Passa ai contenuti principali

Segnalazione in primo Piano: Tempi di Fraternità - agosto-settembre



SOMMARIO AGOSTO-SETTEMBRE

 

EDITORIALE

 

G. Sarubbi - Il Vangelo di Gesù interpella...

 pag. 3

CULTURE E RELIGIONI

 

E. Vavassori - Vangelo secondo Matteo (83)

 pag. 7

LISISTRATA

 

G. Codrignani - Il “Dopo”

 pag. 5

PAGINE APERTE

 

R. Orizzonti - Un progetto di accoglienza...

 pag. 10

Fam. Ugolini - …Primavera-estate 2020...

 pag. 12

AA. VV. - Riflessioni sulla pandemia di corona-virus

 pag. 14

La redazione - Intervista al teologo Brunetto Salvarani

 pag. 16

L. Vigna - Islam des Lumières

 pag. 20

M. Meschi - Dai francescani un microcosmo per il futuro

pag. 23

G. Eusebi - Distanza sociale poca ... dal sociale molta

 pag. 25

L. Borghi - Elementi scientifici per riconoscere un ghei

 pag. 29

D. Dal Bon - Pensieri vissuti

 pag. 30

ELOGIO DELLA FOLLIA

pag. 32

 

EDITORIALE

di Giovanni Sarubbi

 

Il Vangelo di Gesù interpella

le varie organizzazioni ecclesiali

 

La vicenda di Bose, per come si è sviluppata e per come si è conclusa, pone alle comunità cristiane questioni che si trascinano oramai da diversi secoli. Si tratta di questioni centrali, non più rinviabili, quali la spiritualità, la preghiera, l’ecumenismo, o cosa è il Dio di cui parlava Gesù e cosa sono le Chiese cristiane e cosa è diventato il cristianesimo oggi nel XXI secolo.

Il movimento ecumenico contemporaneo è nato 110 anni fa. Da allora non siamo andati oltre l’istituzione della Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani (SPUC) e la produzione di alcuni documenti teologici fra alcune chiese o fra molte di esse unite in organismi ecumenici.

 

… continua sul numero del mese a pag. 3

 

                                                                                                                              

donne e uomini in ricerca e confronto comunitario

Autorizzazione del Tribunale di Torino n. 2448 dell’11/11/1974

Direttore responsabile Angela LANO

Sito web: www.tempidifraternita.it

posta: tempidifraternita@tempidifraternita.it

 

Abbonamento

-          normale      € 30 (estero € 50)

-          sostenitore   € 50 con un abbonamento omaggio alla persona segnalata (solo Italia)

-          via e-mail   € 20 - formato pdf - fornire codice fiscale per emettere fattura ad uso interno

 

Abbonamenti cumulativi - solo Italia

-          ADISTA e TdF                     € 92 (risparmio € 13)

-          CONFRONTI e TdF             € 69 (risparmio € 11)

-          ESODO e TdF                      € 52 (risparmio € 6)

-          MOSAICO DI PACE e TdF  € 54 (risparmio € 6)

 

 

MEZZI DI PAGAMENTO

 

-          Conto corrente postale 29466109 intestato a TEMPI DI FRATERNITÀ via Garibaldi 13, 10122 TORINO

-          Bonifico bancario POSTE ITALIANE iban: IT60D 07601 1000 0000 29466109

-          Bonifico dall’estero POSTE ITALIANE iban: IT60D 07601 1000 0000 29466109, bic BPPIITRRXXX

-          Carte di credito e Satispay accettate sul nostro sitohttp://www.tempidifraternita.it/segreteria/abbonamenti.htm confermando il versamento con una mail all’indirizzo di TdF

 

 

PER RICHIEDERE NUMERI SAGGIO SENZA IMPEGNO

tempidifraternita@tempidifraternita.it - tel. 347-4341767 - fax 02-700519846

Commenti

Post popolari in questo blog

📰 Segnalazioni in Primo Piano: ‍A MARATEALE IN ARRIVO NANCY BRILLI, LUCIA OCONE, CINZIA TH TORRINI E GIOVANNI ALLEVI

Nancy Brilli, Lucia Ocone e Cinzia TH Torrini riceveranno un riconoscimento nel corso della tredicesima edizione di “Marateale - Premio internazionale Basilicata”, che si terrà dal 27 al 31 luglio nella splendida location dell’hotel Santa Venere a Maratea. Per le due attrici, Brilli e Ocone, si tratta della prima volta alla Marateale, dove verranno premiate per la loro lunga e trasversale carriera mentre per la regista Cinzia TH Torrini si tratta di un gradito ritorno. “Sono felice che Lucia Ocone e Nancy Brilli abbiano accettato il nostro invito, perché noi di Marateale ci teniamo a premiarle per il loro essere così camaleontiche, visto che da anni riescono a ricoprire con disinvoltura sia ruoli divertenti che drammatici con eguale credibilità in film e fiction di enorme successo” dichiara Antonella Caramia, presidente dell'associazione Cinema Mediterraneo che organizza la kermesse, che aggiunge: “A completare questo tris di donne c’è Cinzia TH Torrini, amica di vecchia data dell

‍📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Rionero in Vulture senza cinema e teatro, dopo 150 anni

Una comunità, senza una sua piazza-agorà e senza un teatro, annienta ed annichilisce una storia che ha quasi tre millenni, ed è indegna di chiamarsi tale. Non è comunità, ma congerie irrilevante di case e di abitanti. E’ l’amara considerazione che scaturisce all’interno comunità di Rionero in Vulture, che da quasi un decennio non ha più un suo cinema né teatro. Nonostante tutto, il CineClub “De Sica” Cinit - che abbiamo fondato da quasi un trentennio - non smette le proprie attività di cultura cinematografica, compiendone almeno una quarantina ogni anno, non solo nella città fondativa. Si utilizzano sale di “fortuna” (centro Anziani, giovanile parrocchiale) adibendole alla bisogna, oppure realizzando proiezioni in arene d’estate (come a Monticchio) o in atri storici (Giardino palazzo Fortunato). “Portatori sani di bellezza” definisce il sociologo De Masi chi diffonde cultura. 

📕 Autori: Madonna del Carmelo... preghiera in versi di Vito Coviello

16 luglio, Madonna del carmelo...   madonna mia,  madre mia divina,  tu dall'alto del mondo ci proteggi tutti,  tu dall'alto del monte proteggi noi lucani,  tu dalla civitas sei di Matera patrona,  tu, agli aviglianesi tanto cara,  dal sacro monte proteggi il popolo tutto,  che in te confida,  nostra celeste mediatrice  verso il Signore padre nostro.  Madonna mia, madre mia,  ti chiameranno Bruna,  ti chiamerranno Annunziata, Addolorata ed Assunta,  ma per me,  nato alle pendici del Carmelo  e sotto il tuo mantosei la madonna del Carmine  protettrice di tutti gli aviglianesi nel mondo.  Maronna mia oggi, 16 luglio,  come da sempre,  le nostre mamme terrene,  a te vengono, a piedi scalzi,  e con in testa il cinto di candele  e fiori addobbati,  per rinnovare il patto  e mettere noi tutti sotto il tuo manto addobato di stelle.....   Vito Coviello,