Passa ai contenuti principali

‍đź“° Appuntamenti in Primo Piano: Arriva la Giornata Nazionale delle Pro Loco d’Italia, con il progetto “GLI ALBERI RACCONTANO QUAGLIETTA

 

Quaglietta. La Giornata Nazionale delle pro Loco parte domenica 11 luglio, in Piazza San Nicola, dove la Pro Loco Aquae Electae APS, con il proprio gazebo, esporrĂ  i prodotti tipici della Sagra di QualitĂ  ZenziGusto, e chi lo vorrĂ  potrĂ  anche effettuare il tesseramento. La giornata continua alle ore 18:00, con l'inaugurazione del progetto “GLI ALBERI RACCONTANO QUAGLIETTA” realizzato in collaborazione con Pazza Gioia. Gli Alberi ci raccontano di Quaglietta - Il progetto nasce da un’idea di Pazza Gioia con la collaborazione della Pro Loco Aquae Electae APS. Le finalitĂ  sono quelle di: - Raccogliere detti popolari e proverbi in modo da risvegliare il ricordo di modi di dire dei nostri nonni, in chi a Quaglietta ci è nato e vissuto e che in un mondo globalizzato non è più abituato a sentire nella quotidianitĂ . - Trasmettere alle nuove generazioni il legame con un mondo ed un passato che velocemente è stato spazzato via, che non esiste più, e dal quale si possono trarre innumerevoli insegnamenti. - Offrire ai possibili visitatori sempre più numerosi in paese, attraverso la lettura, un momento di svago e curiositĂ  sulle nostre tradizioni. La scelta di collocare detti e proverbi sugli alberi non è un caso; l’albero in sé è simbolo di rinascita e dello scorrere inesorabile del tempo. Esso vive e si moltiplica nello spazio sconfinato del cielo mantenendosi ben saldo nella profonditĂ  della terra. Infine il materiale è stato collocato in cornici vecchie, recuperate e rigenerate perché ci piace riutilizzare oggetti ai quali dare una nuova vita ma anche perché crediamo in pratiche sempre più ecosostenibili. Con il patrocinio del Comune di Calabritto e dell'Associazione Culturale "Lo Scrigno" 

Raffaele Agresti

Commenti

Post popolari in questo blog

đź“· Galleria Fotografica: Rotary Club Venosa. Giornate Europee del Patrimonio (26 Settembre 2021)

 

đź“° Segnalazioni in primo Piano: LUCE E OSCURITA’ DI CARMEN PICCIRILLO

Mani che sudano, cuore che batte all’impazzata, gambe bloccate. Licia protagonista dell’ultimo libro di Carmen Piccirillo “Luce e oscuritĂ ” , Booksprintedizioni, ha provato tutte le sfumature dell’ansia che gli attacchi di panico regalano. Licia è una giovane trentenne di Milano appassionata di giornalismo dalla personalitĂ  sensibile e profonda ma anche complessa. Con il suo racconto ci porta nella sua vita, nei suoi ricordi, nelle sue paure. Soffre di disturbo d’ansia che si presenta ogniqualvolta vuole dare una risposta alle situazioni della sua vita. Riavvolgendo il nastro della sua storia l’oscuritĂ  della sua anima è cominciata con la morte prematura del padre e altre vicissitudini che ha dovuto vivere. Le “cose” accadono per tutti: eventi, situazioni, alternarsi di stati d’animo, esperienze, sorprese. Ognuno di noi attribuisce un significato differente alle cose che accadono e ognuno di noi reagisce o interpreta ciò che accade in modo proprio. L’autrice scrive: “.. la

đź“° Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Una poesia dalla Russia Racconti di Michele Libutti

L’ultima fatica letteraria di Michele Libutti, dopo una ventina di racconti e poesie dati alle stampe in questi anni, è un racconto che appare unico, sebbene sia composto da piĂą di venti brevi. Come un film ad episodi (da anni ’70) cui la trama di commedia restava all’orizzonte mantenendo la rotta comune. Una poesia dalla Russia resta un romanzo di formazione - si direbbe - erudito come nel suo genere, maturato da esperienze vissute. Un nuovo tassello nella sua ultraventennale esperienza letteraria. E in copertina un interpretativo disegno a cura di Roberta Lioy. Michele Libutti sa regalare stanze di eccellenza, visioni semplici e altre; svolge un’operazione intuitiva di quanto ci gravita intorno, gira dalle parti del sacro recinto (definizione da Leonard Cohen) manifestando tuttavia una scrittura garbata e provocante: dipende dalla nostra capacitĂ  di interazione con le mutevoli cose della vita. Il racconto che dĂ  il titolo alla raccolta è straordinario, una poetica