Passa ai contenuti principali

Appuntamenti in Primo Piano: Piombino in love


IL FOGLIO LETTERARIO 
EDIZIONI IL FOGLIO 
Editori in Piombino dal 1999 
www.ilfoglioletterario.it - www.edizioniilfoglio.com 

 Il Foglio Letterario presenta: Piombino in love - divagazioni d’amore lungo il corso del Cornia - a cura di Gordiano Lupi. Un’antologia narrativa e poetica di ambientazione maremmana a tema amore, che indaga il sentimento in ogni sua angolazione. Un altro tassello letterario prodotto da una squadra di provata esperienza: gli autori del Foglio Letterario, una casa editrice che dal 1999 racconta Piombino, il Val di Cornia e l’Isola d’Elba. La Provincia come terra d'amore, non solo inteso come sentimento romantico ma in tutte le sue forme e declinazioni. Ogni autore ha portato la sua personale esperienza, il suo stile, il suo modo di raccontare l'amore. Tutti i generi letterari sono ben rappresentati: narrativa di formazione, noir, horror, generazionale, fantastico, storico - leggendario, grottesco, giornalistico, cronaca nera. E poi ci sono le poesie, chieste a penne importanti del territorio Maremmano (e non solo), infine le foto liriche (un racconto per immagini) di Riccardo Marchionni. Un libro che è un vero e proprio omaggio alla provincia, una dichiarazione d'amore per una terra che si specchia nel Mar Tirreno e si affaccia sull'Isola d'Elba. Piombino in love contiene un vecchio racconto di Aldo Zelli, il più importante scrittore piombinese del Novecento e alcune liriche di Maribruna Toni, autrice che è un simbolo letterario per la nostra Casa Editrice. Il libro è dedicato a Franco Micheletti, che amava Piombino, scrittore recentemente scomparso. Presentazione: sabato 8 febbraio, ore 16 e 30, a Piombino, presso Sala Unitre. Via Fucini (ex pretura). Conduce Fabio Canessa. 


Racconti: Fedeltà di Aldo Zelli, Sogno di primavera di Gordiano Lupi, Randagi di Roberto Saporito, Una malattia dell’immaginazione di Federico Guerri, Quell’amore chiamato altruismo di Stefano Tamburini, Edoardo e Giovanna di Francesca Lenzi, Fumo di Dianora Tinti, Andrea e Anna di Emilio Guardavilla, Tre bottoni d’oro di Francesca Ghiribelli, I nostri universi di Beatrice Bargiacchi, Al centro del cuore di Anna Maria Scaramuzzino, La consistenza di un ricordo di Federico Regini, Piazza Bovio mon amour di Vincenzo Trama, Quasi una poesia di Francesca Montomoli, I quesiti del Cherubino di Giulia Campinoti, E allora? di Stefano Giannotti, La chimica in amore di Maria Mazzei, L’ultima carezza di Lucilla Lazzarini, Storia di un abbraccio di Andrea Fanetti, Historia Piombinae calamitatum mearum - Un amore impossibile alla Corte del Principato di Piombino - di Patrice Avella. Un racconto lungo: Anna di Umberto Bartoli. Poesie: Tre poesie di Maribruna Toni, La Venere di Piombino di Miria Signori, Due poesie di Lidia Guerrieri, Due poesie di Cinzia Demi, Il filo d’oro di Roberto Mosi, Tu di Laura Lupi, Due poesie di Riccardo Fulcheris. Conclude l’opera il racconto fotografico Emozioni di mare, di Riccardo Marchionni, autore degli scatti che accompagnano i racconti (un contributo è di Usitania Massei). 

 Gordiano Lupi Direttore Editoriale www.infol.it/lupi

Commenti

Post popolari in questo blog

📰 Segnalazioni in Primo Piano: ‍A MARATEALE IN ARRIVO NANCY BRILLI, LUCIA OCONE, CINZIA TH TORRINI E GIOVANNI ALLEVI

Nancy Brilli, Lucia Ocone e Cinzia TH Torrini riceveranno un riconoscimento nel corso della tredicesima edizione di “Marateale - Premio internazionale Basilicata”, che si terrà dal 27 al 31 luglio nella splendida location dell’hotel Santa Venere a Maratea. Per le due attrici, Brilli e Ocone, si tratta della prima volta alla Marateale, dove verranno premiate per la loro lunga e trasversale carriera mentre per la regista Cinzia TH Torrini si tratta di un gradito ritorno. “Sono felice che Lucia Ocone e Nancy Brilli abbiano accettato il nostro invito, perché noi di Marateale ci teniamo a premiarle per il loro essere così camaleontiche, visto che da anni riescono a ricoprire con disinvoltura sia ruoli divertenti che drammatici con eguale credibilità in film e fiction di enorme successo” dichiara Antonella Caramia, presidente dell'associazione Cinema Mediterraneo che organizza la kermesse, che aggiunge: “A completare questo tris di donne c’è Cinzia TH Torrini, amica di vecchia data dell

📕 Autori: Madonna del Carmelo... preghiera in versi di Vito Coviello

16 luglio, Madonna del carmelo...   madonna mia,  madre mia divina,  tu dall'alto del mondo ci proteggi tutti,  tu dall'alto del monte proteggi noi lucani,  tu dalla civitas sei di Matera patrona,  tu, agli aviglianesi tanto cara,  dal sacro monte proteggi il popolo tutto,  che in te confida,  nostra celeste mediatrice  verso il Signore padre nostro.  Madonna mia, madre mia,  ti chiameranno Bruna,  ti chiamerranno Annunziata, Addolorata ed Assunta,  ma per me,  nato alle pendici del Carmelo  e sotto il tuo mantosei la madonna del Carmine  protettrice di tutti gli aviglianesi nel mondo.  Maronna mia oggi, 16 luglio,  come da sempre,  le nostre mamme terrene,  a te vengono, a piedi scalzi,  e con in testa il cinto di candele  e fiori addobbati,  per rinnovare il patto  e mettere noi tutti sotto il tuo manto addobato di stelle.....   Vito Coviello,

‍📰 Appuntamenti in Primo Piano: Arriva la Giornata Nazionale delle Pro Loco d’Italia, con il progetto “GLI ALBERI RACCONTANO QUAGLIETTA

  Quaglietta. La Giornata Nazionale delle pro Loco parte domenica 11 luglio, in Piazza San Nicola, dove la Pro Loco Aquae Electae APS, con il proprio gazebo, esporrà i prodotti tipici della Sagra di Qualità ZenziGusto, e chi lo vorrà potrà anche effettuare il tesseramento. La giornata continua alle ore 18:00, con l'inaugurazione del progetto “GLI ALBERI RACCONTANO QUAGLIETTA” realizzato in collaborazione con Pazza Gioia. Gli Alberi ci raccontano di Quaglietta - Il progetto nasce da un’idea di Pazza Gioia con la collaborazione della Pro Loco Aquae Electae APS. Le finalità sono quelle di: - Raccogliere detti popolari e proverbi in modo da risvegliare il ricordo di modi di dire dei nostri nonni, in chi a Quaglietta ci è nato e vissuto e che in un mondo globalizzato non è più abituato a sentire nella quotidianità. - Trasmettere alle nuove generazioni il legame con un mondo ed un passato che velocemente è stato spazzato via, che non esiste più, e dal quale si possono trarre innumer