Passa ai contenuti principali

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Stige di Amila Aliani contro la violenza di genere

 
E’ un film indipendente, STIGE, contro la violenza di genere, prodotto da CineClub “Vittorio De Sica” – Cinit, Kaled e BasilicataCinema. A scriverlo e a dirigerlo è la regista sperimentale Amila Aliani, lucana, di formazione europea. L’idea del film nasce dal riconoscimento di sé stessi, con contenuti elaborati secondo la psicoanalisi, tali da imprimere un impatto significativo sulla mente dello spettatore mediante stimoli empatici. “Una storia che si sviluppa in una sorta di dopoguerra della psiche – sostiene la regista Aliani - un occhio sul reale comportamento interiore nei confronti della memoria. I ricordi, tratti da tre storie vere, vengono costruiti come un input sinestetico che fa emergere pezzi di momenti vissuti, esonerati dalla raffigurazione diretta dell’attimo in cui si svolge la violenza”. Stige è uno dei fiumi citati da Dante nella sua Commedia. Essendo una storia circolare di crisi e violenza, rende bene cosa prova la protagonista, il suo labirinto e a tratti la visione diventa claustrofobica. I personaggi, pur essendo degli accenni pittorici anch’essi, prendono corpo e si addensano fino a trasmettere una grande carica di umanità. Gli attori quasi tutti lucani, formatisi in diverse scuole artistiche, sono: Giulia Weber, Chiara Lostaglio, Francesca Tataranni, Chiara Zaccaro, Giusi Zaccagnini, Cinzia Clemente, Nando Irene . Le musiche sono di Claudio Lay, Lomografici e Teta Mona mentre la cantante (in scena con una straordinaria performance) è Saba Mires. Le opere pittoriche inquadrate nel film sono di varie pittrici italiane. In poco tempo in rete, ha ottenuto migliaia di visualizzazioni; è distribuito su Amazon Prime Video. Il film, cui ha contribuito anche “Cantine del Notaio”, circuita anche in diverse rassegne e mostre soprattutto nelle scuole, con una prima visione nella Rassegna liceale a Rionero, “ De l’acerba e cruda diva” – Donne Cinema Basilicata dello scorso anno.

Commenti

Post popolari in questo blog

📷 Servizi Fotografici: Rionero. Inaugurazione Centro Fitness RF TRAINING (2 Ottobre 2021)

 

📷 Servizi Fotografici: Pro-Loco Ruvo del Monte. Presentazione del libro "L'Angolo di Armando" (13 Novembre 2021)

 

📰 Appuntamenti in primo Piano: 4^ Edizione DiVini Libri Chiacchierata con l'Autore - Città di Eboli. Presentazione del libro “Il Monolite” di Paolo Itri

Eboli . Il 13 novembre, alle ore 18:00, presso Bistrot Patù, ci sarà la presentazione del libro “Il Monolite – Storie di camorra di un giudice Antimafia”, edito dalla casa editrice Piemme, nell'ambito della Rassegna Letteraria DiVini Libri Chiacchierata con l'Autore. L'autore Poalo Itri, di origine Cilentane, nel suo libro ci racconta, attraverso le sue esperienze lavorative da magistrato, di quanto la Camorra può essere pericolosa. Il Palazzo di Giustizia napoletano è il più grande d'Italia, e probabilmente del mondo. Dopo anni trascorsi tra le sue mura, per il giudice Paolo Itri l'impressione è ancora quella di trovarsi di fronte al «monolite» di 2001. Odissea nello spazio. Un caos labirintico in cui ogni giorno si scrivono nuove pagine della tragedia e della commedia umana, un avamposto da cui Itri, con gli altri magistrati della Direzione distrettuale antimafia di Napoli, ha condotto per lungo tempo la tormentata battaglia dello Stato contro la camorra