Passa ai contenuti principali

Appuntamenti in Primo Piano: Collaborazione Unibas - Princeton University (Usa): in Basilicata il prof. Kelly K. Caylor

A Matera a dal 23 al 27 giugno  il corso internazionale "Modeling Spatial/Temporal Heterogeneity in Ecohydrological Systems"

Summer Course of Basilicata: “Modeling Spatial/Temporal Heterogeneity in Ecohydrological Systems”
Matera, 23-27 giugno 2014 - polo San Rocco, Sala Sassu, dalle ore 10


  

L’Università degli Studi della Basilicata ospiterà il professor Kelly K. Caylor, del dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale della Princeton University (New Jersey, Usa), uno dei più prestigiosi Atenei del mondo: il docente trascorrerà due mesi nella Scuola di Ingegneria e nel Dicem (Dipartimento delle Culture Europee e del Mediterraneo) e, con Salvatore Manfreda (Unibas), parteciperà al corso internazionale rivolto a studenti di dottorato e assegnisti "Modeling Spatial/Temporal Heterogeneity in Ecohydrological Systems" patrocinato dal comitato Matera 2019, che si svolgerà dal 23 al 27 giugno nella Città dei Sassi.

Kelly K. Caylor è una giovane promessa nel campo dell’idrologia e dell’ecoidrologia, ha ricevuto riconoscimenti internazionali ed è autore di numerosi lavori sulle riviste di maggior rilievo per il settore della gestione delle risorse idriche. Negli ultimi anni, l’Unibas ha “intrecciato molteplici attività di scambio e di ricerca – ha spiegato Manfreda - con la Princeton University. In questo periodo il docente sarà coinvolto nelle attività di alta formazione dell’Università e in quelle di ricerca del gruppo di idraulica”. L’iniziativa in programma a giugno a Matera “s’innesta nel processo d’internazionalizzazione dell’Università della Basilicata, che passa attraverso il ricorso a docenti e ricercatori di chiara fama che possono rappresentare uno stimolo alla crescita e allo sviluppo della ricerca locale e alla costruzione di rapporti internazionali solidi e duraturi”.


Link alla cartella stampa digitale con foto e locandine evento:
http://portale.unibas.it/site/home/archivio-news/articolo1794.html

Post popolari in questo blog

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Nazzareno e la disciplina della terra

Rionero in V. - “ Bisogna toccare la terra - scriveva Tolstoj - solo con il lavoro agricolo può aversi una vita razionale, morale. L’agricoltura indica cos’è più e cos'è meno necessario. Essa guida razionalmente la vita. ”    Sovviene questo verso nel ricordare quanto lavoro ha fatto e continua a fare Nazzareno, fra le persone più colte che si possano incontrare. E’ un tenace e rigoroso contadino, che conosce le stagioni e il perché di ogni frutto che spunta dalla terra. Quante volte gli abbiamo chiesto di raccontarlo davanti ad una telecamera, per lasciare un segno tangibile, ma per umiltà e discrezione non ha mai voluto farlo. E’ portatore di una cultura che sa raccontare con un linguaggio forbito, pressoché inusuale per quella generazione. Un sapere che viene da lontano, da ragazzo, e che non conosce confini perché sa rispettare la natura e i suoi cambiamenti. Proprio come si fa con gli uomini. Nazzareno sa cogliere con mitezza ogni percezione che la terra sa emanar

📰 Segnalazioni in Primo Piano: “Il ritratto dell’anima” di Carmen Piccirillo di Michele Libutti

  “...a volte l’amore non finisce...ma le anime sanno, ancor prima delle menti, quando è il momento di riavvicinarsi...; ...alcune imprevedibilità non sono casuali. A volte può esserci lo zampino di Dio...che mette in atto una serie di eventi...” Queste sono solo alcune delle tante esternazioni che la nostra Carmen ci prospetta con una semplicità...”dell’anima”. E non potendo citarle tutte, ricorderemo il dialogo tra il tassista e la signora russa, di cui accenneremo ancora e da cui emerge che il primo rifiuta inspiegabilmente il compenso dalla seconda che ha accompagnato nel suo giro...Anche nella storia di Gionatan, il nonno Fausto e la signora Giada si nota una insolita indisponibilità ad accettare denaro per un lavoro che Fausto consegna alla signora Giada. Ma c’è anche “Dall’altra parte del recinto”, “Gli alieni sulla terra”, L’artista Fabio”. I temi sono tanti e finiscono e si riassumono tutti in una osservazione di Carmen, fatta durante una conversaz

📕 Autori: La paura e la speranza di Carmen Piccirillo

La paura e la speranza. Mi fa paura la cattiveria   quella gratuita   quella che   ferisce la delicatezza   che lede l'interiorità   Mi fanno paura le parole   di chi non le ascolta   di chi non si ascolta   Mi fa paura l'insensibilità   quella di chi pensa   che gli altri non abbiano un'anima   Mi fa paura il giudizio affrettato   di chi punta un dito  e non analizza se stesso   Ma riprendo il coraggio   quando guardo il cielo   con il suo colore   per andare oltre   per guardare altrove   oltre uno schema   oltre un problema   Perché confronto   il limite con l'infinito   L'infinito mi salva!   Carmen Piccirillo