiò per il suo zelo.

II

Menò il mattone per ferrare il suo destriero, e / ora non è più cavaliere

ma nobile marchese.

Non pensò che all' amore per ADELASIA, e /  fu premiato dopo

il dovuto perdono.

Era fuggito col suo amor, nell' onestà del povero.

Ritornò vincitore da Brescia.

Riamato dal sovrano che lo scacciò .

Attorniato dai suoi figli, da ADELASIA, / tornò dal genero,

come figlio ritrovato .

Oltraggiato dal basso del suo ceto / trionfò nell' Amore .



Danilo Tacchino (Moncalieri - TO)

Commenti