Passa ai contenuti principali

📰 Segnalazioni in Primo Piano: Novità IL FOGLIO LETTERARIO & EDIZIONI IL FOGLIO

Le novità su IBS: 
 
 Adriana Pedicini – Fiordalisi e papaveri (poesie) – Pagine 50 – Euro 10 
Andrea Fanetti – Nuvole passanti – Memorie di una generazione tra Piombino e dintorni - pag. 260 – euro 15 
Alessandro Fulcheris – Il mistero del Falcone – pag. 150 – euro 14 
Anna Lanzetta - Parole e pensieri di Bona Bianchi, donna di Piombino” - Pagine: 212 - euro 15 
Carlo Gambescia, Metapolitica del Coronavirus. Un diario pubblico, postfazioni di Alessandro Litta Modignani e Carlo Pompei, Edizioni Il Foglio 2021, (“Saggi”), pp. 170, euro 14.00 
Patrizio Avella - Modigliani, le donne, Parigi - Pag. 320 - euro 15 
Robero Mosi - Ogni sera Dante torna a casa - Pag. 150 - Euro 14 
RIVISTA IL FOGLIO LETTERARIO IN USCITA - BONUS TRACK www.ilfoglioletterario.it 
 
Tramonto in piazza Bovio di Lupi & Marchionni 
 

 Il sole è tramontato nel luogo del nostro abbandono, dietro una Corsica sfumata, davanti alle cento scalinate d’un’antica principessa innamorata. Il sole è tramontato, soltanto un flebile colore ci ha lasciato, un placido chiarore marinaro che scurisce in notturni pensierosi. La piazza del tempo perduto, vista dal lato più nascosto del Castello, via del Popolo, tra carcere e giardini, un asilo infantile del passato, agavi spinose, barba di Giove, rami di tamerici, mentre vola un gabbiano verso l’Elba dipingendo una piega di pensieri su poveri rilievi montuosi. Tempo di sognare, tempo di rifiorire, tempo di ricordi, di favole belle, di occhi innamorati. Tempo di primavera, di tramonti, tempo d’un cielo rosso stemperato che disperde nella sobria tavolozza tutto il ricordo, tutto il suo passato. 
 
Cotone di Lupi & Marchionni 

Il vecchio autobus delle sei al capolinea dei pensieri, tra povere case del Cotone e una famiglia di marmo affacciata su fumose ciminiere, portava nel giorno appena nato braccia di operai sul posto di lavoro, mascherate nel timore d’un sogno interrotto, perdute in un’antica paura da poveri, onesti e antichi forgiatori di acciaio e di stupore. Mattina bruciata da un autobus lanciato verso l’abisso d’una periferia cosparsa di sole, in attesa di lunghe giornate sempre uguali, nel verde dei campi, tra girasoli estivi e carciofi invernali, piantagioni di spinaci, maremme malsane, intorno al Cornia, attendevi l’ora del giorno rimpiangendo l’odore dei rifiuti. Autobus lungo la vecchia Provinciale, file di operai scomparse, disoccupati che scendono in città ancora spossati dal grigio tepore dei letti, stanze polverose dove dormono in troppi, sporche di periferia decadente, cosparse di sogni smarriti. Il mio Cotone sempre uguale, in fondo, casermoni come lotti da coltivare, bruciati da un sole troppo caldo, fabbrica abbandonata, tuguri persi nella luce che degrada verso la fine del giorno. 
 
 Il Foglio Letterario Casa Editrice: 
www.edizioniilfoglio.com 
Rivista: www.ilfoglioletterario.it 
Gruppo FB: https://www.facebook.com/groups/65808867039/ 
Pagina 
FB: https://www.facebook.com/ilfoglioletterarioedizioni/ 
Sito personale: www.infol.it/lupi https://www.instagram.com/edizioni_ilfoglio/ 
Youtube: 
https://www.youtube.com/channel/UC1IvPHLbtPLFKNQ2n2BEZKg?view_as=subscriber

Commenti

Post popolari in questo blog

📰 Segnalazioni in Primo Piano: ‍A MARATEALE IN ARRIVO NANCY BRILLI, LUCIA OCONE, CINZIA TH TORRINI E GIOVANNI ALLEVI

Nancy Brilli, Lucia Ocone e Cinzia TH Torrini riceveranno un riconoscimento nel corso della tredicesima edizione di “Marateale - Premio internazionale Basilicata”, che si terrà dal 27 al 31 luglio nella splendida location dell’hotel Santa Venere a Maratea. Per le due attrici, Brilli e Ocone, si tratta della prima volta alla Marateale, dove verranno premiate per la loro lunga e trasversale carriera mentre per la regista Cinzia TH Torrini si tratta di un gradito ritorno. “Sono felice che Lucia Ocone e Nancy Brilli abbiano accettato il nostro invito, perché noi di Marateale ci teniamo a premiarle per il loro essere così camaleontiche, visto che da anni riescono a ricoprire con disinvoltura sia ruoli divertenti che drammatici con eguale credibilità in film e fiction di enorme successo” dichiara Antonella Caramia, presidente dell'associazione Cinema Mediterraneo che organizza la kermesse, che aggiunge: “A completare questo tris di donne c’è Cinzia TH Torrini, amica di vecchia data dell

📕 Autori: Madonna del Carmelo... preghiera in versi di Vito Coviello

16 luglio, Madonna del carmelo...   madonna mia,  madre mia divina,  tu dall'alto del mondo ci proteggi tutti,  tu dall'alto del monte proteggi noi lucani,  tu dalla civitas sei di Matera patrona,  tu, agli aviglianesi tanto cara,  dal sacro monte proteggi il popolo tutto,  che in te confida,  nostra celeste mediatrice  verso il Signore padre nostro.  Madonna mia, madre mia,  ti chiameranno Bruna,  ti chiamerranno Annunziata, Addolorata ed Assunta,  ma per me,  nato alle pendici del Carmelo  e sotto il tuo mantosei la madonna del Carmine  protettrice di tutti gli aviglianesi nel mondo.  Maronna mia oggi, 16 luglio,  come da sempre,  le nostre mamme terrene,  a te vengono, a piedi scalzi,  e con in testa il cinto di candele  e fiori addobbati,  per rinnovare il patto  e mettere noi tutti sotto il tuo manto addobato di stelle.....   Vito Coviello,

‍📰 Appuntamenti in Primo Piano: Arriva la Giornata Nazionale delle Pro Loco d’Italia, con il progetto “GLI ALBERI RACCONTANO QUAGLIETTA

  Quaglietta. La Giornata Nazionale delle pro Loco parte domenica 11 luglio, in Piazza San Nicola, dove la Pro Loco Aquae Electae APS, con il proprio gazebo, esporrà i prodotti tipici della Sagra di Qualità ZenziGusto, e chi lo vorrà potrà anche effettuare il tesseramento. La giornata continua alle ore 18:00, con l'inaugurazione del progetto “GLI ALBERI RACCONTANO QUAGLIETTA” realizzato in collaborazione con Pazza Gioia. Gli Alberi ci raccontano di Quaglietta - Il progetto nasce da un’idea di Pazza Gioia con la collaborazione della Pro Loco Aquae Electae APS. Le finalità sono quelle di: - Raccogliere detti popolari e proverbi in modo da risvegliare il ricordo di modi di dire dei nostri nonni, in chi a Quaglietta ci è nato e vissuto e che in un mondo globalizzato non è più abituato a sentire nella quotidianità. - Trasmettere alle nuove generazioni il legame con un mondo ed un passato che velocemente è stato spazzato via, che non esiste più, e dal quale si possono trarre innumer