Passa ai contenuti principali

đź“° Il posto delle fragole di Mario Coviello: La disciplina di Penelope di Gianrico Carofiglio


Ho appena finito di leggere questo libro che vi consiglio perchè racconta di Penelope Spada, e giĂ  sia il nome che il cognome sono la migliore presentazione del personaggio, un magistrato che “ha fatto una cazzata” ed è stata la sola a pagare. La incontriamo dopo una notte di sesso con un”culturista”, con in casa una sala attrezzi, che ama fare sesso guardandosi allo specchio e ha nel bagno le creme per il contorno occhi. Di quest’uomo Penelope non ricorda il nome, va via dalla sua casa la mattina presto per andare in un bar a bere un caffè corretto con il Jack Daniels e incontrare Mario Rossi,un marito a cui hanno ucciso la moglie Giuliana. E’ stato scagionato dall’accusa di omicidio, ma il magistrato,poichè che non è stato trovato il colpevole,ha scritto al termine delle indagini che su di lui gravavano “sospetti inquietanti”. “ Non voglio che mia figlia Sofia, che ha sette anni, da grande possa solo dubitare di me o addirittura convincersi che io possa aver ucciso sua madre. “ Penelope dice subito di no, non se la sente di accettare l’incarico, non ha mai fatto l’investigatrice , ma, quasi contro la sua stessa volontĂ , comincia ad indagare.

La aiutano “ un vecchio cronista di nera Zanardi, una via di mezzo fra un giornalista e uno sbirro, e un commissario Rocco Barbagallo, “ Mano di Pietra” perchè ama il pugilato e a cinquant’anni ancora si allena, anche se i giovani con lui sono “ senza riguardo”. Sono due amici che la stimano per il rigore e la determinazione. E lentamente Penelope, da giovane campionessa di canottaggio che non ha smesso di allenarsi in un parco e riesce a fare le trazioni, perchè “la forza è un’abilitĂ ” e perchĂ© da piccola si arrampicava sugli alberi, ricomincia a vivere. Si appassiona al caso e ricomincia a “costruire un vocabolario preciso per descrivere le proprie sensazioni interiori, perchè il miglior psicofarmaco è un buon vocabolario”, come le aveva consigliato la psicanalista. Combatte contro l’insonnia, il bere, il fumo, l’ansia di bruciare il tempo da vivere, e ci fa indagare, in una Milano grigia, le ragioni di una coppia che cade a pezzi perchè Mario è un’uomo senza ambizioni e Giulia, allenatrice e personal trainer, è una donna insoddisfatta che vuole cambiare vita, ma ha una figlia troppo piccola a cui non vuole fare del male. Leggendo gli atti delle indagini, visitando i luoghi del delitto, interrogando un’amica della vittima, Penelope ha un’intuizione che la porta a risolvere il caso: “Il maschile è la categoria predefinita, il criterio fondamentale della lettura del mondo: Dunque la causa fondamentale della cattiva comprensione del mondo. Si tratti di questioni fondamentali, si tratti di cose della vita quotidiana. Si tratti di indagini..” Deve tutto ad una cagna Olivia che è sempre “disciplinata, ma non sottomessa. “ Disciplina senza sottomissione: mi piacque molto, mi parve un’intuizione, e forse un’insegnamento. Un modo di essere nel mondo.Una cosa cui non avevo mai pensato prima e una possibile soluzione. Una scelta.” Amerete Penelope Spada che dalla nonna ha imparato le ninne nanne e la cucina, l’indipendenza e la capacitĂ  di fare magie. La amerete perchĂ© come il cane che riceve in dono.. “ è buonissima con i bambini e con le donne, ma è un pò diffidente con gli uomini..” tanto da portare in tasca un calzino con biglie d’acciaio, oltre il solito spray al peperoncino. La amerete perchĂ©, si racconta in prima persona e chi lo fa è un uomo, lo scrittore Gianrico Carofiglio, che, in questa era di pandemia che ha messo in discussione tutti i nostri parametri di vita, vuole darci un suggerimento da accogliere e fare nostro nella vita di tutti i giorni. 
 
Bella 16 febbraio 2021.

Commenti

Post popolari in questo blog

đź“° Segnalazioni in Primo Piano: ‍A MARATEALE IN ARRIVO NANCY BRILLI, LUCIA OCONE, CINZIA TH TORRINI E GIOVANNI ALLEVI

Nancy Brilli, Lucia Ocone e Cinzia TH Torrini riceveranno un riconoscimento nel corso della tredicesima edizione di “Marateale - Premio internazionale Basilicata”, che si terrĂ  dal 27 al 31 luglio nella splendida location dell’hotel Santa Venere a Maratea. Per le due attrici, Brilli e Ocone, si tratta della prima volta alla Marateale, dove verranno premiate per la loro lunga e trasversale carriera mentre per la regista Cinzia TH Torrini si tratta di un gradito ritorno. “Sono felice che Lucia Ocone e Nancy Brilli abbiano accettato il nostro invito, perchĂ© noi di Marateale ci teniamo a premiarle per il loro essere così camaleontiche, visto che da anni riescono a ricoprire con disinvoltura sia ruoli divertenti che drammatici con eguale credibilitĂ  in film e fiction di enorme successo” dichiara Antonella Caramia, presidente dell'associazione Cinema Mediterraneo che organizza la kermesse, che aggiunge: “A completare questo tris di donne c’è Cinzia TH Torrini, amica di vecchia data dell

đź“• Autori: Madonna del Carmelo... preghiera in versi di Vito Coviello

16 luglio, Madonna del carmelo...   madonna mia,  madre mia divina,  tu dall'alto del mondo ci proteggi tutti,  tu dall'alto del monte proteggi noi lucani,  tu dalla civitas sei di Matera patrona,  tu, agli aviglianesi tanto cara,  dal sacro monte proteggi il popolo tutto,  che in te confida,  nostra celeste mediatrice  verso il Signore padre nostro.  Madonna mia, madre mia,  ti chiameranno Bruna,  ti chiamerranno Annunziata, Addolorata ed Assunta,  ma per me,  nato alle pendici del Carmelo  e sotto il tuo mantosei la madonna del Carmine  protettrice di tutti gli aviglianesi nel mondo.  Maronna mia oggi, 16 luglio,  come da sempre,  le nostre mamme terrene,  a te vengono, a piedi scalzi,  e con in testa il cinto di candele  e fiori addobbati,  per rinnovare il patto  e mettere noi tutti sotto il tuo manto addobato di stelle.....   Vito Coviello,

‍đź“° Appuntamenti in Primo Piano: Arriva la Giornata Nazionale delle Pro Loco d’Italia, con il progetto “GLI ALBERI RACCONTANO QUAGLIETTA

  Quaglietta. La Giornata Nazionale delle pro Loco parte domenica 11 luglio, in Piazza San Nicola, dove la Pro Loco Aquae Electae APS, con il proprio gazebo, esporrĂ  i prodotti tipici della Sagra di QualitĂ  ZenziGusto, e chi lo vorrĂ  potrĂ  anche effettuare il tesseramento. La giornata continua alle ore 18:00, con l'inaugurazione del progetto “GLI ALBERI RACCONTANO QUAGLIETTA” realizzato in collaborazione con Pazza Gioia. Gli Alberi ci raccontano di Quaglietta - Il progetto nasce da un’idea di Pazza Gioia con la collaborazione della Pro Loco Aquae Electae APS. Le finalitĂ  sono quelle di: - Raccogliere detti popolari e proverbi in modo da risvegliare il ricordo di modi di dire dei nostri nonni, in chi a Quaglietta ci è nato e vissuto e che in un mondo globalizzato non è più abituato a sentire nella quotidianitĂ . - Trasmettere alle nuove generazioni il legame con un mondo ed un passato che velocemente è stato spazzato via, che non esiste più, e dal quale si possono trarre innumer