Passa ai contenuti principali

📰 Segnalazioni in Primo Piano: Ischia Film Festival, i numeri della 19esima edizione: boom social, più di 1700 spettatori dal vivo

Un grande successo sui social network, con numeri significativi, e la palma di primo festival a riportare ospiti internazionali in presenza, uno su tutti il pluripremiato Oliver Stone. Il segreto è un lavoro che dura un anno intero con una selezione che ha sommato alle 485 opere iscritte attraverso FilmFreeway da 51 Paesi del mondo, le oltre 500 visionate dal qualificato comitato di selezione, nei maggiori festival internazionali. Il programma definitivo ha visto 81 opere selezionate, di cui 48 in anteprima, con 3708 minuti totali di programmazione in presenza in un contesto esclusivo ed elegante qual è il Castello Aragonese di Ischia. 39 gli incontri con autori e talents, condotti da critici di riconosciuto valore tra i quali Gianni Canova, nel corso degli 8 giorni di programmazione. I 1705 biglietti venduti, nonostante le riduzioni di posti per il distanziamento sociale, sottolineano il ritrovato abbraccio tra pubblico e professionisti del cinema. La piattaforma online del festival, realizzata in assoluta autonomia, ha visto una programmazione di 2513 minuti tra cortometraggi e lungometraggi, a beneficio di 2560 utenti per un totale di 25.140 visualizzazioni con un pubblico internazionale proveniente da 94 differenti Paesi. E sui social l’Ischia Film Festival continua a confermarsi un prodotto particolarmente seguito: con 108.385 follower, la pagina Facebook ufficiale ha registrato un aumento del 75% dei “mi piace” e addirittura del 692,3% delle visualizzazioni nel periodo compreso tra il 24 giugno e il 20 luglio, con un incremento del 679% delle interazioni. Anche il profilo Instagram del Festival ha registrato aumenti consistenti, con il +8% dei follower circa 30,4 mila account raggiunti con un +204% di visite sul profilo, dati che fotografano un gradimento importante del concorso da parte delle nuove generazioni soprattutto tra i 18 e i 34 anni. La rassegna stampa di questa edizione ha visto 11 passaggi televisivi nazionali, quasi 100 articoli su carta stampata ed oltre 350 sul web. “Non possiamo che dirci più che soddisfatti del risultato, ottenuto in condizioni di massima sicurezza. – sottolinea l’ideatore e direttore del Festival, Michelangelo Messina – Partendo da questi numeri ci prepariamo al ventennale del 2022, con ospiti internazionali, puntando sempre su un cinema che abbia la capacità di raccontare l’identità culturale dei luoghi scelti per le riprese”.

Commenti

Post popolari in questo blog

📰 Segnalazioni in primo Piano: La Natura Lucana nelle mani dell’Artista Debora Di Lucca prende vita.

Debora Di Lucca il Maestro Internazionale d’Arte, nata a Milano e di origini Lucane. Basilicata, conosciuta in tutto il Mondo per la sua Storica e anche patrimonio UNESCO, Matera, la Città scavata nella roccia, per le Dolomiti Lucane, il noto “paesaggio lunare” e non da ultimo il meraviglioso e cristallino Mar Ionio. Tante le dimostrazioni della creatività del Maestro, dall’esposizione al Campidoglio, all’invito come Madrina nella bellissima città di Fondi con l’apertura alla biennale, poi non dimentichiamoci, le ultime due Mostre a Roma in Ottobre, dal nome “Ars et Materia”, la prima esposizione presso “Lo Stadio di Domiziano” uno dei siti Archeologici più esclusivi di Roma e del Mondo, una delle 7 Meraviglie della Roma imperiale. Patrimonio UNESCO, immediatamente dopo la stessa esposizione personale “Ars et Materia” la vede protagonista così presso la sede romana del “Parlamento Europeo”. L’ultima partecipazione dell’anno 2021 è il “Premio Vittorio Sgarbi”, dove è riuscita a farsi ap

TRACCE di Rocco Brancati: ANTONIO CAMPAGNA

(Castelmezzano 31 dicembre 1884 - New York 8 maggio 1969) Fu un "caso" più unico che raro nella storia dell'emigrazione italiana. Anthony (Antonio) Campagna il 31 marzo del 1930 ottenne dal re Vittorio Emanuele III, "motu proprio"(di propria iniziativa), il titolo di conte trasmissibile per linea maschile. La rivista di cultura, propaganda e difesa italiana in America commentò: "L'esempio dell'uomo nuovo dell'Italia nuova, intenso a superare ogni giorno se stesso in uno sforzo continuo di creazione e di perfezione, ci è dato a questo figliuolo della Basilicata.

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Fondato il Cultural Associations Persepolis

Per iniziativa del lucano CineClub “Vittorio De Sica” Cinit – presieduto da Armando Lostaglio – è stato fondato a Como il Persepolis Cultural Associations . Un bel traguardo per gli operatori culturali dell’Iran che operano in Italia, con salde radici nel lontano Paese. L’Associazione si attiva, infatti, con lo scopo di presentare la cultura iraniana in Italia (concentrandosi per lo più in Lombardia) ed è impegnata a mettere insieme un gruppo di intellettuali iraniani e italiani per organizzare il festival cinematografico iraniano in uno stile alquanto originale. Ad esso sia affiancano altre attività artistiche e di promozione dei prodotti di qualità. A presiedere il sodalizio è Reza Nouri, professionista che opera a Como, mentre Laleh Esfandiari è la vicepresidente. Segretario è Mohammad Ashouri; fra i fondatori del Persepolis sono la regista Lia Beltrami e il critico Armando Lostaglio del CineClub “De Sica”, il quale ha fortemente voluto che la nuova Associazione int