Passa ai contenuti principali

Segnalazioni in Primo Pino: Un romanzo di fantascienza italiana nato tra Lombardia e Basilicata


Un ragazzo del Sud mette a frutto le sue qualità informatiche per creare un mondo migliore dopo la morte di suo fratello, l’ennesima morte bianca. Un libro di fantascienza italiana, nato tra Lombardia e Basilicata.

Il quadro è Milano ed il suo hinterland, ma anche Gallarate che gravita come la Luna intorno al suo aeroporto internazionale di Malpensa, con i suoi mille voli giornalieri.

Tutto parte al Sud, in terra lucana.

Rocco “rappresenta” un po’ tutti i ragazzi buoni d’Italia: volenterosi, intelligenti e umili.

Dopo la morte del fratello, a causa di un incidente sul lavoro, l’ennesima morte bianca, decide, ormai trent’enne, di riscriversi all’Università e dedicarsi allo studio dell’Intelligenza Artificiale.

Finalmente potrà usare le sue innate qualità.
Il progetto per lui è chiaro sin dall’inizio, ma quello che gli succederà andrà oltre quanto preventivato, portandolo ai bordi dell’Universo e prendendo contatto con una specie aliena, i SyborgX.

Rocco non compie il suo cammino da solo, ma sarà con Rachele, una piccola bambina tetraplegica, e suo padre Alberto. Il loro compito sarà quello di salvare il mondo.

Questa storia non vuole solo raccontare con un salto di fantasia un ipotetico mondo fanta-spirituale, ma vuole essere un racconto contemporaneo che evidenzia i problemi legati al lavoro, la criminalità, lo sfruttamento ambientale, ma anche la Provvidenza e la possibilità di una redenzione ultima da parte di ognuno, quasi fosse un classico dostoevskiano.

L’IMPORTANZA DI LEGGERLO

È importante leggerlo perché anche la fantascienza italiana contemporanea merita uno spazio.
È importante leggerlo perché testimonia l’unione tra Nord e Sud Italia.
È importante leggerlo perché mette l’uomo al centro di tutto (lo scoprirete parlando con l’alieno Sirox).
È importante leggerlo perché rivaluta l’invalidità come elemento nascosto capace di salvare umanità.
È importante leggerlo perché diamo molte cose per scontato (lo scoprirete salendo sulla metro).
È importante leggerlo perché noi siamo ospiti di un pianeta vivente di nome Gaia, e non padroni.
È importante leggerlo perché ognuno può cambiare, anche un criminale.
È importante leggerlo perché esiste sempre una mano che ci aiuta.
È importante leggerlo perché non tutto è come ci appare, i sensi ci ingannano.

Dunque, perché non leggerlo?

https://www.mirkobresciani.it/fantascienza-italiana/

NOTE SULL’AUTORE: MIRKO BRESCIANI

Mirko Bresciani si è laureato in Sociologia con indirizzo comunicazione e mass-media presso l’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”, con una tesi su Dostoevskij.

Ha pubblicato il Saggio La prospettiva etica in Dostoevskij e un libro di narrativa biografica dal titolo, Nient’altro che le stelle silenziose.

L’ultimo lavoro editoriale è 160 L’alba di una nuova esistenza, disponibile in esclusiva Amazon ed in concorso al premio letterario Amazon Storyteller 2020. Un romanzo di fantascienza italiana nato in terra lombarda e lucana.

Ha lavorato per diversi anni a Milano nell’area formazione, è impegnato nel sociale, continua a scrivere e si occupa di Marketing per realtà dall’alto contenuto innovativo.

Vive tra Gallarate, Milano e Verbania.

#fantascienzaItaliana #fantascienzaLombarda #fantascienzaBasilicata #InteligenzaArtificiale #Alieni

Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

📰 Segnalazioni in primo Piano: La Natura Lucana nelle mani dell’Artista Debora Di Lucca prende vita.

Debora Di Lucca il Maestro Internazionale d’Arte, nata a Milano e di origini Lucane. Basilicata, conosciuta in tutto il Mondo per la sua Storica e anche patrimonio UNESCO, Matera, la Città scavata nella roccia, per le Dolomiti Lucane, il noto “paesaggio lunare” e non da ultimo il meraviglioso e cristallino Mar Ionio. Tante le dimostrazioni della creatività del Maestro, dall’esposizione al Campidoglio, all’invito come Madrina nella bellissima città di Fondi con l’apertura alla biennale, poi non dimentichiamoci, le ultime due Mostre a Roma in Ottobre, dal nome “Ars et Materia”, la prima esposizione presso “Lo Stadio di Domiziano” uno dei siti Archeologici più esclusivi di Roma e del Mondo, una delle 7 Meraviglie della Roma imperiale. Patrimonio UNESCO, immediatamente dopo la stessa esposizione personale “Ars et Materia” la vede protagonista così presso la sede romana del “Parlamento Europeo”. L’ultima partecipazione dell’anno 2021 è il “Premio Vittorio Sgarbi”, dove è riuscita a farsi ap

TRACCE di Rocco Brancati: ANTONIO CAMPAGNA

(Castelmezzano 31 dicembre 1884 - New York 8 maggio 1969) Fu un "caso" più unico che raro nella storia dell'emigrazione italiana. Anthony (Antonio) Campagna il 31 marzo del 1930 ottenne dal re Vittorio Emanuele III, "motu proprio"(di propria iniziativa), il titolo di conte trasmissibile per linea maschile. La rivista di cultura, propaganda e difesa italiana in America commentò: "L'esempio dell'uomo nuovo dell'Italia nuova, intenso a superare ogni giorno se stesso in uno sforzo continuo di creazione e di perfezione, ci è dato a questo figliuolo della Basilicata.

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Fondato il Cultural Associations Persepolis

Per iniziativa del lucano CineClub “Vittorio De Sica” Cinit – presieduto da Armando Lostaglio – è stato fondato a Como il Persepolis Cultural Associations . Un bel traguardo per gli operatori culturali dell’Iran che operano in Italia, con salde radici nel lontano Paese. L’Associazione si attiva, infatti, con lo scopo di presentare la cultura iraniana in Italia (concentrandosi per lo più in Lombardia) ed è impegnata a mettere insieme un gruppo di intellettuali iraniani e italiani per organizzare il festival cinematografico iraniano in uno stile alquanto originale. Ad esso sia affiancano altre attività artistiche e di promozione dei prodotti di qualità. A presiedere il sodalizio è Reza Nouri, professionista che opera a Como, mentre Laleh Esfandiari è la vicepresidente. Segretario è Mohammad Ashouri; fra i fondatori del Persepolis sono la regista Lia Beltrami e il critico Armando Lostaglio del CineClub “De Sica”, il quale ha fortemente voluto che la nuova Associazione int