Passa ai contenuti principali

L'Opinione di Marco Lombardi. Assistenti civici: una bella opportunità



Un fragile lascito di questa quarantena stretta è lo sguardo più attento alle attività del prossimo. Non l'abituale pettegolezzo guardone, ma un legame di corresponsabilità nel destino comune. Non è stato tutto rose e fiori, ma comunque un'esperienza da utilizzare in chiave futura. C'è stato il risvolto negativo delle ronde da balcone, di chi si è fatto giustiziere contro il passante di turno, intasando i centralini delle forze dell'ordine con segnalazioni il più delle volte esagerate o inappropriate. Negativo perché smosso unicamente dal rancore di chi, confinato in casa, doveva sfogarsi sull'untore di turno. Sciolti gli arresti domiciliari, questi inflessibili guardiani sono stati i primi a riversarsi nelle piazze, ad incontrare amici vicini e lontani in barba al distanziamento e al divieto di assembramento. Ma c'è stato anche il risvolto bellissimo dei volontari della protezione civile e delle associazioni, che hanno messo in gioco la propria salute per aiutare i più deboli. Ci hanno portato le mascherine a casa, fatto la spesa, consegnato farmaci, accompagnato i malati a curarsi, gestito gli accessi alle aree pubbliche a seguito delle prime aperture. A loro dobbiamo tanto e quanto ci mancano ora, visto che molti sono tornati al lavoro e i bisogni sono medesimi. Per questo l'idea dell'assistente civico non deve essere buttata a causa dell'ennesimo errore comunicativo. Non certo ronde né squadre ed è singolare che le accuse in tal senso provengano proprio da ambienti politici che a tale distorto concetto di civismo sono più vicini. Si tratta di coinvolgere per poche ore a settimana, insufficienti a giustificare un rapporto di servizio civile, men che meno di lavoro occasionale, coloro che hanno tempo e voglia di dedicarsi al prossimo. Soprattutto giovani. Quei ragazzi e ragazze che oggi associamo solo all'irresponsabilità della movida, ma che, al contrario, in queste settimane quando coinvolti in progetti solidali motivanti hanno dato prova di grande solidarietà, spesso sostituendo i volontari più anziani che per sicurezza sono rimasti a casa. Ben venga dunque l'iniziativa degli assistenti civici, se figlia di queste premesse e soprattutto affidata alla rete delle amministrazioni locali, della protezione civile, del terzo settore. Diamo ai nostri giovani una ragione per rimettersi in gioco, o almeno proviamoci. Abbiamo tutto da guadagnare.

Commenti

Post popolari in questo blog

📰 Appuntamenti in Primo Piano: Roma, Treatro Vascello, ERROR MATERIA Studio da “Le avventure di Pinocchio, storia di un burattino” di Carlo Collodi

  PRIMA NAZIONALE Dal 25 al 30 maggio dal martedì al sabato ore 20:30 domenica ore 18 lo spettacolo ha la durata di 55 minuti e inizia puntuale   ERROR MATERIA Studio da “Le avventure di Pinocchio, storia di un burattino” di Carlo Collodi  Drammaturgia originale, regia e interpretazione: Evelina Rosselli, Caterina Rossi, Michele Eburnea e Diego Parlanti light  design Camilla Piccioni  sound-design Filippo Lilli  realizzazione scene Danilo Rosati  produzione: La Fabbrica dell’Attore- Teatro Vascello e Accademia D’arte Drammatica Silvio D’Amico  Error Materia è una drammaturgia inedita, coordinata da una regia collettiva, liberamente ispirata alla favola di Pinocchio di Carlo Collodi. 

📰 Appuntamenti in primo Piano: AUGURI NANNI ! Il 27 maggio 2021 Giancarlo Nanni avrebbe compiuto 80 anni, il teatro Vascello lo vuole ricordare

Il 27 maggio 2021 Giancarlo Nanni avrebbe compiuto 80 anni, il teatro Vascello vuole festeggiare questa ricorrenza regalando a tutti gli spettatori la visione dello spettacolo “Il giardino dei ciliegi” di Anton Cechov regia di Giancarlo Nanni. Qui si propone la versione registrata nel 2007 sempre al Teatro Vascello.

🎥 Basilicata inchieste. Doccia Fredda. Puntata Speciale: RIONERO, LA GIUNTA RISPONDE

  Rionero in Vulture. LA GIUNTA A NUDO  8 Maggio 2021.