Passa ai contenuti principali

🎥 In Primo Piano con Pietro Francesco Maria De Sarlo - autore

 

PIETRO FRANCESCO MARIA DE SARLO, ingegnere, manager e scrittore. A 23 anni si laurea in Ingegneria Mineraria e inizia a lavorare come industrial economist presso la Direzione Strategie della Snamprogetti (ENI Group). Passa poi a Lombardia Informatica e successivamente in Fininvest Italia con incarichi crescenti nell’ambito del controllo e della pianificazione aziendale. A 31 anni è dirigente e responsabile Pianificazione e Strategie del gruppo Latina – Ausonia (la parte assicurativa della Compagnia Finanziaria De Benedetti). Nel 1992 diventa direttore Strategia Pianificazione e Controllo del Gruppo Ras (Allianz), all’epoca, dopo Generali, la seconda compagnia di assicurazione italiana. Nel 1998 diventa Direttore Pianificazione, Controllo e Contabilità Integrata del Gruppo Poste Italiane ed è tra i protagonisti del risanamento e rilancio del Gruppo, dove rimane fino al 2002. Passa poi in Banca Intesa come responsabile delle Partecipazioni Immobiliari e poi diventa capo del Welfare aziendale (9 miliardi di euro di asset gestiti). E' stato amministratore di numerose società tra cui Presidente Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus, Presidente Intesa Sanpaolo Provis, Consigliere di Poste Vita, Consigliere Advisor Commitee del Fondo Abitare Sociale, Presidente del Fondo Pensioni per i dipendenti del Gruppo Intesa Sanpaolo, Presidente Intesa Real Estate, Presidente del Fondo per i dipendenti dell’ex Banco di Napoli, Presidente del Fondo pensioni e della Cassa di Assistenza San Paolo IMI, Presidente del Fondo Sanitario Integrativo del Gruppo Intesa San Paolo, Presidente Fondo Pensioni Carifirenze, Consigliere del Fondo Pensioni Cariplo, Presidente di Immobili Italiani (Immit), Amministratore unico di Intesa Immobiliare. Nel 2009 ha fondato l’associazione Politico Culturale 'Pinguini Lucani', che si propone di diffondere la conoscenza delle possibilità di sviluppo della Regione Basilicata e del Sud. Nel gennaio 2011 ha pubblicato il saggio “Si può fare!” sulle possibilità di sviluppo della Basilicata. Nel 2016 riceve il riconoscimento di Socio Laureato Illustre della Associazione Alumni Noi Sapienza (Ex Allievi Università La Sapienza di Roma). Nel 2016 ha pubblicato il romanzo “L’Ammerikano”che ha vinto il premio della critica al Concorso Letterario Nazionale Argentario 2017 e che è stato primo classificato al Premio Nazionale Letterario Artese – Città di San Salvo 2017 riservato alle opere prime. Nel 2017 viene premiato come Amico del Consumatore Codacons. Nell’ottobre 2018 ha partecipato come esperto alla formulazione del programma di governo della regione Basilicata del M5S e indicato come Assessore all’Economia e Sviluppo della Regione in caso di vittoria del movimento. Attualmente è Commissario liquidatore fondo pensioni Comit, Presidente del comitato consultivo e dell’assemblea dei quotisti del Fondo Immobiliare Omega e liquidatore di alcune legal entity. A maggio 2020 pubblica il suo secondo romanzo. Un noir politico, 'Dalla parte dell’assassino'. che ad agosto 2020 riceve il premio Narrativa Giallo al Concorso Letterario Nazionale Argentario 2020. In occasione dell’anniversario per i 160 anni dalla proclamazione dell’Unità d’Italia ha pubblicato recentemente il romanzo storico 'La congiura delle passioni'. www.pietrodesarlo.it

Commenti

Post popolari in questo blog

📷 Galleria Fotografica: Rotary Club Venosa. Giornate Europee del Patrimonio (26 Settembre 2021)

 

📰 Segnalazioni in primo Piano: LUCE E OSCURITA’ DI CARMEN PICCIRILLO

Mani che sudano, cuore che batte all’impazzata, gambe bloccate. Licia protagonista dell’ultimo libro di Carmen Piccirillo “Luce e oscurità” , Booksprintedizioni, ha provato tutte le sfumature dell’ansia che gli attacchi di panico regalano. Licia è una giovane trentenne di Milano appassionata di giornalismo dalla personalità sensibile e profonda ma anche complessa. Con il suo racconto ci porta nella sua vita, nei suoi ricordi, nelle sue paure. Soffre di disturbo d’ansia che si presenta ogniqualvolta vuole dare una risposta alle situazioni della sua vita. Riavvolgendo il nastro della sua storia l’oscurità della sua anima è cominciata con la morte prematura del padre e altre vicissitudini che ha dovuto vivere. Le “cose” accadono per tutti: eventi, situazioni, alternarsi di stati d’animo, esperienze, sorprese. Ognuno di noi attribuisce un significato differente alle cose che accadono e ognuno di noi reagisce o interpreta ciò che accade in modo proprio. L’autrice scrive: “.. la

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Una poesia dalla Russia Racconti di Michele Libutti

L’ultima fatica letteraria di Michele Libutti, dopo una ventina di racconti e poesie dati alle stampe in questi anni, è un racconto che appare unico, sebbene sia composto da più di venti brevi. Come un film ad episodi (da anni ’70) cui la trama di commedia restava all’orizzonte mantenendo la rotta comune. Una poesia dalla Russia resta un romanzo di formazione - si direbbe - erudito come nel suo genere, maturato da esperienze vissute. Un nuovo tassello nella sua ultraventennale esperienza letteraria. E in copertina un interpretativo disegno a cura di Roberta Lioy. Michele Libutti sa regalare stanze di eccellenza, visioni semplici e altre; svolge un’operazione intuitiva di quanto ci gravita intorno, gira dalle parti del sacro recinto (definizione da Leonard Cohen) manifestando tuttavia una scrittura garbata e provocante: dipende dalla nostra capacità di interazione con le mutevoli cose della vita. Il racconto che dà il titolo alla raccolta è straordinario, una poetica