Passa ai contenuti principali

Segnalazioni in Primo Piano: Roma. Sogno, una notte di mezza estate, Balletto di Roma - Lucignolo e gli altri, Musica - Pinocchio, Vascello dei piccoli - Vittorio Viviani tutti i giovedì. Teatro Vascello


dal 25 febbraio al 1° marzo 2020 
dal martedì al venerdì h 21 - sabato h 19 - domenica h 17
BALLETTO DI ROMA
SOGNO, UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE

Coreografia di Davide Valrosso

Atto unico per 8 danzatori: 4 uomini e 4 donne
In co-produzione con il Festival Oriente Occidente – CID Centro Internazionale della Danza
Sogno di una notte di mezza estate è una delle opere più affascinanti di William Shakespeare, una commedia immersa in un’atmosfera fantastica, capace di suscitare emozioni e meraviglia. In principio l’opera fu destinata a rappresentazioni private, mentre più tardi il testo fu riadattato come spettacolo pubblico. In bilico tra questa dimensione intima e collettiva, tra surrealismo e folklore, la Compagnia del Balletto di Roma dà origine alla storia fantastica e tenebrosa di coppie d’innamorati che si perdono e s’inseguono in un bosco labirintico, fatto d’insidie e seduzioni.
Danza intero € 21, ridotto over 65 € 16, ridotto under 26 € 13

venerdì 6 marzo 2020 ore 21 - sabato 7 marzo 2020 ore 19 - domenica 8 marzo ore 17

PRIMA ASSOLUTA
LUCIGNOLO E GLI ALTRI
SINGSPIEL PER SOLI, CORO E ORCHESTRA
di FABRIZIO CARDOSA
regia BARBARA ALESSE
una coproduzione Scuola Popolare di Musica Donna Olimpia, Teatro Vascello, Teatro di Villa Pamphilj
NLa Scuola Popolare di Musica Donna Olimpia è un’istituzione culturale attiva nella città di Roma da oltre 40 anni. Un lungo periodo durante il quale la missione della scuola si è via via manifestata mediante l’offerta didattica rivolta ad oltre 40.000 allievi di tutte le età, le molteplici iniziative culturali volte allo scambio e alla condivisione del sapere musicale, l’impegno politico sociale per il diritto alla musica, la produzione di spettacoli e opere. 
Per questa stagione la Scuola Popolare di Musica Donna Olimpia, in collaborazione con il Teatro Vascello e il Teatro di Villa Pamphilj, rilancia la propria azione mettendo in scena la prima assoluta di un’opera musicale ambiziosa e divertente
intero € 15, ridotto over 65 e ridotto under 26 € 12 -promozioneteatrovascello@gmail.com - promozione@teatrovascello.it


VASCELLO DEI PICCOLI  TEATRO VASCELLO SALA GIANCARLO NANNI 

21-22 marzo 2020 ore 17
matinée giovedì 19 marzo ore 10,30
PINOCCHIO 
Nomen Omen di Danilo Zuliani
con: Alessandra Cavallari, Alessandra Maccotta, Marco Zordan, Danilo Zuliani 
Adattamento teatrale e regia Danilo Zuliani
Musiche eseguite dal vivo da Fabiana Avoli pianoforte, Francesco Sennis sax baritono, Federica di Santo sax contralto, Michele Piersanti oboe e fiati
Musiche originali: Michele Piersanti
L’emozionante classico raccontato attraverso il gioco degli attori, la magia delle ombre e le note della musica dal vivo. Sono queste le caratteristiche del classico collodiano dal punto di vista della Nomen Omen: il palcoscenico si trasforma nella stanza dei giochi, dove gli attori-bambole, costantemente in scena, vestono i panni dei personaggi del celebre romanzo riadattato nel rispetto dell’originale. L’atmosfera giocosa coinvolgerà direttamente la platea, servendo, a tutti l’emozione del contatto immediato con la scena. Alle musiche, rigorosamente composte per l’occasione, è riservato inoltre un posto di primo piano; i musicisti non si limitano a sottolineare stati d’animo ma, condividendo la scena con gli attori, intessono con loro un vero e proprio dialogo sonoro. Età consigliata per tutti .Posto unico € 10
Teatro Vascello, via Giacinto Carini, 78 Roma tel.06.5881021promozioneteatrovascello@gmail.com


DAL 6 febbraio AL 5 marzo 2020
ogni giovedì alle ore 18,00 sala Mosaico
Quel copione di Shakespeare&Co.
Le novelle italiane che fecero l’Europa
di e con Vittorio Viviani 
Biglietti a € 12,00 compreso aperitivo in compagnia dell’attore

Abbonamenti e card a partire da 60 euro 
PONENTINO CARD € 60,00 a 5 spettacoli a scelta (rateo a 12 euro), tra le proposte di teatro, musica e danza (giorno e posto libero)
FAI UNA DONAZIONE al TEATRO VASCELLO lascia una dedica sulla tua poltrona preferita
effettuando un unico bonifico bancario
a favore di Coop. La Fabbrica dell'Attore (ONLUS) BANCA INTESA SAN PAOLO ag. Via G. Carini 32 di Roma c/c 3842 abi 03069 cab 05078 iban IT89V0306905078100000003842, inserendo la causale "dedica" importo minimo  300€ con detrazione fiscale per le persone fisiche del 15% ART BONUS https://www.teatrovascello.it/wp-content/uploads/2019/06/art-bonus.pdf

TEATRO VASCELLO STRUTTURA DOTATA DI ARIA CONDIZIONATA
Programma completo su: https://www.teatrovascello.it/
Come raggiungerci con mezzi privati: Parcheggio per automobili lungo Via delle Mura Gianicolensi, a circa 100 metri dal Teatro. Parcheggi a pagamento vicini al Teatro Vascello: Via Giacinto Carini, 43, Roma; Via Maurizio Quadrio, 22, 00152 Roma, Via R. Giovagnoli, 20,00152 Roma
Con mezzi pubblici: autobus 75 ferma davanti al teatro Vascello che si può prendere da stazione Termini, Colosseo, Piramide, oppure: 44, 710, 870, 871. Treno Metropolitano: da Ostiense fermata Stazione Quattro Venti a due passi dal Teatro Vascello. Oppure fermata della metro Cipro e Treno Metropolitano fino a Stazione Quattro Venti a due passi dal Teatro Vascello
SOSTIENI LA CULTURA VIENI AL TEATRO VASCELLO


#Prosa #Danza #Musica #TeatroDanza #Performance #Readingletterari #Clownerie #Circo #Concerti #SpettacoliperBambini #FestivaL #Eventi #Laboratori  

Commenti

Post popolari in questo blog

📷 Galleria Fotografica: Rotary Club Venosa. Giornate Europee del Patrimonio (26 Settembre 2021)

 

📰 Segnalazioni in primo Piano: LUCE E OSCURITA’ DI CARMEN PICCIRILLO

Mani che sudano, cuore che batte all’impazzata, gambe bloccate. Licia protagonista dell’ultimo libro di Carmen Piccirillo “Luce e oscurità” , Booksprintedizioni, ha provato tutte le sfumature dell’ansia che gli attacchi di panico regalano. Licia è una giovane trentenne di Milano appassionata di giornalismo dalla personalità sensibile e profonda ma anche complessa. Con il suo racconto ci porta nella sua vita, nei suoi ricordi, nelle sue paure. Soffre di disturbo d’ansia che si presenta ogniqualvolta vuole dare una risposta alle situazioni della sua vita. Riavvolgendo il nastro della sua storia l’oscurità della sua anima è cominciata con la morte prematura del padre e altre vicissitudini che ha dovuto vivere. Le “cose” accadono per tutti: eventi, situazioni, alternarsi di stati d’animo, esperienze, sorprese. Ognuno di noi attribuisce un significato differente alle cose che accadono e ognuno di noi reagisce o interpreta ciò che accade in modo proprio. L’autrice scrive: “.. la

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Una poesia dalla Russia Racconti di Michele Libutti

L’ultima fatica letteraria di Michele Libutti, dopo una ventina di racconti e poesie dati alle stampe in questi anni, è un racconto che appare unico, sebbene sia composto da più di venti brevi. Come un film ad episodi (da anni ’70) cui la trama di commedia restava all’orizzonte mantenendo la rotta comune. Una poesia dalla Russia resta un romanzo di formazione - si direbbe - erudito come nel suo genere, maturato da esperienze vissute. Un nuovo tassello nella sua ultraventennale esperienza letteraria. E in copertina un interpretativo disegno a cura di Roberta Lioy. Michele Libutti sa regalare stanze di eccellenza, visioni semplici e altre; svolge un’operazione intuitiva di quanto ci gravita intorno, gira dalle parti del sacro recinto (definizione da Leonard Cohen) manifestando tuttavia una scrittura garbata e provocante: dipende dalla nostra capacità di interazione con le mutevoli cose della vita. Il racconto che dà il titolo alla raccolta è straordinario, una poetica