Passa ai contenuti principali

đź“° Schermi Riflessi: STORIE & MEMORIE DELLA COMUNITĂ€ - MISFF2021 Raccontate attraverso il cinema

 
Con la fattiva collaborazione fra il CineClub “Vittorio De Sica”- Cinit e il Montecatini Short Film Festival (MISFF) – cui svolge ruolo attivo il Festival Tulipani Seta Nera (FTSN) – prende corpo il progetto: “ IdentitĂ  Italiane: Storie Memorie della ComunitĂ  ”. L’iniziativa si rivolge ai giovani studenti delle scuole superiori in un contesto multidisciplinare, al fine di fornire competenze trasversali di cinema e di salvaguardia del proprio territorio. Tale attivitĂ  rientra nei progetti di formazione sui percorsi di Alternanza Scuola Lavoro/PCTO. I l CineClub “De Sica” – presieduto da Armando Lostaglio - con il Festival Tulipani di Seta Nera – presieduto da Diego Righini - parteciperanno anche in alcune attivitĂ  durante le “Conference & International Meeting”. L’organizzazione generale è di Marcello Zeppi, il quale sovrintende le attivitĂ  collaterali del Montecatini International Short Film Festival , che da diversi anni presiede. Quest’anno il Festival si terrĂ  a Montecatini Terme dal 23 al 28 ottobre. Il filo della memoria racconta, dunque, la nostra capacitĂ  di generare resilienza, senso di appartenenza e coesione sociale, qualitĂ  diventate strategiche anche per fronteggiare l'emergenza Covid-19 e traghettare gli studenti in un enorme “Villagio Educante”. Ad insegnare “Critica Cinematografica” sono i docenti: Paola Dei, Psicologa dell’arte; Paola Tassone, Direttrice Artistica FTSN; Armando Lostaglio, Presidente del “De Sica” - Cinit; Catello Masullo, Presidente del Cinecircolo Romano. Cultura cinematografica, innovazione digitale e audiovisivo: elementi utili ​ per condurre il rinnovamento nel campo del lavoro, delle politiche sociali e per valorizzare le strategie sostenibili del territorio. Le ricadute sull’istruzione sono evidenti, con l’acquisizione di nuove competenze nella comunicazione e nella capacitĂ  di generare coesione sociale e territoriale. Gli studenti del Liceo “Coluccio Salutati” di Montecatini – Dirigente Graziano Magrini - hanno aderito al progetto con una convinta partecipazione, insieme agli studenti del Liceo “Stellini” di Udine Dirigente Luca Stellutti. Nel contesto della iniziativa, cinquecento giovani faranno parte della Giuria Giovani, centoventi sono iscritti ai corsi di preparazione e produzione di film, cortometraggi, audiovisivi creati con l’obbiettivo di familiarizzare con il linguaggio cinematografico. Un insieme articolato di attivitĂ  culturali nell’ambito di una Academy, fatto di colori, suoni, luoghi, paesaggi, ambienti, testi, che diventano storie, racconti, visioni, sogni, realtĂ , opportunitĂ . Registrare il presente indirizzando gli studenti ad osservare i luoghi frequentati con occhi nuovi cogliendo la bellezza, anche utilizzando lo smartphone in maniera creativa. Infine, i lavori prodotti dai giovani saranno mostrati durante il Montecatini International Short Film Festival. Una favorevole opportunitĂ  per i g iovani che potranno misurarsi nel proprio talento, e che parteciperanno anche a conferenze internazionali, in collaborazione con le Associazioni culturali cinematografiche, Festival ben consolidati in Italia e all’estero, dal Portogallo alla Spagna, dalla Russia all’Ucraina.

Commenti

Post popolari in questo blog

đź“° Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Nazzareno e la disciplina della terra

Rionero in V. - “ Bisogna toccare la terra - scriveva Tolstoj - solo con il lavoro agricolo può aversi una vita razionale, morale. L’agricoltura indica cos’è piĂą e cos'è meno necessario. Essa guida razionalmente la vita. ”    Sovviene questo verso nel ricordare quanto lavoro ha fatto e continua a fare Nazzareno, fra le persone piĂą colte che si possano incontrare. E’ un tenace e rigoroso contadino, che conosce le stagioni e il perchĂ© di ogni frutto che spunta dalla terra. Quante volte gli abbiamo chiesto di raccontarlo davanti ad una telecamera, per lasciare un segno tangibile, ma per umiltĂ  e discrezione non ha mai voluto farlo. E’ portatore di una cultura che sa raccontare con un linguaggio forbito, pressochĂ© inusuale per quella generazione. Un sapere che viene da lontano, da ragazzo, e che non conosce confini perchĂ© sa rispettare la natura e i suoi cambiamenti. Proprio come si fa con gli uomini. Nazzareno sa cogliere con mitezza ogni percezione che la terra sa emanar

đź“° Segnalazioni in Primo Piano: “Il ritratto dell’anima” di Carmen Piccirillo di Michele Libutti

  “...a volte l’amore non finisce...ma le anime sanno, ancor prima delle menti, quando è il momento di riavvicinarsi...; ...alcune imprevedibilitĂ  non sono casuali. A volte può esserci lo zampino di Dio...che mette in atto una serie di eventi...” Queste sono solo alcune delle tante esternazioni che la nostra Carmen ci prospetta con una semplicitĂ ...”dell’anima”. E non potendo citarle tutte, ricorderemo il dialogo tra il tassista e la signora russa, di cui accenneremo ancora e da cui emerge che il primo rifiuta inspiegabilmente il compenso dalla seconda che ha accompagnato nel suo giro...Anche nella storia di Gionatan, il nonno Fausto e la signora Giada si nota una insolita indisponibilitĂ  ad accettare denaro per un lavoro che Fausto consegna alla signora Giada. Ma c’è anche “Dall’altra parte del recinto”, “Gli alieni sulla terra”, L’artista Fabio”. I temi sono tanti e finiscono e si riassumono tutti in una osservazione di Carmen, fatta durante una conversaz

đź“° Segnalazioni in primo Piano: 22 APRILE: 51esima GIORNATA MONDIALE DELLA TERRA

Un chiaro esempio di tutela verso l'ambiente arriva dalla realtĂ  rionerese The Factory Best Class    La giornata mondiale della terra, che si celebra ogni anno il 22 aprile, è conosciuta in tutto il mondo come Earth Day, ed è l'evento "green" che riesce a coinvolgere un elevato numero di persone in tutto il mondo, sensibilizzando la salvaguardia dell'ambiente . L'idea di dedicare una giornata alla terra nacque negli anni '60, negli Stati Uniti , subito dopo la pubblicazione del libro manifesto ambientalista, "Primavera Silenziosa" di Rachel Carson, una biologa statunitense che ebbe molto successo e diede origine a notevoli movimenti ecologisti.