Passa ai contenuti principali

Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Il Metodo Psycofilm per pazienti oncologici

Dialogo con Paola Dei, psicologa e critica di cinema 
 
Lo studio è stato pubblicato di recente anche dalla Università di Vienna, di Berlino e di Friburgo che hanno suffragato la pubblicazione sul Phenomena Journal. Si tratta di un lavoro analizzato attraverso il Cinema, e validato con test e strumenti scientifici. L’esperienza, realizzata presso l’Ospedale Campostaggia in Toscana, è risultata molto arricchente, ed ha evidenziato l’importanza delle arti per il benessere psico-fisico, con la contestuale diminuzione dello stress, oltre ad un miglioramento delle relazioni familiari. Pioniere per la metodologia innovativa è il Metodo Psycofilm : il lavoro si pone di fondamentale rilievo, attraverso il cinema unito alla ricerca scientifica. Il progetto potrebbe essere realizzato anche nelle strutture della nostra regione. Ne parliamo con la dottoressa Paola Dei, psicologa senese, autrice di recensioni su cinema ed arte, con cui collaboriamo nelle Giurie di Festival nazionali come Sorriso Diverso e Montecatini Film Festival . 
 
Come nasce e come si muove tale impostazione scientifica con il Cinema che fa da supporto alle cure? 
 
Il Cinema è il compendio delle arti e quindi espressione di vissuti che si esprimono attraverso la bellezza delle arti, capace di condurci all’interno della nostra psiche. Pertanto, contestualizzando una meravigliosa teoria di personalità, lo studio è riuscito a dimostrare come un percorso puntuale e coraggioso nel quale abbiamo creduto fin dall’inizio e monitorato in ogni momento, sia riuscito, a diminuire nel paziente affetto da patologie oncologiche, sintomi correlati allo stress del 50 / 60 percento, e migliorare le relazioni inter e intra-familiari. Questo si è verificato anche nei parenti stretti.
 
Una esperienza che è vista di buon occhio negli ambienti scientifici? 
 
Ogni innovazione è come un film o una opera artistica. Ad alcuni piace ad altri meno. Questo è uno studio innovativo che per noi rimane molto importante. I semi piantati hanno poi dato i loro frutti in tutto il mondo, come dimostrano le molte università ​ che, dopo averla valutata, hanno deciso di pubblicarla su Riviste Scientifiche Internazionali. 
 
Un certo tipo di cinema aiuta dunque a migliorare lo stato interiore del paziente. Quali film averte preso in considerazione? 
 
Il cinema, un certo tipo di cinema scelto con cura, procura sempre uno stato di benessere, ma ai fini del lavoro psicologico va supportato da uno specifico metodo. Nel Metodo Psycofilm i film vanno scelti con molta attenzione di caso in caso e di situazione in situazione, in quanto si vanno a toccare interiorità fragili. Il percorso che ci siamo prefissati ha colto tutti gli stati d’animo che una persona si trova ad affrontare quando vive situazioni come descritte. Il compito dei registi e delle loro opere è stato quello di rendere il viaggio nell’interiorità più leggero. Questa esperienza ha prodotto frutti inaspettati anche da un punto di vista relazionale, rafforzando legami e permettendo di costruirne di nuovi; fornendo quindi chiavi di lettura diverse della propria vita. Abbiamo attraversato momenti molto commoventi ma anche deliziosi sorrisi e tenerezze. Una delle partecipanti (che purtroppo non è più con noi) testimoniava di come sia riuscita a trasformare i vissuti ansiosi in stupore e meraviglia. 
 
Un film che ha particolarmente colpito gli spettatori del progetto? 
 
“ Love is all you need ” con Pierce Brosnan e Trine Dirholm, diretto da Susanne Bier, ossia “ L’amore è tutto ciò di cui hai bisogno ”.

Commenti

Post popolari in questo blog

📰 Segnalazioni in primo Piano: La Natura Lucana nelle mani dell’Artista Debora Di Lucca prende vita.

Debora Di Lucca il Maestro Internazionale d’Arte, nata a Milano e di origini Lucane. Basilicata, conosciuta in tutto il Mondo per la sua Storica e anche patrimonio UNESCO, Matera, la Città scavata nella roccia, per le Dolomiti Lucane, il noto “paesaggio lunare” e non da ultimo il meraviglioso e cristallino Mar Ionio. Tante le dimostrazioni della creatività del Maestro, dall’esposizione al Campidoglio, all’invito come Madrina nella bellissima città di Fondi con l’apertura alla biennale, poi non dimentichiamoci, le ultime due Mostre a Roma in Ottobre, dal nome “Ars et Materia”, la prima esposizione presso “Lo Stadio di Domiziano” uno dei siti Archeologici più esclusivi di Roma e del Mondo, una delle 7 Meraviglie della Roma imperiale. Patrimonio UNESCO, immediatamente dopo la stessa esposizione personale “Ars et Materia” la vede protagonista così presso la sede romana del “Parlamento Europeo”. L’ultima partecipazione dell’anno 2021 è il “Premio Vittorio Sgarbi”, dove è riuscita a farsi ap

TRACCE di Rocco Brancati: ANTONIO CAMPAGNA

(Castelmezzano 31 dicembre 1884 - New York 8 maggio 1969) Fu un "caso" più unico che raro nella storia dell'emigrazione italiana. Anthony (Antonio) Campagna il 31 marzo del 1930 ottenne dal re Vittorio Emanuele III, "motu proprio"(di propria iniziativa), il titolo di conte trasmissibile per linea maschile. La rivista di cultura, propaganda e difesa italiana in America commentò: "L'esempio dell'uomo nuovo dell'Italia nuova, intenso a superare ogni giorno se stesso in uno sforzo continuo di creazione e di perfezione, ci è dato a questo figliuolo della Basilicata.

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Fondato il Cultural Associations Persepolis

Per iniziativa del lucano CineClub “Vittorio De Sica” Cinit – presieduto da Armando Lostaglio – è stato fondato a Como il Persepolis Cultural Associations . Un bel traguardo per gli operatori culturali dell’Iran che operano in Italia, con salde radici nel lontano Paese. L’Associazione si attiva, infatti, con lo scopo di presentare la cultura iraniana in Italia (concentrandosi per lo più in Lombardia) ed è impegnata a mettere insieme un gruppo di intellettuali iraniani e italiani per organizzare il festival cinematografico iraniano in uno stile alquanto originale. Ad esso sia affiancano altre attività artistiche e di promozione dei prodotti di qualità. A presiedere il sodalizio è Reza Nouri, professionista che opera a Como, mentre Laleh Esfandiari è la vicepresidente. Segretario è Mohammad Ashouri; fra i fondatori del Persepolis sono la regista Lia Beltrami e il critico Armando Lostaglio del CineClub “De Sica”, il quale ha fortemente voluto che la nuova Associazione int