Passa ai contenuti principali

📰 Segnalazioni in primo Piano: 22 APRILE: 51esima GIORNATA MONDIALE DELLA TERRA


Un chiaro esempio di tutela verso l'ambiente arriva dalla realtà rionerese The Factory Best Class 
 
La giornata mondiale della terra, che si celebra ogni anno il 22 aprile, è conosciuta in tutto il mondo come Earth Day, ed è l'evento "green" che riesce a coinvolgere un elevato numero di persone in tutto il mondo, sensibilizzando la salvaguardia dell'ambiente . L'idea di dedicare una giornata alla terra nacque negli anni '60, negli Stati Uniti , subito dopo la pubblicazione del libro manifesto ambientalista, "Primavera Silenziosa" di Rachel Carson, una biologa statunitense che ebbe molto successo e diede origine a notevoli movimenti ecologisti.

Successivamente, nell'anno 1969, in una conferenza dell'Unesco a San Francisco, un attivista per la pace, John Mcconnell, propose ufficialmente una giornata dedicata alla Terra, ottenendo un notevole sostegno. Il primo e ufficiale Earth Da y della storia fu istituito ufficialmente nell'anno 1970. La manifestazione ha sempre avuto, come mission prevalente, la sensibilizzazione di governi e opinione pubblica sull’urgenza di mettere in atto interventi mirati per proteggere l'ambiente e le risorse naturali tramite azioni e comportamenti corretti per salvare il pianeta e per ovviare alle gravi problematiche come l'inquinamento di aria, di acqua, di suolo; la distruzione di ecosistemi; le migliaia di piante e specie animali che scompaiono... Nel periodo storico attuale, caratterizzato da una grave emergenza climatica e sanitaria e, quindi, dal bisogno impellente di ridurre il nostro impatto ambientale, è di notevole importanza ripensare il nostro rapporto con il pianeta mettendo in atto azioni finalizzate a combattere il degrado del mondo naturale. Un valido e costruttivo esempio di grande rispetto e tutela ambientale, arriva proprio dalla regione Basilicata, precisamente da Rionero in Vulture, dove due parrucchieri, Luciano Minutillo e Patrizia Nardozza, titolari di un salone Best Class , per evidenziare l’importanza dell’ecosostenibilità, hanno promosso all’interno della propria realtà lavorativa, un interessante progetto denominato The Factory Best Class .
 

The Factory fu, tra il 1962 e il 1968, il nome dello studio originario di Andy Warhol (uno dei più influenti artisti del XX secolo). Da allora, questo progetto ispirò l’architettura urbana per il recupero industriale in tutto il mondo, dando nuova vita a luoghi con una storia e restituendola alla collettività per scopi di sviluppo di cultura, promozione, arte e moda. A livello architetturale, i materiali scelti dai parrucchieri rioneresi per l’edificazione di questo lodevole progetto, sono stati incentrati sulla composizione di arredamenti eco friendly (pitture naturali con collanti biodegradabili e senza additivi chimici; pavimenti in polvere di pietra, mista a resina; luci a risparmio energetico; tendaggi caratterizzati da cotone naturale privo di acrilici e sintetici, mobili caratterizzati da verniciature ad acqua...) Mentre i prodotti per capelli sono composti da principi attivi naturali, formulati con presidi slow food provenienti da realtà italiane. Gli involucri sono riciclabili, caratterizzati da bioplastica e riutilizzabili nell’ambito alimentare/domestico. Qualunque servizio offerto al cliente promuove nella totalità il rispetto biologico ed ecologico per guardare al futuro con trasparenza, impegno e grande speranza. Il progetto The Factory Best Class a Rionero in Vulture è nato con entusiasmo e grande passione nell'anno 2019 ​ e prosegue, brillantemente, ad oggi. Oltretutto, la The Factory contribuisce in maniera attiva a progetti di rimboschimento di foreste in Madagascar e in Amazzonia. Tutto ciò rappresenta un progresso molto importante per alimentare la consapevolezza dell'urgenza di vivere "green", per combattere la più grande sfida della storia dell’umanità: SALVARE LA TERRA. Luciano Minutillo e Patrizia Nardozza, hair stylist di successo, hanno agito diligentemente, quindi, dando il loro valido contributo a Madre Natura, promuovendo la " Bellezza Ecosostenibile " per conciliare etica ed estetica, con la speranza di sensibilizzare tante altre persone, organizzazioni ed esercizi commerciali, e, in questa 51esima Giornata Mondiale Della Terra , sono lieti di onorare questa ricorrenza dando il loro ammirevole input a quanti volessero perseguire lo stesso percorso per il bene comune.

Commenti

Post popolari in questo blog

📷 Servizi Fotografici: Pro-Loco Ruvo del Monte. Presentazione del libro "L'Angolo di Armando" (13 Novembre 2021)

 

📰 Appuntamenti in primo Piano: 4^ Edizione DiVini Libri Chiacchierata con l'Autore - Città di Eboli. Presentazione del libro “Il Monolite” di Paolo Itri

Eboli . Il 13 novembre, alle ore 18:00, presso Bistrot Patù, ci sarà la presentazione del libro “Il Monolite – Storie di camorra di un giudice Antimafia”, edito dalla casa editrice Piemme, nell'ambito della Rassegna Letteraria DiVini Libri Chiacchierata con l'Autore. L'autore Poalo Itri, di origine Cilentane, nel suo libro ci racconta, attraverso le sue esperienze lavorative da magistrato, di quanto la Camorra può essere pericolosa. Il Palazzo di Giustizia napoletano è il più grande d'Italia, e probabilmente del mondo. Dopo anni trascorsi tra le sue mura, per il giudice Paolo Itri l'impressione è ancora quella di trovarsi di fronte al «monolite» di 2001. Odissea nello spazio. Un caos labirintico in cui ogni giorno si scrivono nuove pagine della tragedia e della commedia umana, un avamposto da cui Itri, con gli altri magistrati della Direzione distrettuale antimafia di Napoli, ha condotto per lungo tempo la tormentata battaglia dello Stato contro la camorra

📰 Appuntamenti in primo Piano: LA CANTATA DEL CAFFÈ (KAFFEEKANTATE) DI J.S. BACH CONCERTO ACCADEMIA DUCALE CENTRO STUDI MUSICALI

Domenica il 21 novembre alle ore 16.00 a Pietragalla, presso il Salone del Palazzo Ducale, l’Accademia Ducale centro studi musicali propone al pubblico quella che viene definita una delle testimonianze più vivaci della vocalità profana di J.S. Bach, animata da una vena comica e da una grande capacità di penetrazione psicologica: La cantata del caffè (Kaffeekantate). È la divertente storia di un padre brontolone e conservatore, Schlendrian, interpretata da Carmine Giordano (basso) e della sua figlia ribelle Liesgen, interpretata dal soprano Filomena Solimando, a cui vorrebbe impedire di bere il caffè, la “diabolica bevanda”. Al tenore, Yoosang Yoon, spetta il compito di introdurre la scena e fare da narratore. Nella versione proposta dall’Accademia Ducale ai cantanti, che si esprimono in lingua tedesca, sono affiancati degli attori che interpreteranno a loro volta i personaggi, per rendere ancor più fruibile e divertente la cantata: Nicole Millo (Liesgen), Antonio Rom