Passa ai contenuti principali

🎥 Sport: Futsal Rionero - Team Scaletta Messina 1-2

 
 
Al ‘’PalaGaudo’’ la Futsal Rionero di mister Portovenero si impone con merito e determinazione per 4-2 sulla vivace formazione siciliana del Team Scaletta Messina al termine di una gara bella, vibrante e agonisticamente valida. Già dai minuti iniziali la Futsal prende in mano le redini del gioco gestendo l’iniziativa e costringendo le siciliane ad arretrare il baricentro per contenere le folate offensive delle scatenate calciatrici bianconere Cerone, Huchitu, Monaco, Laluce e Borraccino.


Dopo varie occasioni mancate e due legni colpiti le rioneresi sbloccano la gara quando Huchitu accelera sulla destra e al momento giusto batte Arrigò con un preciso diagonale rasoterra che si infila sul secondo palo. Subito il gol, le siciliane, tentano una reazione e dopo qualche timido tentativo trovano il guizzo giusto per pareggiare inaspettatamente i conti con Primavera che da ottima posizione appoggia in rete un prezioso suggerimento di Fedele su fallo laterale da destra. Non passa nemmeno un giro di lancette e la Futsal si riporta in vantaggio con Borraccino che corregge in porta da ottima posizione un assist d’oro di Monaco a conclusione di un’azione insistita. Da qui al termine della prima frazione di gara la Futsal tenta più volte la via della rete con vari tentativi che testano i riflessi della brava portiere siciliana Arrigò. Un primo tempo di chiara marca bianconera termina come ovvio con le rioneresi meritatamente in vantaggio per 2-1. La ripresa si apre con l’inatteso pari ospite realizzato da Lottino che, con un tiro dalla lunga distanza, trova la maldestra e sfortunata deviazione a rete di una calciatrice di casa portando il punteggio sul 2-2. La Futsal non ci sta e, scossa dall’inatteso pari siciliano, ristabilisce subito le distanze grazie all’esperta Borraccino che corregge a rete un suggerimento da destra di Laluce e porta lo score sul 3-2 siglando così, la sua doppietta personale. Sulle ali dell’entusiasmo la Futsal chiude la contesa quando da una palla persa dalla calciatrice ospite Fedeli è Laluce a rubare palla e servire un comodo assist alla giovanissima Cerone che con freddezza e cinismo scarica in rete la palla del 4-2 che chiude ipoteticamente la contesa. Il tecnico ospite Cernuto tenta il tutto per tutto inserendo anche il portiere di movimento Rizzo Gr. e la squadra si sbilancia in avanti spinta dalla forza della disperazione ma il portiere di casa Saraceno è sempre attenta e sicura a non farsi sorprendere sui tentativi delle varie Lottino, Cusumano, Cucinotta e Fedeli. E’ invece la Futsal ad andare più volte vicina alla quinta rete con i tentativi di Monaco, Laluce, Cerone, Huchitu, Borraccino e Mazzaro trovando però sempre il portiere ospite Arrigò attenta e reattiva. Al gong finale grande entusiasmo in casa bianconera per questa importante vittoria che consente alla Futsal di salire al 6° posto in classifica al -1 dalla zona playoff. Un obiettivo, quello dei playoff, che appare alla portata del team bianconero del presidente Maulà e che renderebbe ancora più prestigioso tutto quello che di positivo si è realizzato fin qui in questi quattro campionati di fila nel calcio nazionale.
 
Francesco Preziuso (Ufficio Stampa Futsal Rionero)

Commenti

Post popolari in questo blog

📰 Segnalazioni in Primo Piano: ‍A MARATEALE IN ARRIVO NANCY BRILLI, LUCIA OCONE, CINZIA TH TORRINI E GIOVANNI ALLEVI

Nancy Brilli, Lucia Ocone e Cinzia TH Torrini riceveranno un riconoscimento nel corso della tredicesima edizione di “Marateale - Premio internazionale Basilicata”, che si terrà dal 27 al 31 luglio nella splendida location dell’hotel Santa Venere a Maratea. Per le due attrici, Brilli e Ocone, si tratta della prima volta alla Marateale, dove verranno premiate per la loro lunga e trasversale carriera mentre per la regista Cinzia TH Torrini si tratta di un gradito ritorno. “Sono felice che Lucia Ocone e Nancy Brilli abbiano accettato il nostro invito, perché noi di Marateale ci teniamo a premiarle per il loro essere così camaleontiche, visto che da anni riescono a ricoprire con disinvoltura sia ruoli divertenti che drammatici con eguale credibilità in film e fiction di enorme successo” dichiara Antonella Caramia, presidente dell'associazione Cinema Mediterraneo che organizza la kermesse, che aggiunge: “A completare questo tris di donne c’è Cinzia TH Torrini, amica di vecchia data dell

‍📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Rionero in Vulture senza cinema e teatro, dopo 150 anni

Una comunità, senza una sua piazza-agorà e senza un teatro, annienta ed annichilisce una storia che ha quasi tre millenni, ed è indegna di chiamarsi tale. Non è comunità, ma congerie irrilevante di case e di abitanti. E’ l’amara considerazione che scaturisce all’interno comunità di Rionero in Vulture, che da quasi un decennio non ha più un suo cinema né teatro. Nonostante tutto, il CineClub “De Sica” Cinit - che abbiamo fondato da quasi un trentennio - non smette le proprie attività di cultura cinematografica, compiendone almeno una quarantina ogni anno, non solo nella città fondativa. Si utilizzano sale di “fortuna” (centro Anziani, giovanile parrocchiale) adibendole alla bisogna, oppure realizzando proiezioni in arene d’estate (come a Monticchio) o in atri storici (Giardino palazzo Fortunato). “Portatori sani di bellezza” definisce il sociologo De Masi chi diffonde cultura. 

📕 Autori: Madonna del Carmelo... preghiera in versi di Vito Coviello

16 luglio, Madonna del carmelo...   madonna mia,  madre mia divina,  tu dall'alto del mondo ci proteggi tutti,  tu dall'alto del monte proteggi noi lucani,  tu dalla civitas sei di Matera patrona,  tu, agli aviglianesi tanto cara,  dal sacro monte proteggi il popolo tutto,  che in te confida,  nostra celeste mediatrice  verso il Signore padre nostro.  Madonna mia, madre mia,  ti chiameranno Bruna,  ti chiamerranno Annunziata, Addolorata ed Assunta,  ma per me,  nato alle pendici del Carmelo  e sotto il tuo mantosei la madonna del Carmine  protettrice di tutti gli aviglianesi nel mondo.  Maronna mia oggi, 16 luglio,  come da sempre,  le nostre mamme terrene,  a te vengono, a piedi scalzi,  e con in testa il cinto di candele  e fiori addobbati,  per rinnovare il patto  e mettere noi tutti sotto il tuo manto addobato di stelle.....   Vito Coviello,