Passa ai contenuti principali

🎥 Interviste 2021: Presentazione ArcheoClub del Vulture aps ‘’Giuseppe Catenacci’’ con Antonio Cecere

 

10 Maggio 2021. 

Intervista ad Antonio Cecere - Presidente ArcheoClub del Vulture aps ‘’Giuseppe Catenacci’’ E’ nato ufficialmente a Rionero l’ArcheoClub del Vulture aps ‘’Giuseppe Catenacci’’ che, intitolato alla memoria dell’illustre ingegnere, saggista, giornalista e politico rionerese Giuseppe Catenacci (1893-1975), avrà come valido presidente il giovane 25enne Antonio Cecere, ricercatore storico, giornalista e Dottore Magistrale in Storia e Civiltà Europea. Un importante Ente per il territorio in questione che si occuperà di salvaguardia del patrimonio culturale, storico, artistico, archeologico e ambientale. E’ stato scelto di intitolare l’ArcheoClub alla memoria dell’illustre rionerese Giuseppe Catenacci (1893-1975) che come ingegnere, politico, giornalista e saggista contribuì in modo esponenziale alla crescita di Rionero sotto molteplici aspetti nel secolo scorso. L’ArcheoClub d’Italia Onlus è molto attivo da decenni su scala nazionale essendo stato fondato nel 1971 come Centro di Documentazione Archeologica allo scopo di sostenere con un impegno concreto gli studiosi e gli esperti dell’archeologia nella divulgazione della conoscenza del passato. Inoltre, anche in Basilicata, l’ArcheoClub è già attivo da vari anni in altri comuni lucani come Matera, Melfi, Policoro e Tolve. La sede centrale dell’ArcheoClub del Vulture aps ‘’Giuseppe Catenacci’’ sarà a Rionero, per la sua posizione geograficamente strategica e quindi facilmente raggiungibile, ma l’appena nato sodalizio intende tutelare anche l’area limitrofa alla cittadina fortunatiana a partire dalla Valle di Vitalba a Ripacandida, da Ruvo del Monte, Rapone, San Fele, Rapolla e Barile mai prescindendo dall’Ager Venusinus o dalle plaghe plioceniche di Monticchio. Un progetto importante che pone all’ArcheoClub rionerese tantissime sfide, anche non semplici, che i validi componenti affronteranno con quello spirito di cooperazione e collaborazione che animerà la loro mission in un percorso di interlocuzione privilegiata con enti di grande rilevanza come Ministeri, Regione Basilicata, Comuni, Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio della Basilicata, Direzione Regionale dei Musei e tanti altri. In una zona come quella del Vulture, con il più alto tasso archeologico, monumentale e paesaggistico della Basilicata, è di fondamentale importanza avvicinare il maggior numero di persone alla Storia, all’Archeologia, alle proprie Radici, Identità e Tradizioni allo scopo di tramandare, valorizzare e tutelare il proprio patrimonio culturale accrescendo la consapevolezza dell’unicità dei luoghi oltre ad infondere giorno per giorno in ogni persona, con fatica, amore, coraggio, passione quel desiderio di conoscenza che deve sempre pervadere le coscienze della società contemporanea. Il saggio motto ‘’gli uomini camminano su strade percorse da altri uomini’’ è un po' il leitmotiv dell’ArcheoClub del Vulture aps ‘’Giuseppe Catenacci’’ di Rionero che nel suo percorso futuro si ispirerà pienamente a questo significativo ed originale motto. Un movimento culturale che grazie all’intraprendenza e alla competenza del suo giovane presidente Antonio Cecere e all’operatività del già nutrito gruppo di componenti darà sicuramente ulteriore impulso sia alla città di Rionero e sia agli altri comuni dell’hinterland che rientrano in questo ambizioso, duraturo ed importante progetto. Sono infatti tantissimi i giovani del posto impegnati in vari ambiti culturali che si stanno avvicinando a questo progetto per dare il proprio contributo personale allo sviluppo di questa terra ricca di svariate bellezze storiche, artistiche, paesaggistiche e ambientali che se valorizzate a dovere possono rappresentare un volano di crescita importante per questa zona. 

 Francesco Preziuso

Commenti

Post popolari in questo blog

📰 Segnalazioni in primo Piano: La Natura Lucana nelle mani dell’Artista Debora Di Lucca prende vita.

Debora Di Lucca il Maestro Internazionale d’Arte, nata a Milano e di origini Lucane. Basilicata, conosciuta in tutto il Mondo per la sua Storica e anche patrimonio UNESCO, Matera, la Città scavata nella roccia, per le Dolomiti Lucane, il noto “paesaggio lunare” e non da ultimo il meraviglioso e cristallino Mar Ionio. Tante le dimostrazioni della creatività del Maestro, dall’esposizione al Campidoglio, all’invito come Madrina nella bellissima città di Fondi con l’apertura alla biennale, poi non dimentichiamoci, le ultime due Mostre a Roma in Ottobre, dal nome “Ars et Materia”, la prima esposizione presso “Lo Stadio di Domiziano” uno dei siti Archeologici più esclusivi di Roma e del Mondo, una delle 7 Meraviglie della Roma imperiale. Patrimonio UNESCO, immediatamente dopo la stessa esposizione personale “Ars et Materia” la vede protagonista così presso la sede romana del “Parlamento Europeo”. L’ultima partecipazione dell’anno 2021 è il “Premio Vittorio Sgarbi”, dove è riuscita a farsi ap

TRACCE di Rocco Brancati: ANTONIO CAMPAGNA

(Castelmezzano 31 dicembre 1884 - New York 8 maggio 1969) Fu un "caso" più unico che raro nella storia dell'emigrazione italiana. Anthony (Antonio) Campagna il 31 marzo del 1930 ottenne dal re Vittorio Emanuele III, "motu proprio"(di propria iniziativa), il titolo di conte trasmissibile per linea maschile. La rivista di cultura, propaganda e difesa italiana in America commentò: "L'esempio dell'uomo nuovo dell'Italia nuova, intenso a superare ogni giorno se stesso in uno sforzo continuo di creazione e di perfezione, ci è dato a questo figliuolo della Basilicata.

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Fondato il Cultural Associations Persepolis

Per iniziativa del lucano CineClub “Vittorio De Sica” Cinit – presieduto da Armando Lostaglio – è stato fondato a Como il Persepolis Cultural Associations . Un bel traguardo per gli operatori culturali dell’Iran che operano in Italia, con salde radici nel lontano Paese. L’Associazione si attiva, infatti, con lo scopo di presentare la cultura iraniana in Italia (concentrandosi per lo più in Lombardia) ed è impegnata a mettere insieme un gruppo di intellettuali iraniani e italiani per organizzare il festival cinematografico iraniano in uno stile alquanto originale. Ad esso sia affiancano altre attività artistiche e di promozione dei prodotti di qualità. A presiedere il sodalizio è Reza Nouri, professionista che opera a Como, mentre Laleh Esfandiari è la vicepresidente. Segretario è Mohammad Ashouri; fra i fondatori del Persepolis sono la regista Lia Beltrami e il critico Armando Lostaglio del CineClub “De Sica”, il quale ha fortemente voluto che la nuova Associazione int