Passa ai contenuti principali

Emozioni di Gianni Donaudi - Poesie



Sapere ero sfinge che il vivere/ Decideva ero deserto che di vita 
Fioriva 

Lidia Are Caverni ( Mestre - VE)



ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo 



SURREALIDAD 

Surreali demenziali/ dimensioni logistiche. 
Peugeot 104 / destriero purosangue / dove sono? 
Pensylvania/ Arizona/ Texas / Sierra Nevada? 
O forse villaggio medio orientale (effetto di Lawrence de' Arabia ?) 

Ancora tu/ sembri più giovane (cure natalizie di bellezza? ) 
a bordo dell' american jeep  / come una star hollywoodiana. 

Precedenza cavalleresca (sossurra l' avo provenzale del '400) . 

Nessun sorriso/ nessun saluto/ IO/ TU / due pesci muti e cadaverici... 
Forse4, solo mancanza di coraggio / da ambo le parti 

Ulteriore tristezza.... 

Gianni Donaudi 1989 



oooooooooooooooooooooooooooooooooooo 



IL CHITARRISTA 

Le tue dita/ Affusolate/ scendono lievi / Sulle corde / Come gocce di pioggia, 
Tieni la chitarra/ All' altezza del cuore / E ogni nota / Sembra un battito/ Sonoro. 
Ora le dita/ S' arrampicano veloci/ E i suoni son voci umane/ Di marinai 
Che salgono sull' albero/ A salutare il sole / O la tempesta. 
Ma, a volte, / ti chini sulla/ rosa, / quasi a parlare con essa. 

Renzo Villa ( Ventimiglia- IM - , 1930/ 1998 ) - 



oooooooooooooooooooooooooooooo



MILANO 

Stazione Centrale / Piazza del Duomo / Metropolitana / Loreto 
gente/ tanta gente / bus- tram- macchine ; / ancora gente, frastuono, / folla, 
nebbia, / via e vai di cose, luci, persone : 
in tutto regna / la Solitudine . 

Gianmario Siboni ( Albenga-SV- 1956 / 2005 ) - 



oooooooooooooooooooooooooooooo



QUESTA NOTTE 

Nel cielo stellato / Di questa notte/ Ogni stella è / Come noi protagonista/ In questo tenero 
Ed unico momento/ In cui siamo/ Uno con questa/ Splendida immensità . 

Enzo Sacco ( Castelvittorio - IM - ) - 


ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo 


DI PIOGGIA SOLARE 

Guardiamo le foglie / ( allibiti ) / tremare 
di pioggia solare/ vorrei ( ma quanto! ) / bruciare... 
lo dice l' uomo / di quel carruggio / col suo pane di marmo. 

Francesco Mulé ( Vallecrosia - IM - ) - 


oooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo 


ESTINZIONE LENTA 

Camminare a ritroso / Verso la fossa spalancata/ Del tempo. 
Dietro l' orizzonte / la notte invade il giaciglio/ E si aggrappa al cuscino. 
Avere gli occhi fissi / Sulla botola delle tenebre. 
E fallire / Il processo della rinascita. 

Lucio Martelli ( Bordighera - IM - 1940 / 2006 ) - 


oooooooooooooooooooooooooooooo


Stronzo di un Freud/ N' è mica il sesso che 
condiziona tutto. 
La solitudine è . 

Pino Balzano ( MI, 1948 / NA 1998 ) - 


oooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

Commenti

Post popolari in questo blog

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Nazzareno e la disciplina della terra

Rionero in V. - “ Bisogna toccare la terra - scriveva Tolstoj - solo con il lavoro agricolo può aversi una vita razionale, morale. L’agricoltura indica cos’è più e cos'è meno necessario. Essa guida razionalmente la vita. ”    Sovviene questo verso nel ricordare quanto lavoro ha fatto e continua a fare Nazzareno, fra le persone più colte che si possano incontrare. E’ un tenace e rigoroso contadino, che conosce le stagioni e il perché di ogni frutto che spunta dalla terra. Quante volte gli abbiamo chiesto di raccontarlo davanti ad una telecamera, per lasciare un segno tangibile, ma per umiltà e discrezione non ha mai voluto farlo. E’ portatore di una cultura che sa raccontare con un linguaggio forbito, pressoché inusuale per quella generazione. Un sapere che viene da lontano, da ragazzo, e che non conosce confini perché sa rispettare la natura e i suoi cambiamenti. Proprio come si fa con gli uomini. Nazzareno sa cogliere con mitezza ogni percezione che la terra sa emanar

📰 Segnalazioni in Primo Piano: “Il ritratto dell’anima” di Carmen Piccirillo di Michele Libutti

  “...a volte l’amore non finisce...ma le anime sanno, ancor prima delle menti, quando è il momento di riavvicinarsi...; ...alcune imprevedibilità non sono casuali. A volte può esserci lo zampino di Dio...che mette in atto una serie di eventi...” Queste sono solo alcune delle tante esternazioni che la nostra Carmen ci prospetta con una semplicità...”dell’anima”. E non potendo citarle tutte, ricorderemo il dialogo tra il tassista e la signora russa, di cui accenneremo ancora e da cui emerge che il primo rifiuta inspiegabilmente il compenso dalla seconda che ha accompagnato nel suo giro...Anche nella storia di Gionatan, il nonno Fausto e la signora Giada si nota una insolita indisponibilità ad accettare denaro per un lavoro che Fausto consegna alla signora Giada. Ma c’è anche “Dall’altra parte del recinto”, “Gli alieni sulla terra”, L’artista Fabio”. I temi sono tanti e finiscono e si riassumono tutti in una osservazione di Carmen, fatta durante una conversaz

📰 Segnalazioni in primo Piano: 22 APRILE: 51esima GIORNATA MONDIALE DELLA TERRA

Un chiaro esempio di tutela verso l'ambiente arriva dalla realtà rionerese The Factory Best Class    La giornata mondiale della terra, che si celebra ogni anno il 22 aprile, è conosciuta in tutto il mondo come Earth Day, ed è l'evento "green" che riesce a coinvolgere un elevato numero di persone in tutto il mondo, sensibilizzando la salvaguardia dell'ambiente . L'idea di dedicare una giornata alla terra nacque negli anni '60, negli Stati Uniti , subito dopo la pubblicazione del libro manifesto ambientalista, "Primavera Silenziosa" di Rachel Carson, una biologa statunitense che ebbe molto successo e diede origine a notevoli movimenti ecologisti.