Passa ai contenuti principali

📰 Segnlazioni in Primo Piano: “Non Stop. Poesie (1970-2020)”, Oronzo Liuzzi

(Musicaos Editore, Collana Poesia, 32)

Oronzo Liuzzi, artista e poeta, ha pubblicato dal 1970 a oggi venti raccolte di versi, attraversando l’ultimo quarto del secolo scorso e portandosi con la propria produzione ben oltre le soglie del Duemila, nel primo quarto del nuovo secolo. Per la prima volta, il poeta pugliese, con questa “autoantologia” raccoglie in un volume i testi significativi della propria produzione poetica. “Non Stop”, a intendere che il cammino della sua poesia incessante, multi-direzionale, polimorfa, si è lasciato attraversare e ha attraversato le sperimentazioni e le sfide culturali che di volta in volta venivano poste alla scrittura dai nuovi media e dai nuovi linguaggi. Il lettore ha modo, grazie a questo volume, di comporre il variegato mondo poetico di Oronzo Liuzzi, dagli anni Settanta fino all’avvento della Rete, giungendo fino alla sua produzione recente, nella quale in più luoghi ha avuto modo di riscrivere i miti religiosi dell’antichità. Un viaggio che ha ottenuto riconoscimenti critici di valore e che si è misurato in un dialogo con altri autori, poeti, artisti, in tutta Italia e nel mondo. Il testo si accompagna a un saggio di Luciano Pagano, che affronta i componimenti delle raccolte antologizzate. “Insieme alle consonanze a distanza nel tempo, sono state seminate da Oronzo Liuzzi miriadi di vicinanze nello spazio, con collaborazioni sempre capaci di reinventare la propria scrittura, lasciando un segno sempre capace di auscultare il cuore pulsante della ricerca. Ciò testimonia uno dei caratteri, a questo punto forse il più importante, della poesia di Oronzo Liuzzi, la tensione della scoperta di un nuovo linguaggio, mutevole, capace di esplorare poeticamente i confini della nostra umanità. È il motivo da cui proviene il titolo di questa raccolta, “Non Stop”, a indicare un Poeta che ha composto nel dialogo la direzione di un movimento incessante.” (Dal saggio di Luciano Pagano). Il volume, edito nella collana poesia di Musicaos Editore, entrerà in distribuzione dall’ultima settimana di luglio e potrà essere acquistato in libreria o in rete, su tutti i siti dedicati all’editoria e ai libri.

Oronzo Liuzzi (Fasano, BR, 1949), vive a Corato (BA). Laureato in Filosofia Estetica all’Università di Bari, è artista poliedrico, poeta e performer. Ha esposto in numerosi musei e gallerie nazionali e internazionali e in varie edizioni della Biennale di Venezia. Ha pubblicato: L’assoluta realtà (Firenze 1971); Poesie (Albatros, 1975); Teresa/Attunico (Schena, 1977); Poesie (Albatros, 1977); Mio figlio è l’albero (narrativa, Gabrieli, 1979); Bio (Tracce, 1987); Ronz (Campanotto, 1989); Canzone antica (micronarrativa, Pensionante dè Saraceni, 1990); Plexi (Campanotto, 1997); Nuvole di gomma (Riccardi, 2001); Poesie (1972-1977) (Riccardi, 2002); L’albero della vita (Portofranco, 2003); Chat_Poesie (Spazioikonos, 2004); Pensieri in_transito (Fermenti, 2006); Poesia Povera (SECOP, 2009); Via dei barbari (L’Arca Felice, 2009); Io e Caravaggio (SECOP, 2010); Una nuova storia d’amore (narrativa, Tracce, 2011); Poesie invisibili (SECOP, 2012); In Odissea visione (puntoacapo, 2012), Condivido (puntoacapo, 2014); E mentre l’arte… (CFR Edizioni, 2014); dna (EUREKA Edizioni, 2015); Lettera dal mare (Oèdipus, 2018, finalista al 33° Premio Lorenzo Montano); eccomi: il sacrificio di Isacco (Oèdipus, 2020); Mutomutas (Musicaos Editore, 2020). 

 “Non Stop. Poesie (1970-2020)”, Oronzo Liuzzi Collana Poesia, 32 | Formato 127x203 mm, pagine 170, euro 13, 

ISBN 9791280202208 

Con un saggio di Luciano Pagano Musicaos Editore 

www.musicaos.org | info@musicaos.it

Commenti

Post popolari in questo blog

📷 Galleria Fotografica: Rotary Club Venosa. Giornate Europee del Patrimonio (26 Settembre 2021)

 

📰 Segnalazioni in primo Piano: LUCE E OSCURITA’ DI CARMEN PICCIRILLO

Mani che sudano, cuore che batte all’impazzata, gambe bloccate. Licia protagonista dell’ultimo libro di Carmen Piccirillo “Luce e oscurità” , Booksprintedizioni, ha provato tutte le sfumature dell’ansia che gli attacchi di panico regalano. Licia è una giovane trentenne di Milano appassionata di giornalismo dalla personalità sensibile e profonda ma anche complessa. Con il suo racconto ci porta nella sua vita, nei suoi ricordi, nelle sue paure. Soffre di disturbo d’ansia che si presenta ogniqualvolta vuole dare una risposta alle situazioni della sua vita. Riavvolgendo il nastro della sua storia l’oscurità della sua anima è cominciata con la morte prematura del padre e altre vicissitudini che ha dovuto vivere. Le “cose” accadono per tutti: eventi, situazioni, alternarsi di stati d’animo, esperienze, sorprese. Ognuno di noi attribuisce un significato differente alle cose che accadono e ognuno di noi reagisce o interpreta ciò che accade in modo proprio. L’autrice scrive: “.. la

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Una poesia dalla Russia Racconti di Michele Libutti

L’ultima fatica letteraria di Michele Libutti, dopo una ventina di racconti e poesie dati alle stampe in questi anni, è un racconto che appare unico, sebbene sia composto da più di venti brevi. Come un film ad episodi (da anni ’70) cui la trama di commedia restava all’orizzonte mantenendo la rotta comune. Una poesia dalla Russia resta un romanzo di formazione - si direbbe - erudito come nel suo genere, maturato da esperienze vissute. Un nuovo tassello nella sua ultraventennale esperienza letteraria. E in copertina un interpretativo disegno a cura di Roberta Lioy. Michele Libutti sa regalare stanze di eccellenza, visioni semplici e altre; svolge un’operazione intuitiva di quanto ci gravita intorno, gira dalle parti del sacro recinto (definizione da Leonard Cohen) manifestando tuttavia una scrittura garbata e provocante: dipende dalla nostra capacità di interazione con le mutevoli cose della vita. Il racconto che dà il titolo alla raccolta è straordinario, una poetica