Passa ai contenuti principali

📰 Segnlazioni in Primo Piano: “Non Stop. Poesie (1970-2020)”, Oronzo Liuzzi

(Musicaos Editore, Collana Poesia, 32)

Oronzo Liuzzi, artista e poeta, ha pubblicato dal 1970 a oggi venti raccolte di versi, attraversando l’ultimo quarto del secolo scorso e portandosi con la propria produzione ben oltre le soglie del Duemila, nel primo quarto del nuovo secolo. Per la prima volta, il poeta pugliese, con questa “autoantologia” raccoglie in un volume i testi significativi della propria produzione poetica. “Non Stop”, a intendere che il cammino della sua poesia incessante, multi-direzionale, polimorfa, si è lasciato attraversare e ha attraversato le sperimentazioni e le sfide culturali che di volta in volta venivano poste alla scrittura dai nuovi media e dai nuovi linguaggi. Il lettore ha modo, grazie a questo volume, di comporre il variegato mondo poetico di Oronzo Liuzzi, dagli anni Settanta fino all’avvento della Rete, giungendo fino alla sua produzione recente, nella quale in più luoghi ha avuto modo di riscrivere i miti religiosi dell’antichità. Un viaggio che ha ottenuto riconoscimenti critici di valore e che si è misurato in un dialogo con altri autori, poeti, artisti, in tutta Italia e nel mondo. Il testo si accompagna a un saggio di Luciano Pagano, che affronta i componimenti delle raccolte antologizzate. “Insieme alle consonanze a distanza nel tempo, sono state seminate da Oronzo Liuzzi miriadi di vicinanze nello spazio, con collaborazioni sempre capaci di reinventare la propria scrittura, lasciando un segno sempre capace di auscultare il cuore pulsante della ricerca. Ciò testimonia uno dei caratteri, a questo punto forse il più importante, della poesia di Oronzo Liuzzi, la tensione della scoperta di un nuovo linguaggio, mutevole, capace di esplorare poeticamente i confini della nostra umanità. È il motivo da cui proviene il titolo di questa raccolta, “Non Stop”, a indicare un Poeta che ha composto nel dialogo la direzione di un movimento incessante.” (Dal saggio di Luciano Pagano). Il volume, edito nella collana poesia di Musicaos Editore, entrerà in distribuzione dall’ultima settimana di luglio e potrà essere acquistato in libreria o in rete, su tutti i siti dedicati all’editoria e ai libri.

Oronzo Liuzzi (Fasano, BR, 1949), vive a Corato (BA). Laureato in Filosofia Estetica all’Università di Bari, è artista poliedrico, poeta e performer. Ha esposto in numerosi musei e gallerie nazionali e internazionali e in varie edizioni della Biennale di Venezia. Ha pubblicato: L’assoluta realtà (Firenze 1971); Poesie (Albatros, 1975); Teresa/Attunico (Schena, 1977); Poesie (Albatros, 1977); Mio figlio è l’albero (narrativa, Gabrieli, 1979); Bio (Tracce, 1987); Ronz (Campanotto, 1989); Canzone antica (micronarrativa, Pensionante dè Saraceni, 1990); Plexi (Campanotto, 1997); Nuvole di gomma (Riccardi, 2001); Poesie (1972-1977) (Riccardi, 2002); L’albero della vita (Portofranco, 2003); Chat_Poesie (Spazioikonos, 2004); Pensieri in_transito (Fermenti, 2006); Poesia Povera (SECOP, 2009); Via dei barbari (L’Arca Felice, 2009); Io e Caravaggio (SECOP, 2010); Una nuova storia d’amore (narrativa, Tracce, 2011); Poesie invisibili (SECOP, 2012); In Odissea visione (puntoacapo, 2012), Condivido (puntoacapo, 2014); E mentre l’arte… (CFR Edizioni, 2014); dna (EUREKA Edizioni, 2015); Lettera dal mare (Oèdipus, 2018, finalista al 33° Premio Lorenzo Montano); eccomi: il sacrificio di Isacco (Oèdipus, 2020); Mutomutas (Musicaos Editore, 2020). 

 “Non Stop. Poesie (1970-2020)”, Oronzo Liuzzi Collana Poesia, 32 | Formato 127x203 mm, pagine 170, euro 13, 

ISBN 9791280202208 

Con un saggio di Luciano Pagano Musicaos Editore 

www.musicaos.org | info@musicaos.it

Commenti

Post popolari in questo blog

📰 Segnalazioni in Primo Piano: ‍A MARATEALE IN ARRIVO NANCY BRILLI, LUCIA OCONE, CINZIA TH TORRINI E GIOVANNI ALLEVI

Nancy Brilli, Lucia Ocone e Cinzia TH Torrini riceveranno un riconoscimento nel corso della tredicesima edizione di “Marateale - Premio internazionale Basilicata”, che si terrà dal 27 al 31 luglio nella splendida location dell’hotel Santa Venere a Maratea. Per le due attrici, Brilli e Ocone, si tratta della prima volta alla Marateale, dove verranno premiate per la loro lunga e trasversale carriera mentre per la regista Cinzia TH Torrini si tratta di un gradito ritorno. “Sono felice che Lucia Ocone e Nancy Brilli abbiano accettato il nostro invito, perché noi di Marateale ci teniamo a premiarle per il loro essere così camaleontiche, visto che da anni riescono a ricoprire con disinvoltura sia ruoli divertenti che drammatici con eguale credibilità in film e fiction di enorme successo” dichiara Antonella Caramia, presidente dell'associazione Cinema Mediterraneo che organizza la kermesse, che aggiunge: “A completare questo tris di donne c’è Cinzia TH Torrini, amica di vecchia data dell

‍📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Rionero in Vulture senza cinema e teatro, dopo 150 anni

Una comunità, senza una sua piazza-agorà e senza un teatro, annienta ed annichilisce una storia che ha quasi tre millenni, ed è indegna di chiamarsi tale. Non è comunità, ma congerie irrilevante di case e di abitanti. E’ l’amara considerazione che scaturisce all’interno comunità di Rionero in Vulture, che da quasi un decennio non ha più un suo cinema né teatro. Nonostante tutto, il CineClub “De Sica” Cinit - che abbiamo fondato da quasi un trentennio - non smette le proprie attività di cultura cinematografica, compiendone almeno una quarantina ogni anno, non solo nella città fondativa. Si utilizzano sale di “fortuna” (centro Anziani, giovanile parrocchiale) adibendole alla bisogna, oppure realizzando proiezioni in arene d’estate (come a Monticchio) o in atri storici (Giardino palazzo Fortunato). “Portatori sani di bellezza” definisce il sociologo De Masi chi diffonde cultura. 

📕 Autori: Madonna del Carmelo... preghiera in versi di Vito Coviello

16 luglio, Madonna del carmelo...   madonna mia,  madre mia divina,  tu dall'alto del mondo ci proteggi tutti,  tu dall'alto del monte proteggi noi lucani,  tu dalla civitas sei di Matera patrona,  tu, agli aviglianesi tanto cara,  dal sacro monte proteggi il popolo tutto,  che in te confida,  nostra celeste mediatrice  verso il Signore padre nostro.  Madonna mia, madre mia,  ti chiameranno Bruna,  ti chiamerranno Annunziata, Addolorata ed Assunta,  ma per me,  nato alle pendici del Carmelo  e sotto il tuo mantosei la madonna del Carmine  protettrice di tutti gli aviglianesi nel mondo.  Maronna mia oggi, 16 luglio,  come da sempre,  le nostre mamme terrene,  a te vengono, a piedi scalzi,  e con in testa il cinto di candele  e fiori addobbati,  per rinnovare il patto  e mettere noi tutti sotto il tuo manto addobato di stelle.....   Vito Coviello,