Passa ai contenuti principali

📰 Segnalazioni in Primo Piano: DONATO CATANO E’ IL PRIMO RE DELLO SLALOM “CITTA’ DI MONTE SANT’ANGELO”


In una giornata tra nuvole e sole, sulla celebre Strada Provinciale 55 di Foggia, meglio nota nel mondo sportivo come la “Macchia-Monte Sant’Angelo”, e lungo i suoi mitici tornanti che si affacciano sul Golfo di Manfredonia, il molisano Donato Catano, al volante di una A 112 Elegant, ha vinto la prima edizione dello Slalom “Città di Monte Sant’Angelo”, organizzato dalla scuderia Tecno Motor Racing Team in collaborazione con Gargano Racing e con il patrocinio del Comune di Monte Sant’Angelo. “ E’ un percorso stimolante e la location è bellissima- ha dichiarato il pilota della Campobasso Corse subito dopo la vittoria- L’organizzazione è stata perfetta e l’auto ha reso bene con le modifiche apportate. Come in tutte le gare, c’è stato anche quel pizzico di fortuna che serve per vincere. L’anno prossimo vorrò fare ancora meglio”. Dietro di lui, non di molto, ed al secondo posto assoluto, con un definitivo di 178, 32 punti contro i 176,92 del vincitore, è il pilota locale Pietro Azzarone, al debutto su Radical SR4: “Ho corso una gara in crescendo. Se avessi corso altre due manche, chissà...magari lo avrei superato. Vedremo il prossimo anno – ha commentato simpaticamente il vice presidente della Gargano Racing -. E’ stato emozionante tornare su questa strada e, soprattutto per un rallysta come me, in questa disciplina che mi ha riportato alle sensazioni speciali di tanti anni fa, ai tempi della mitica cronoscalata. Sia Catano che Azzarone, probabilmente nel tentativo di osare nell’ultimo assalto, hanno preso un birillo in gara 3, potendo contare sul miglior tempo rispettivamente in prima e seconda manche. Sale sul terzo gradino del podio, più distante dai battistrada il portacolori della scuderia Progetto Corsa Giuseppe Palumbo, a bordo di una Viali 1400. Conclude con un ottimo quarto piazzamento assoluto e primo in gruppo A, il pilota locale Francesco Troiano, su Skoda Fabia seguito da Fabrizio La Porta (Fiat 126 Bis). Due vetture di gruppo A in quinta e sesta posizione della graduatoria assoluta, la Skoda Fabia di Raffaele Vincenzo Troiano e la Renault Clio Williams di Giuseppe Bergantino. Con il solo primo passaggio valido e non partito nelle altre due prove, Attilio Bruni Di Gioia ha portato in carniere la settima posizione, al volante di una Fiat 126. Concludono la top ten i piloti di casa Gargano Racing Libero Simone, su Peugeot 206, e Matteo Bove, su A 112. Dodicesima posizione assoluta per il rappresentante in E1 Italia Domenico Romano, su Renault 5 GT Turbo. Nella Speciale, il successo è andato ad Antonio Rinaldi, su Citroen Saxo Vts, quattordicesimo assoluto. Primo di gruppo N, il pilota locale Pasquale Stilla, su Renault Clio. Il protagonista in Racing Start è Silvestro De Mola, su Citroen Saxo Vts, in ADB Elmo Iacoviello, su A112, in RS Plus, Giuseppe Fragassi, su Renault Clio. Giuseppe De Palo, su Fiat 126, si è aggiudicata la ledership in HST. Nella gara di regolarità per vetture moderne e storiche, hanno dominato Francesco Di Maio, su Opel GT, in GR1, ed Antonello Fatica, su Mini Cooper, in Gruppo 2. I risultati e altre informazioni sono disponibili sul sito www.garganoracingteam.it

Commenti

Post popolari in questo blog

📰 Segnalazioni in primo Piano: La Natura Lucana nelle mani dell’Artista Debora Di Lucca prende vita.

Debora Di Lucca il Maestro Internazionale d’Arte, nata a Milano e di origini Lucane. Basilicata, conosciuta in tutto il Mondo per la sua Storica e anche patrimonio UNESCO, Matera, la Città scavata nella roccia, per le Dolomiti Lucane, il noto “paesaggio lunare” e non da ultimo il meraviglioso e cristallino Mar Ionio. Tante le dimostrazioni della creatività del Maestro, dall’esposizione al Campidoglio, all’invito come Madrina nella bellissima città di Fondi con l’apertura alla biennale, poi non dimentichiamoci, le ultime due Mostre a Roma in Ottobre, dal nome “Ars et Materia”, la prima esposizione presso “Lo Stadio di Domiziano” uno dei siti Archeologici più esclusivi di Roma e del Mondo, una delle 7 Meraviglie della Roma imperiale. Patrimonio UNESCO, immediatamente dopo la stessa esposizione personale “Ars et Materia” la vede protagonista così presso la sede romana del “Parlamento Europeo”. L’ultima partecipazione dell’anno 2021 è il “Premio Vittorio Sgarbi”, dove è riuscita a farsi ap

TRACCE di Rocco Brancati: ANTONIO CAMPAGNA

(Castelmezzano 31 dicembre 1884 - New York 8 maggio 1969) Fu un "caso" più unico che raro nella storia dell'emigrazione italiana. Anthony (Antonio) Campagna il 31 marzo del 1930 ottenne dal re Vittorio Emanuele III, "motu proprio"(di propria iniziativa), il titolo di conte trasmissibile per linea maschile. La rivista di cultura, propaganda e difesa italiana in America commentò: "L'esempio dell'uomo nuovo dell'Italia nuova, intenso a superare ogni giorno se stesso in uno sforzo continuo di creazione e di perfezione, ci è dato a questo figliuolo della Basilicata.

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Fondato il Cultural Associations Persepolis

Per iniziativa del lucano CineClub “Vittorio De Sica” Cinit – presieduto da Armando Lostaglio – è stato fondato a Como il Persepolis Cultural Associations . Un bel traguardo per gli operatori culturali dell’Iran che operano in Italia, con salde radici nel lontano Paese. L’Associazione si attiva, infatti, con lo scopo di presentare la cultura iraniana in Italia (concentrandosi per lo più in Lombardia) ed è impegnata a mettere insieme un gruppo di intellettuali iraniani e italiani per organizzare il festival cinematografico iraniano in uno stile alquanto originale. Ad esso sia affiancano altre attività artistiche e di promozione dei prodotti di qualità. A presiedere il sodalizio è Reza Nouri, professionista che opera a Como, mentre Laleh Esfandiari è la vicepresidente. Segretario è Mohammad Ashouri; fra i fondatori del Persepolis sono la regista Lia Beltrami e il critico Armando Lostaglio del CineClub “De Sica”, il quale ha fortemente voluto che la nuova Associazione int