Passa ai contenuti principali

📰 Segnalazioni in primo Piano: Un anno di CiBus

330,49 quintali di cibo raccolto nel 2021
Innovazione e best practice riconosciute dal Ministero accompagnano la crescita del progetto

Il 2021 è stato un ulteriore anno di crescita per la Rete CiBus, progetto di raccolta delle eccedenze alimentari, che dal 2015 opera concretamente nella città dei Sassi con il triplice obiettivo di salvare il cibo dalla pattumiera, riutilizzare le eccedenze confezionando pasti giornalieri per le mense caritatevoli e centri di ascolto parrocchiali e sensibilizzare alla cultura del riciclo circolare.

In tutto l’anno il pulmino di CiBus ha raccolto ben 330,49 quintali di cibo, recuperando così il trend del 2019, anno eccellente per Matera e tutte le attività correlate.

La raccolta ha raggiunto nuovamente numeri importanti, grazie anche all'aumento degli esercizi commerciali che quest'anno sono entrati a far parte della rete, spiega la presidente del progetto Pina Giordano, segno oltre che di grande sensibilità verso il prossimo, anche di profonda fiducia verso un progetto che nel corso degli anni è diventato anche modello di buone pratiche da poter esportare.

In effetti il progetto non solo è cresciuto quantitativamente aumentando anno dopo anno i quintali di cibo raccolti ma anche qualitativamente, attraverso volontari sempre più “professionali” e creando nuove sinergie con il Ministero per l’Agricoltura e la Regione Basilicata.

A settembre, infatti, grazie allo sviluppo di un’app anche la raccolta dei dati giornalieri sui quantitativi raccolti da parte dei volontari ha subito una evoluzione passando da un sistema di report su schede compilate manualmente ad un report digitale.

Fino a settembre i dati della raccolta giornaliera venivano registrati manualmente su apposite schede cartacee. I totali giornalieri erano poi riportati su apposito foglio Excel per consentire l'elaborazione di dati statistici. Cartacee erano anche le schede che a fine mese venivano consegnate ai singoli esercizi commerciali e che certificano i quantitativi di merce donata, per consentire loro di avere lo sgravio fiscale così come previsto per legge.

Oggi, invece, grazie al progetto CiBus: cibo recuperato, “valore” per la comunità, finanziato con Avviso Pubblico Manifestazione di interesse "Sistema regionale di recupero e distribuzione eccedenze alimentari e non” approvato con DGR n. n. 732 del 23/10/2019 della Regione Basilicata è stata sviluppata un’ App intuitiva per l'informatizzazione dei dati di raccolta giornalieri, di facile utilizzo, accessibile da cellulare e tablet mediante identificazione, che consente ai volontari, che hanno anche frequentato un corso di formazione dedicato ed effettuano la raccolta giornaliera, di inserire in tempo reale i quantitativi donati, con il corrispondente valore commerciale. Ciò ha consentito di avere automaticamente a fine mese le schede per gli esercizi commerciali e, a disposizione sempre, dati statistici sul processo di raccolta eccedenze.

A fine anno, inoltre, il progetto ha ottenuto un importante attestato dal Ministero dell'agricoltura a termine di un progetto di recupero eccedenze finanziato nel 2020. La nota del Ministero riportava:

“Considerata la valenza delle Vostre relazioni, ritenute interessanti sia sotto il profilo tecnico che gestionale, in ordine alla questione che aveva indotto questo Dicastero a sostenere le iniziative di lotta agli sprechi alimentari, si vuole dar seguito al Vostro lavoro pubblicando tutte le risultanze sul sito web del Ministero, nell’apposito “banner” riservato all’iniziativa e che compare nella prima home page del Mipaaf”.

Davvero una grande gratificazione per tutti i volontari coinvolti nella Rete che quotidianamente, a vario titolo, canalizzano il loro impegno a servizio della comunità.

   

 

Commenti

Post popolari in questo blog

📰 Segnalazioni in primo Piano: La Natura Lucana nelle mani dell’Artista Debora Di Lucca prende vita.

Debora Di Lucca il Maestro Internazionale d’Arte, nata a Milano e di origini Lucane. Basilicata, conosciuta in tutto il Mondo per la sua Storica e anche patrimonio UNESCO, Matera, la Città scavata nella roccia, per le Dolomiti Lucane, il noto “paesaggio lunare” e non da ultimo il meraviglioso e cristallino Mar Ionio. Tante le dimostrazioni della creatività del Maestro, dall’esposizione al Campidoglio, all’invito come Madrina nella bellissima città di Fondi con l’apertura alla biennale, poi non dimentichiamoci, le ultime due Mostre a Roma in Ottobre, dal nome “Ars et Materia”, la prima esposizione presso “Lo Stadio di Domiziano” uno dei siti Archeologici più esclusivi di Roma e del Mondo, una delle 7 Meraviglie della Roma imperiale. Patrimonio UNESCO, immediatamente dopo la stessa esposizione personale “Ars et Materia” la vede protagonista così presso la sede romana del “Parlamento Europeo”. L’ultima partecipazione dell’anno 2021 è il “Premio Vittorio Sgarbi”, dove è riuscita a farsi ap

TRACCE di Rocco Brancati: ANTONIO CAMPAGNA

(Castelmezzano 31 dicembre 1884 - New York 8 maggio 1969) Fu un "caso" più unico che raro nella storia dell'emigrazione italiana. Anthony (Antonio) Campagna il 31 marzo del 1930 ottenne dal re Vittorio Emanuele III, "motu proprio"(di propria iniziativa), il titolo di conte trasmissibile per linea maschile. La rivista di cultura, propaganda e difesa italiana in America commentò: "L'esempio dell'uomo nuovo dell'Italia nuova, intenso a superare ogni giorno se stesso in uno sforzo continuo di creazione e di perfezione, ci è dato a questo figliuolo della Basilicata.

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Fondato il Cultural Associations Persepolis

Per iniziativa del lucano CineClub “Vittorio De Sica” Cinit – presieduto da Armando Lostaglio – è stato fondato a Como il Persepolis Cultural Associations . Un bel traguardo per gli operatori culturali dell’Iran che operano in Italia, con salde radici nel lontano Paese. L’Associazione si attiva, infatti, con lo scopo di presentare la cultura iraniana in Italia (concentrandosi per lo più in Lombardia) ed è impegnata a mettere insieme un gruppo di intellettuali iraniani e italiani per organizzare il festival cinematografico iraniano in uno stile alquanto originale. Ad esso sia affiancano altre attività artistiche e di promozione dei prodotti di qualità. A presiedere il sodalizio è Reza Nouri, professionista che opera a Como, mentre Laleh Esfandiari è la vicepresidente. Segretario è Mohammad Ashouri; fra i fondatori del Persepolis sono la regista Lia Beltrami e il critico Armando Lostaglio del CineClub “De Sica”, il quale ha fortemente voluto che la nuova Associazione int