Passa ai contenuti principali

Appuntamenti in Primo Piano: Sommario Maggio Tempi di Fraternità


SOMMARIO MAGGIO

EDITORIALE

F. Barbero - Quel supplemento di passione che ci manca
pag. 3
CULTURE E RELIGIONI

E. Vavassori - Vangelo secondo Matteo (52)
pag. 7
M. Meschi - Le chiese bambine (2)
pag. 26
LISISTRATA

G. Codrignani - Tenuti insieme dalla democrazia
pag. 5
COSE DALL’ALTRO MONDO
pag. 20
IL MONDO VISTO DAGLI OCCHI DEI GIOVANI
pag. 22
PAGINE APERTE

D. P. - Esulta “Noi Siamo Chiesa”
pag. 4
G. Monaca - Migrazioni ieri oggi domani
pag. 12
R. Orizzonti - Il carcere e le occasioni di cambiamento
pag. 14
L. Vigna - L’insegnamento della religione cattolica (2)
pag. 16
A. Vigilante - La crisi culturale della scuola italiana
pag. 28
L. Borghi - Quando lo scherno diventa atto omofobico
pag. 30
AGENDA 
pag. 31
ELOGIO DELLA FOLLIA
pag. 32

EDITORIALE

Quel supplemento di passione
che ci manca
Faccio sempre una certa fatica a trovare le parole per esprimere al meglio la mia opinione rispetto al pontificato
di papa Francesco. Tra gli “osanna” e i “crucifige”, mi sforzo di ragionare sui fatti.
Vedo in Francesco un cristiano appassionato ed un “gesuita francescano”. Questo è ciò che di lui apprezzo maggiormente: sta da una parte precisa, quella dei poveri, dei disperati, dei deboli. Sui terreni della pace, della lotta alle disuguaglianze mi fa pensare ad Amos e ad Isaia.
I pastori della nostra chiesa e gran parte del popolo di Dio vedono in lui un riferimento chiaro, un rimando preciso a Gesù buon pastore.
La sua non è retorica, né una sceneggiata religiosa, ma una testimonianza limpida che apre un varco in molti cuori e suscita tante opposizioni in chi difende la chiesa del palazzo o dell’immobilismo.

 … continua sul numero di marzo (pag. 3) …
Avviso ai naviganti (abbonati/e)
Avete già rinnovato?
Se no, fatelo ora! Grazie
Tempi di Fraternita’
donne e uomini in ricerca e confronto comunitario
Autorizzazione del Tribunale di Torino n. 2448 dell’11/11/1974
Direttore responsabile Angela LANO
posta: tempidifraternita@tempidifraternita.it

Abbonamento
normale         € 30 (estero € 50)
sostenitore    € 50 (solo Italia) più un abbonamento omaggio alla persona segnalata (risparmio € 10)
via e-mail       € 20 formato pdf (fornire codice fiscale)

Abbonamenti cumulativi - solo Italia
ADISTA con TdF                 € 92 (risparmio € 13)
CONFRONTI con TdF        € 69 (risparmio € 11)
ESODO con TdF                  € 52 (risparmio € 6)
MOSAICO DI PACE e TdF            € 54 (risparmio € 6)

MEZZI DI PAGAMENTO
· conto corrente postale 29466109 intestato a TEMPI DI FRATERNITA' via Garibaldi 13 - 10122 TORINO
· bonifico bancario IT60D 07601 01000 000029466109 - Poste italiane
· bonifico dall'estero IT60D 07601 01000 000029466109 - BIC BPPIITRRXXX - Poste italiane
· carte di credito e Satispay accettate sul nostro sito http://www.tempidifraternita.it/segreteria/abbonamenti.htm
confermando la sottoscrizione dell’abbonamento con una e-mail

PER RICHIEDERE NUMERI SAGGIO SENZA IMPEGNO:
tempidifraternita@tempidifraternita.it
tel. 347-4341767
fax 02-700 519 846

Gli abbonamenti scadono a dicembre: chi sottoscrive un nuovo abbonamento durante l’anno è autorizzato a versare la quota in proporzione alla rimanente durata dell’anno (*); in ogni caso per chi dovesse abbonarsi a prezzo pieno verso fine anno (abbonamento nuovo) gli verrà assegnata d’ufficio la scadenza a dicembre dell’anno successivo con abbuono degli ultimi numeri.

Post popolari in questo blog

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Nazzareno e la disciplina della terra

Rionero in V. - “ Bisogna toccare la terra - scriveva Tolstoj - solo con il lavoro agricolo può aversi una vita razionale, morale. L’agricoltura indica cos’è più e cos'è meno necessario. Essa guida razionalmente la vita. ”    Sovviene questo verso nel ricordare quanto lavoro ha fatto e continua a fare Nazzareno, fra le persone più colte che si possano incontrare. E’ un tenace e rigoroso contadino, che conosce le stagioni e il perché di ogni frutto che spunta dalla terra. Quante volte gli abbiamo chiesto di raccontarlo davanti ad una telecamera, per lasciare un segno tangibile, ma per umiltà e discrezione non ha mai voluto farlo. E’ portatore di una cultura che sa raccontare con un linguaggio forbito, pressoché inusuale per quella generazione. Un sapere che viene da lontano, da ragazzo, e che non conosce confini perché sa rispettare la natura e i suoi cambiamenti. Proprio come si fa con gli uomini. Nazzareno sa cogliere con mitezza ogni percezione che la terra sa emanar

📰 Segnalazioni in Primo Piano: “Il ritratto dell’anima” di Carmen Piccirillo di Michele Libutti

  “...a volte l’amore non finisce...ma le anime sanno, ancor prima delle menti, quando è il momento di riavvicinarsi...; ...alcune imprevedibilità non sono casuali. A volte può esserci lo zampino di Dio...che mette in atto una serie di eventi...” Queste sono solo alcune delle tante esternazioni che la nostra Carmen ci prospetta con una semplicità...”dell’anima”. E non potendo citarle tutte, ricorderemo il dialogo tra il tassista e la signora russa, di cui accenneremo ancora e da cui emerge che il primo rifiuta inspiegabilmente il compenso dalla seconda che ha accompagnato nel suo giro...Anche nella storia di Gionatan, il nonno Fausto e la signora Giada si nota una insolita indisponibilità ad accettare denaro per un lavoro che Fausto consegna alla signora Giada. Ma c’è anche “Dall’altra parte del recinto”, “Gli alieni sulla terra”, L’artista Fabio”. I temi sono tanti e finiscono e si riassumono tutti in una osservazione di Carmen, fatta durante una conversaz

📕 Autori: La paura e la speranza di Carmen Piccirillo

La paura e la speranza. Mi fa paura la cattiveria   quella gratuita   quella che   ferisce la delicatezza   che lede l'interiorità   Mi fanno paura le parole   di chi non le ascolta   di chi non si ascolta   Mi fa paura l'insensibilità   quella di chi pensa   che gli altri non abbiano un'anima   Mi fa paura il giudizio affrettato   di chi punta un dito  e non analizza se stesso   Ma riprendo il coraggio   quando guardo il cielo   con il suo colore   per andare oltre   per guardare altrove   oltre uno schema   oltre un problema   Perché confronto   il limite con l'infinito   L'infinito mi salva!   Carmen Piccirillo