Passa ai contenuti principali

📰 Sport: 2021 Internazionali d’Italia Motocross Eicma Series - RND #3, Mantova (MN)

 Nella prova conclusiva degli Internazionali d’Italia Motocross Eicma Series di Mantova, il Millionaire Racing Team torna in gara schierando i suoi tre piloti: Giuseppe Tropepe #223 nella classe MX2, Daniele Salone #214 nella classe MX1 e il giovane Nicola Cristofori #321 nella classe 125. 
 
Una mattinata fredda e ventosa, vede i piloti scendere in pista per disputare le prove libere e cronometrate. Nella classe MX2, Tropepe è autore di una buona prova che gli consegna il 23° cancelletto sullo schieramento di partenza. Nella classe MX1, Salone non riesce ad essere molto incisivo e chiude la sessione con un 35° tempo. Nella 125, Cristofori fallisce il tentativo di qualificarsi nel gruppo A e con un 32° tempo del suo gruppo, si ritrova nel gruppo B. 
 

 La partenza di Giuseppe nella manche della MX2 non è delle migliori con la Husqvarna #223 che transita 22a a conclusione del giro iniziale. Il recupero di Tropepe però è davvero notevole e nell’arco delle sedici tornate, il calabrese recupera undici posizioni chiudendo la manche con un buon 11° posto che gli garantisce l’accesso alla manche finale. Manche tutta nelle retrovie invece quella disputata da Daniele nella classe MX1. Senza correre rischi e nell’ottica di migliorare la sua condizione fisica, Salone transita 29° sul traguardo. Nel gruppo B della classe 125, Nicola porta a termine entrambe le manche ottenendo un 21° ed un 20° posto di giornata.
 
 
Nella prova conclusiva degli Internazionali d’Italia Motocross Eicma Series di Mantova, il Millionaire Racing Team torna in gara schierando i suoi tre piloti: Giuseppe Tropepe #223 nella classe MX2, Daniele Salone #214 nella classe MX1 e il giovane Nicola Cristofori #321 nella classe 125. 
 
Una mattinata fredda e ventosa, vede i piloti scendere in pista per disputare le prove libere e cronometrate. Nella classe MX2, Tropepe è autore di una buona prova che gli consegna il 23° cancelletto sullo schieramento di partenza. Nella classe MX1, Salone non riesce ad essere molto incisivo e chiude la sessione con un 35° tempo. Nella 125, Cristofori fallisce il tentativo di qualificarsi nel gruppo A e con un 32° tempo del suo gruppo, si ritrova nel gruppo B. 
 

 La partenza di Giuseppe nella manche della MX2 non è delle migliori con la Husqvarna #223 che transita 22a a conclusione del giro iniziale. Il recupero di Tropepe però è davvero notevole e nell’arco delle sedici tornate, il calabrese recupera undici posizioni chiudendo la manche con un buon 11° posto che gli garantisce l’accesso alla manche finale. Manche tutta nelle retrovie invece quella disputata da Daniele nella classe MX1. Senza correre rischi e nell’ottica di migliorare la sua condizione fisica, Salone transita 29° sul traguardo. Nel gruppo B della classe 125, Nicola porta a termine entrambe le manche ottenendo un 21° ed un 20° posto di giornata. Nella Supercampione, lo spunto in partenza di Giuseppe è buono ma nelle fasi concitate del primo giro il calabrese perde numerose posizioni e si ritrova 29°. Con un’andatura regolare e senza forzare ulteriormente il ritmo per non incappare in qualche caduta, Tropepe completa la gara con un 23° posto. Conclusasi questa breve parentesi degli Internazionali d’Italia MX, il Millionaire Racing Team tornerà in pista nel weekend del 20 e 21 Marzo per il terzo round degli Internazionali d’Italia Supermarecross, dove Giuseppe Tropepe guida la classifica della classe MX2. La gara si svolgerà a Maccarese, in provincia di Roma. 

Giuseppe Tropepe #223: “Dopo le prove di Rosolina Mare, questa è stata per me la prima gara importante di questa stagione. In qualifica ero un po’ teso ed ho commesso tanti errori ma ho azzeccato l’ultimo giro anche se potevo fare di più. Nella prima manche sono partito male e mi sono ritrovato a centro gruppo e non facendo gare di questo livello da tanto tempo, nei primi giri ho guidato più rilassato. Poi pian piano ho preso un buon ritmo ed ho recuperato chiudendo 11°. Sono contento perché con la poca preparazione che ho sono comunque riuscito a guidare bene e in scioltezza, facendo il mio giro record nel penultimo passaggio. Nella Supercampione sono partito per fare allenamento, attualmente non sono in condizione per fare due manche da venticinque minuti a questi livelli. Sono partito bene, poi ho perso alcune posizioni ma giro dopo giro ho recuperato facendo la mia gara senza forzare. Ho chiuso 23°.” 
 

Daniele Salone #214: “Mi sentivo bene in sella e avevo voglia di fare bene, ma ogni volta sembra che debba succedere qualcosa che mi rovini la giornata. Le qualifiche le ho saltate perché ho avuto un problema alla moto. In gara ho chiuso 29°.Potevo fare molto di più ma ormai ero sfiduciato e non dell’umore giusto per forzare il ritmo. Spero di avere più fortuna nelle prossime gare. Ciao.”

Commenti

Post popolari in questo blog

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Nazzareno e la disciplina della terra

Rionero in V. - “ Bisogna toccare la terra - scriveva Tolstoj - solo con il lavoro agricolo può aversi una vita razionale, morale. L’agricoltura indica cos’è più e cos'è meno necessario. Essa guida razionalmente la vita. ”    Sovviene questo verso nel ricordare quanto lavoro ha fatto e continua a fare Nazzareno, fra le persone più colte che si possano incontrare. E’ un tenace e rigoroso contadino, che conosce le stagioni e il perché di ogni frutto che spunta dalla terra. Quante volte gli abbiamo chiesto di raccontarlo davanti ad una telecamera, per lasciare un segno tangibile, ma per umiltà e discrezione non ha mai voluto farlo. E’ portatore di una cultura che sa raccontare con un linguaggio forbito, pressoché inusuale per quella generazione. Un sapere che viene da lontano, da ragazzo, e che non conosce confini perché sa rispettare la natura e i suoi cambiamenti. Proprio come si fa con gli uomini. Nazzareno sa cogliere con mitezza ogni percezione che la terra sa emanar

📰 Segnalazioni in Primo Piano: “Il ritratto dell’anima” di Carmen Piccirillo di Michele Libutti

  “...a volte l’amore non finisce...ma le anime sanno, ancor prima delle menti, quando è il momento di riavvicinarsi...; ...alcune imprevedibilità non sono casuali. A volte può esserci lo zampino di Dio...che mette in atto una serie di eventi...” Queste sono solo alcune delle tante esternazioni che la nostra Carmen ci prospetta con una semplicità...”dell’anima”. E non potendo citarle tutte, ricorderemo il dialogo tra il tassista e la signora russa, di cui accenneremo ancora e da cui emerge che il primo rifiuta inspiegabilmente il compenso dalla seconda che ha accompagnato nel suo giro...Anche nella storia di Gionatan, il nonno Fausto e la signora Giada si nota una insolita indisponibilità ad accettare denaro per un lavoro che Fausto consegna alla signora Giada. Ma c’è anche “Dall’altra parte del recinto”, “Gli alieni sulla terra”, L’artista Fabio”. I temi sono tanti e finiscono e si riassumono tutti in una osservazione di Carmen, fatta durante una conversaz

📰 Segnalazioni in primo Piano: 22 APRILE: 51esima GIORNATA MONDIALE DELLA TERRA

Un chiaro esempio di tutela verso l'ambiente arriva dalla realtà rionerese The Factory Best Class    La giornata mondiale della terra, che si celebra ogni anno il 22 aprile, è conosciuta in tutto il mondo come Earth Day, ed è l'evento "green" che riesce a coinvolgere un elevato numero di persone in tutto il mondo, sensibilizzando la salvaguardia dell'ambiente . L'idea di dedicare una giornata alla terra nacque negli anni '60, negli Stati Uniti , subito dopo la pubblicazione del libro manifesto ambientalista, "Primavera Silenziosa" di Rachel Carson, una biologa statunitense che ebbe molto successo e diede origine a notevoli movimenti ecologisti.