Passa ai contenuti principali

In Primo Piano con Alessandro Falanga


 
IN PRIMO PIANO 24. Puntata. 
 
ALESSANDRO FALANGA, giornalista e scrittore lucano. Laureato in Scienze Politiche all’Università degli studi di Salerno con il massimo dei voti e la lode. Nel 2006 inizia a muovere i primi passi nel terzo settore con l’Associazione Culturale 'Sisma', dove si specializza in progettazione, formazione e amministrazione. In quegli anni fonda, assieme ad altri quattro associati, il mensile 'Gramegna', dove si occupa di storia, politica e attualità. Trasferitosi a Salerno, nel 2015 entra a far parte della redazione del giornale web 'ZON.it' – con cui collabora tutt’ora – e inizia ad approcciarsi con il mondo della rete. Durante questo periodo affina la propria tecnica di scrittura e si specializza nell’utilizzo di wordpress e nella conoscenza del linguaggio SEO. Fonda nel 2016, con l’amico d’infanzia Antonio Soda, il sito web 'diariodirorschach.com', divenuto nel tempo punto di riferimento nell’ambito delle recensioni su internet. Dall’esperienza del 'Diario di Rorschach' nascono diverse collaborazioni con scrittori (Massimo Carlotto su tutti), cantautori, fumettisti e un connubio con Radio Scream Italia. Dal 2017 collabora con il quotidiano 'La Nuova del Sud' e con il settimanale 'Controsenso', occupandosi di eventi, attualità e recensioni. Nel 2020, dopo aver gelosamente conservato i propri scritti, decide di pubblicare il suo primo romanzo dal titolo 'Far from Dead'. Il periodo del lockdown offre lo spunto per la storia e la piattaforma 'Amazon' la possibilità di pubblicare lo scritto. La trama del romanzo racconta di uno strano batterio che trasforma le persone in zombi affamati di carne umana. Il mondo decide di mettere al riparo i sopravvissuti in quattro grandi aree, disposte ai quattro punti estremi della terra. Nel centro dell'ovest, però, qualcosa comincia a non funzionare dopo poco tempo. Il Presidente in carica, infatti, cerca di instaurare una vera e propria dittatura all'interno con l'aiuto di alcune figure a lui vicine. Due abitanti del campo rifiutano questa nuova impostazione e cercano di fuggire con ogni mezzo verso il nord Europa, nella speranza di far ripartire la propria vita. Ma le strade che dovranno percorrere sono colme di non morti e tante altre insidie. Di recente, rafforzando il rapporto con il sito 'diariodirorschach.com', è stata pubblicata una nuova edizione che si inserisce tra i lavori sponsorizzati dal sito in questione. A breve vedrà la luce anche il secondo romanzo, sempre sulla piattaforma 'Amazon', dal titolo 'Chi non terrorizza si ammala di terrore', un thriller dal sapore amaro. È in programma, inoltre, anche il seguito di 'Far from Dead' per il periodo di marzo/aprile 2021.

Commenti

Post popolari in questo blog

📷 Galleria Fotografica: Rotary Club Venosa. Giornate Europee del Patrimonio (26 Settembre 2021)

 

📰 Segnalazioni in primo Piano: LUCE E OSCURITA’ DI CARMEN PICCIRILLO

Mani che sudano, cuore che batte all’impazzata, gambe bloccate. Licia protagonista dell’ultimo libro di Carmen Piccirillo “Luce e oscurità” , Booksprintedizioni, ha provato tutte le sfumature dell’ansia che gli attacchi di panico regalano. Licia è una giovane trentenne di Milano appassionata di giornalismo dalla personalità sensibile e profonda ma anche complessa. Con il suo racconto ci porta nella sua vita, nei suoi ricordi, nelle sue paure. Soffre di disturbo d’ansia che si presenta ogniqualvolta vuole dare una risposta alle situazioni della sua vita. Riavvolgendo il nastro della sua storia l’oscurità della sua anima è cominciata con la morte prematura del padre e altre vicissitudini che ha dovuto vivere. Le “cose” accadono per tutti: eventi, situazioni, alternarsi di stati d’animo, esperienze, sorprese. Ognuno di noi attribuisce un significato differente alle cose che accadono e ognuno di noi reagisce o interpreta ciò che accade in modo proprio. L’autrice scrive: “.. la

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Una poesia dalla Russia Racconti di Michele Libutti

L’ultima fatica letteraria di Michele Libutti, dopo una ventina di racconti e poesie dati alle stampe in questi anni, è un racconto che appare unico, sebbene sia composto da più di venti brevi. Come un film ad episodi (da anni ’70) cui la trama di commedia restava all’orizzonte mantenendo la rotta comune. Una poesia dalla Russia resta un romanzo di formazione - si direbbe - erudito come nel suo genere, maturato da esperienze vissute. Un nuovo tassello nella sua ultraventennale esperienza letteraria. E in copertina un interpretativo disegno a cura di Roberta Lioy. Michele Libutti sa regalare stanze di eccellenza, visioni semplici e altre; svolge un’operazione intuitiva di quanto ci gravita intorno, gira dalle parti del sacro recinto (definizione da Leonard Cohen) manifestando tuttavia una scrittura garbata e provocante: dipende dalla nostra capacità di interazione con le mutevoli cose della vita. Il racconto che dà il titolo alla raccolta è straordinario, una poetica