Passa ai contenuti principali

🎥 Editoriale: Matera. 35° Anniversario Comitato regionale Pro Loco Unpli Basilicata

 

30 Ottobre 2021. Cerimonia 35° Anniversario Comitato regionale Pro Loco Unpli Basilicata 1986 - 2021 BASILICATA: PRO LOCO, VOLONTARI, TRA IDENTITÀ E CULTURA DEL TERRITORIO Un evento emozionante e ricco di spunti quello proposto dal Comitato Pro Loco Unpli Basilicata Aps, domenica a Matera nell’Auditorium "R. Gervasio". La manifestazione, realizzata grazie all'ospitalità del Comune Matera rappresentato dall' Assessora alla Cultura Tiziana D'Oppido e della Pro Loco Matera presieduta da Claudio Rospi, per celebrare i trentacinque anni dal primo Comitato regionale formalizzato il 13 Giugno 1986 a Monticchio Laghi (Pz) sotto l’egida della Regione Basilicata. L’evento è stato presieduto da Rocco Franciosa, Presidente Pro Loco Unpli Basilicata e dal Direttore generale Apt Basilicata Antonio Nicoletti e realizzato con il prezioso sostegno della BCC Basilicata, della società iInformatica ideatrice del Lucanum – Il Gioco della Basilicata e della Fidas donatori sangue Basilicata. Un momento toccante è stato quello della consegna degli "Attestati di Onorificenza" ai soci fondatori: Alagia Giuseppe (Pro Loco Lagonegro), Albano Bruno (Pro Loco Pignola), Cacciatore Franco (Pro Loco Melfi), Canora Vincenzo (Pro Loco Accettura), D’Alessandro Elvira (Pro Loco Sant’Arcangelo), D’Elicio Antonio (Pro Loco Montescaglioso), Gioia Franco (Pro Loco Castelluccio Inferiore), Manolio Armando (Pro Loco Colobraro), Masiello Donato (Pro Loco Lavello), Sisto Pasquale (Pro Loco Pisticci), Varasano Attilio (Pro Loco Nova Siri), Votta Tommaso (Pro Loco Villa d’Agri) e Gerardo Cripezzi (Pro Loco Ripacandida). «Una cerimonia doverosa - afferma Rocco Franciosa presidente Pro Loco Unpli Basilicata – per gratificare chi ha fatto grande la nostra terra con la sua intuizione, il suo impegno e la sua determinazione. La pubblicazione dedicata alla memoria di Bruno Albano e Antonio D’Elicio rappresenta un tassello importante per noi che dobbiamo tanto a queste due figure e ai soci fondatori. La Basilicata è cambiata in meglio dal 1986, Matera è ormai un faro del turismo, i piccoli borghi e il turismo di prossimità si stanno sviluppando a macchia d’olio. 35 anni di consapevolezze – conclude Franciosa - di eredità e coesione territoriale, sempre con un occhio al futuro, sempre con uno sguardo rivolto alle giovani generazioni». Il centro del dibattito ha visto la presentazione della pubblicazione, curata dal Presidente Franciosa con la preziosa collaborazione dell’addetta di segreteria Eufemia Telesca, edita da Grafiche Castellano, dedicata alla memoria di Bruno Albano e Antonio D'Elicio soci fondatori e primi Presidenti che insieme a tanti dirigenti hanno contribuito alla crescita dell’Unpli e delle Pro Loco. Sono stati inoltre consegnati gli attestati di riconoscimento alla memoria dei dirigenti regionali Rocco Brancati, già Presidente onorario Pro Loco Pignola e Presidente Commissione Premi Unpli Basilicata, Rocco Truncellito giàPresidente Pro Loco Valsinni e di Felice Russillo già Presidente Pro Loco Picerno. All'evento realizzato con il supporto organizzativo dei Volontari Open Culture 2019 e Associazione Nazionale Polizia di Stato Matera, moderato dalla giornalista Anna Giammetta, sono intervenuti Monsignor Giuseppe Antonio Caiazzo, Arcivescovo dell'Arcidiocesi Matera - Irsina, il suo intervento intenso ha aperto la seduta: «Encomiabile l’abnegazione di chi fa volontariato – afferma - di chi dedica il proprio tempo per un bene superiore, per la valorizzazione della propria terra». Sono seguiti inoltre gli interventi di Rocco Lauciello Presidente Unpli Puglia, Tony Lucido Presidente Unpli Campania, Pierfranco De Marco Consigliere Nazionale Unpli, Vito Santarcangelo Amministratore iInformatica, Fabio Amendolara referente Bcc Basilicata, Pancrazio Toscano Presidente Fidas Basiliacata, Leonardo Braico Presidente Gal start 2020, Giuseppe Salluce Portavoce Forum Terzo Settore Basilicata, Giuseppe Ciarfaglia consigliere Ente Parco Nazionale del Pollino - Federparchi e Pietro Zienna dirigente Alsia Basilicata. La cerimonia si è conclusa con la consegna a tutti i Presidenti delle Pro Loco presenti di Accettura, Acerenza, Barile, Bella, Bernalda, Brienza, Cancellara, Cirigliano, Matera, Corleto Perticara, Filiano, Forenza, Grumento Nova, Latronico, Maratea, Missanello, Moliterno, Montalbano Jonico, Montescaglioso, Nova Siri, Oliveto Lucano, Paterno, Pignola, Pisticci, Pomarico, Potenza, Rapone, Rionero in Vulture, Ripacandida, Rotondella, San Costantino Albanese, Sant’Arcangelo, Scanzano Jonico, Spinoso, Trivigno, Tursi, Valsinni, Viggiano, Villa d’Agri, dell'attestato di benemerenza per l'impegno costante nella promozione e salvaguardia del patrimonio culturale materiale e immateriale dei borghi lucani.

Commenti

Post popolari in questo blog

📷 Servizi Fotografici: Pro-Loco Ruvo del Monte. Presentazione del libro "L'Angolo di Armando" (13 Novembre 2021)

 

📰 Appuntamenti in primo Piano: 4^ Edizione DiVini Libri Chiacchierata con l'Autore - Città di Eboli. Presentazione del libro “Il Monolite” di Paolo Itri

Eboli . Il 13 novembre, alle ore 18:00, presso Bistrot Patù, ci sarà la presentazione del libro “Il Monolite – Storie di camorra di un giudice Antimafia”, edito dalla casa editrice Piemme, nell'ambito della Rassegna Letteraria DiVini Libri Chiacchierata con l'Autore. L'autore Poalo Itri, di origine Cilentane, nel suo libro ci racconta, attraverso le sue esperienze lavorative da magistrato, di quanto la Camorra può essere pericolosa. Il Palazzo di Giustizia napoletano è il più grande d'Italia, e probabilmente del mondo. Dopo anni trascorsi tra le sue mura, per il giudice Paolo Itri l'impressione è ancora quella di trovarsi di fronte al «monolite» di 2001. Odissea nello spazio. Un caos labirintico in cui ogni giorno si scrivono nuove pagine della tragedia e della commedia umana, un avamposto da cui Itri, con gli altri magistrati della Direzione distrettuale antimafia di Napoli, ha condotto per lungo tempo la tormentata battaglia dello Stato contro la camorra

📰 Appuntamenti in primo Piano: LA CANTATA DEL CAFFÈ (KAFFEEKANTATE) DI J.S. BACH CONCERTO ACCADEMIA DUCALE CENTRO STUDI MUSICALI

Domenica il 21 novembre alle ore 16.00 a Pietragalla, presso il Salone del Palazzo Ducale, l’Accademia Ducale centro studi musicali propone al pubblico quella che viene definita una delle testimonianze più vivaci della vocalità profana di J.S. Bach, animata da una vena comica e da una grande capacità di penetrazione psicologica: La cantata del caffè (Kaffeekantate). È la divertente storia di un padre brontolone e conservatore, Schlendrian, interpretata da Carmine Giordano (basso) e della sua figlia ribelle Liesgen, interpretata dal soprano Filomena Solimando, a cui vorrebbe impedire di bere il caffè, la “diabolica bevanda”. Al tenore, Yoosang Yoon, spetta il compito di introdurre la scena e fare da narratore. Nella versione proposta dall’Accademia Ducale ai cantanti, che si esprimono in lingua tedesca, sono affiancati degli attori che interpreteranno a loro volta i personaggi, per rendere ancor più fruibile e divertente la cantata: Nicole Millo (Liesgen), Antonio Rom