Passa ai contenuti principali

‍📰 Appuntamenti in Primo Piano: Ischia Film Festiva, Cinema, “Black Parthenope” in anteprima: in viaggio nella Napoli sotterranea

C’è una Napoli in larga parte inedita, quella del suo intrigante sottosuolo, che trasuda storia, avvolge e soffoca: vi si dipana l’intreccio di “Black Parthenope”, una delle più attese anteprime che impreziosiscono la serata di martedì 29 giugno. Il film, in programma alle 20.30 in Piazza d’armi, ha la regia di Alessandro Giglio, e racconta il viaggio dei visitatori nella vasta città sotterranea, in un loop temporale straordinario e lontano dalla frenesia quotidiana. Presente nella suggestiva location del Castello Aragonese, teatro della manifestazione, l’intero cast, composto da Gianluca Di Gennaro, Giovanni Esposito, Nicola Nocella e Marta Gastini. A seguire - alle 22.45 - la proiezione del film “200 metri”, introdotto dall'incontro con Tina Marinari, rappresentante di Amnesty International. Diretto dal regista palestinese Ameen Nayfeh, il film è la storia di una famiglia divisa da un muro, e del difficile viaggio che intraprende un padre, Mustafa, per raggiungere il figlio che ha subito un incidente. La Cattedrale dell’Assunta farà da sfondo alle due anteprime assolute in programma per la serata: alle 20.30 “Clarus” di Michele Schiano, lavoro in concorso per la sezione Scenari campani, ambientato presso le strutture archeologiche di Alife, e alle 21.20 il lungometraggio “Echoes of the empire: beyond Genghis Khan” di Robert H. Lieberman, una splendida visione cinematografica del passato e del presente della Mongolia. Entrambe le proiezioni saranno anticipate da un’intervista agli autori. La serata prosegue con l’incontro, previsto per le 22.50, con Claudio Casale, regista di “Shero” che introdurrà il suo progetto, in concorso per Location negata: la storia di un’attivista indiana per i diritti delle donne, sfregiata con l’acido. Alle 23.30 Jasmine Trinca, con il suo “Being my mom”, condurrà il pubblico in una Roma deserta, insieme a una madre e una figlia che, trascinando una valigia, camminano senza sosta. A chiudere la serata alla Cattedrale dell’Assunta, alle 23.32, l’anteprima italiana “Shakira” del regista libanese Farah Shaer, che racconta l’incontro tra una giovane donna zingara e Marius, un membro di una banda di rapinatori. La terrazza di Casa del Sole sarà la location dedicata all’incontro, alle 20.30, con il regista Stefano Giacomuzzi e l’attore Alfeo Carnelutti, che anticiperanno la proiezione del lungometraggio “Pozzis, Samarcanda”, anteprima italiana. Un viaggio in motocicletta di due amici, dalle montagne del Friuli, per arrivare a Samarcanda. Seguirà il cortometraggio in concorso “Talker” del regista iraniano Mehrshad Ranjbar, che tratteggia il repentino cambio di abitudini di una coppia di anziani. Infine la pellicola italiana “Movida” del regista Alessandro Padovani, presente alla serata per parlare al pubblico del suo film, in concorso per la sezione location negata con il suo racconto di una Belluno dal punto di vista dei giovani, che lentamente vedono la propria città spopolarsi.

Commenti

Post popolari in questo blog

📰 Segnalazioni in primo Piano: La Natura Lucana nelle mani dell’Artista Debora Di Lucca prende vita.

Debora Di Lucca il Maestro Internazionale d’Arte, nata a Milano e di origini Lucane. Basilicata, conosciuta in tutto il Mondo per la sua Storica e anche patrimonio UNESCO, Matera, la Città scavata nella roccia, per le Dolomiti Lucane, il noto “paesaggio lunare” e non da ultimo il meraviglioso e cristallino Mar Ionio. Tante le dimostrazioni della creatività del Maestro, dall’esposizione al Campidoglio, all’invito come Madrina nella bellissima città di Fondi con l’apertura alla biennale, poi non dimentichiamoci, le ultime due Mostre a Roma in Ottobre, dal nome “Ars et Materia”, la prima esposizione presso “Lo Stadio di Domiziano” uno dei siti Archeologici più esclusivi di Roma e del Mondo, una delle 7 Meraviglie della Roma imperiale. Patrimonio UNESCO, immediatamente dopo la stessa esposizione personale “Ars et Materia” la vede protagonista così presso la sede romana del “Parlamento Europeo”. L’ultima partecipazione dell’anno 2021 è il “Premio Vittorio Sgarbi”, dove è riuscita a farsi ap

TRACCE di Rocco Brancati: ANTONIO CAMPAGNA

(Castelmezzano 31 dicembre 1884 - New York 8 maggio 1969) Fu un "caso" più unico che raro nella storia dell'emigrazione italiana. Anthony (Antonio) Campagna il 31 marzo del 1930 ottenne dal re Vittorio Emanuele III, "motu proprio"(di propria iniziativa), il titolo di conte trasmissibile per linea maschile. La rivista di cultura, propaganda e difesa italiana in America commentò: "L'esempio dell'uomo nuovo dell'Italia nuova, intenso a superare ogni giorno se stesso in uno sforzo continuo di creazione e di perfezione, ci è dato a questo figliuolo della Basilicata.

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Fondato il Cultural Associations Persepolis

Per iniziativa del lucano CineClub “Vittorio De Sica” Cinit – presieduto da Armando Lostaglio – è stato fondato a Como il Persepolis Cultural Associations . Un bel traguardo per gli operatori culturali dell’Iran che operano in Italia, con salde radici nel lontano Paese. L’Associazione si attiva, infatti, con lo scopo di presentare la cultura iraniana in Italia (concentrandosi per lo più in Lombardia) ed è impegnata a mettere insieme un gruppo di intellettuali iraniani e italiani per organizzare il festival cinematografico iraniano in uno stile alquanto originale. Ad esso sia affiancano altre attività artistiche e di promozione dei prodotti di qualità. A presiedere il sodalizio è Reza Nouri, professionista che opera a Como, mentre Laleh Esfandiari è la vicepresidente. Segretario è Mohammad Ashouri; fra i fondatori del Persepolis sono la regista Lia Beltrami e il critico Armando Lostaglio del CineClub “De Sica”, il quale ha fortemente voluto che la nuova Associazione int