Passa ai contenuti principali

Emozioni Rubrica di Gianni Donaudi. TERESINKA PEREIRA "BOMBA DI POPOLAZIONE"

A PAOLO EHRLICH

che ha guidato la fondazione della
Organizzazione "Zero Population Grow".

La morte non è la soluzione,
perché è meglio non nascere.
La guerra non è la soluzione,
perché è meglio costruire
la comunità globale.
Consumare e sprecare
non è la soluzione
perché non abbiamo bisogno
di tutto ciò che abbiamo.
Invece, abbiamo bisogno dell'amore
non stiamo dando
ai nostri simili.
Non è difficile da imparare
da ciò che la vita ci insegna:
la procreazione non è solo per istinto,
è anche la nostra vanità.
I nostri figli lo stanno già
inquinando il pianeta,
e dobbiamo farglielo
capire
il povero non ha chiesto
di nascere e loro
continuano a procreare
per mancanza di risorse
per conoscere meglio.

Transl. by 

Giovanna Guzzardi
....................

.............................

POPULATION BOMB
         TERESINKA PEREIRA

          TO PAUL EHRLICH

              who led the foundation of the

              "Zero Population Grow" org.


Death is not the solution,

because it is better not to be born.

War is not the solution,

because it is better to build

the Global Community.

To consume and waste

is not the solution

because we don't need

everything we have.

Instead, we need the love

we are not giving

to our fellow creature.

It is not difficult to learn

from what life teaches us:

procreation is not just by instinct,

it is also our vanity.

Our children are already

polluting the planet,

and we need to make them

to understand that

the poor did not ask

to be born, and they

go on procreating

for lack of resources

to know better.

....................


Commenti

Post popolari in questo blog

📰 Segnalazioni in Primo Piano: ‍A MARATEALE IN ARRIVO NANCY BRILLI, LUCIA OCONE, CINZIA TH TORRINI E GIOVANNI ALLEVI

Nancy Brilli, Lucia Ocone e Cinzia TH Torrini riceveranno un riconoscimento nel corso della tredicesima edizione di “Marateale - Premio internazionale Basilicata”, che si terrà dal 27 al 31 luglio nella splendida location dell’hotel Santa Venere a Maratea. Per le due attrici, Brilli e Ocone, si tratta della prima volta alla Marateale, dove verranno premiate per la loro lunga e trasversale carriera mentre per la regista Cinzia TH Torrini si tratta di un gradito ritorno. “Sono felice che Lucia Ocone e Nancy Brilli abbiano accettato il nostro invito, perché noi di Marateale ci teniamo a premiarle per il loro essere così camaleontiche, visto che da anni riescono a ricoprire con disinvoltura sia ruoli divertenti che drammatici con eguale credibilità in film e fiction di enorme successo” dichiara Antonella Caramia, presidente dell'associazione Cinema Mediterraneo che organizza la kermesse, che aggiunge: “A completare questo tris di donne c’è Cinzia TH Torrini, amica di vecchia data dell

‍📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Rionero in Vulture senza cinema e teatro, dopo 150 anni

Una comunità, senza una sua piazza-agorà e senza un teatro, annienta ed annichilisce una storia che ha quasi tre millenni, ed è indegna di chiamarsi tale. Non è comunità, ma congerie irrilevante di case e di abitanti. E’ l’amara considerazione che scaturisce all’interno comunità di Rionero in Vulture, che da quasi un decennio non ha più un suo cinema né teatro. Nonostante tutto, il CineClub “De Sica” Cinit - che abbiamo fondato da quasi un trentennio - non smette le proprie attività di cultura cinematografica, compiendone almeno una quarantina ogni anno, non solo nella città fondativa. Si utilizzano sale di “fortuna” (centro Anziani, giovanile parrocchiale) adibendole alla bisogna, oppure realizzando proiezioni in arene d’estate (come a Monticchio) o in atri storici (Giardino palazzo Fortunato). “Portatori sani di bellezza” definisce il sociologo De Masi chi diffonde cultura. 

📕 Autori: Madonna del Carmelo... preghiera in versi di Vito Coviello

16 luglio, Madonna del carmelo...   madonna mia,  madre mia divina,  tu dall'alto del mondo ci proteggi tutti,  tu dall'alto del monte proteggi noi lucani,  tu dalla civitas sei di Matera patrona,  tu, agli aviglianesi tanto cara,  dal sacro monte proteggi il popolo tutto,  che in te confida,  nostra celeste mediatrice  verso il Signore padre nostro.  Madonna mia, madre mia,  ti chiameranno Bruna,  ti chiamerranno Annunziata, Addolorata ed Assunta,  ma per me,  nato alle pendici del Carmelo  e sotto il tuo mantosei la madonna del Carmine  protettrice di tutti gli aviglianesi nel mondo.  Maronna mia oggi, 16 luglio,  come da sempre,  le nostre mamme terrene,  a te vengono, a piedi scalzi,  e con in testa il cinto di candele  e fiori addobbati,  per rinnovare il patto  e mettere noi tutti sotto il tuo manto addobato di stelle.....   Vito Coviello,