Passa ai contenuti principali

📰 Appuntamenti in Primo Piano: Scismi Indivisi: l'arte del Lucano Antonio Bruscella di scena a Gravina

Avrà luogo mercoledì 8 dicembre 2021 alle ore 18, l’official start della personale di pittura dell'artista Lucano Antonio Bruscella, il tutto nella suggestiva cornice del Museo Civico di Gravina in Puglia che ospiterà la kermesse fino a sabato 8 gennaio 2022. L'evento non a caso vede Gravina in Puglia come luogo ideale per un’ottimale espressione di intima essenza, che nasce da un'esigenza da parte dell'artista di chiudere un ciclo, intrapreso con l'inizio della pandemia e durato circa un biennio. Improvvisamente a partire dall'inizio del 2020 tutte le forme di arte si sono trovate nella costrizione di rimanere al chiuso, fra le mura dei laboratori, senza la possibilità di mostrarsi alla vista dello spettatore interessato, quindi in una dimensione paradossale di controsenso. D'altro canto, però, questa condizione di forzata prigionia ha fortemente stimolato gli artisti e la loro produzione, aprendoli ad una dimensione nuova del pensiero e dunque del fare arte. In un vasto comprensorio territoriale Gravina in Puglia, erede di un testamento storico millenario, incarna al massimo grado il rapporto tra gli eventi e l'uomo, tra quest'ultimo e le discipline archeologiche. Ed è questa forse la chiave di lettura più profonda che vede l’artista e archeologo Antonio Bruscella profondamente legato a questo ambito di ricerca, che trova nella città di Gravina e nel suo territorio la sua espressione più completa. In secondo luogo questa mostra vuole porre qui a Gravina in Puglia, centro culturalmente molto attivo e ricco di energie sommerse, qualche quesito che riguarda in generale il fenomeno dell’arte: le classiche speculazioni estetico-filosofiche in campo artistico sono possibili di fronte ad un’opera assolutamente anonima? Un prodotto d’arte può essere tale anche se spoglio di qualsiasi riferimento all’autore? E’ infine possibile rinunciare al nome, al curriculum e agli accreditati percorsi formativi e storico identitari che solitamente caratterizzano il successo di un artista? Forse rimarranno solo domande senza risposta nel mentre di una esposizione che vuole porsi come piccolo, ma significativo passo verso nuove proposte che faranno di questa città una terra di profondo anelito verso l'arte contemporanea. Una città storica che ha saputo accogliere nel suo grembo opere così moderne come quelle proposte in questa esposizione, così diverse eppure ben integrate nella sua unica e incantevole ambientazione.

Commenti

Post popolari in questo blog

📰 Segnalazioni in primo Piano: La Natura Lucana nelle mani dell’Artista Debora Di Lucca prende vita.

Debora Di Lucca il Maestro Internazionale d’Arte, nata a Milano e di origini Lucane. Basilicata, conosciuta in tutto il Mondo per la sua Storica e anche patrimonio UNESCO, Matera, la Città scavata nella roccia, per le Dolomiti Lucane, il noto “paesaggio lunare” e non da ultimo il meraviglioso e cristallino Mar Ionio. Tante le dimostrazioni della creatività del Maestro, dall’esposizione al Campidoglio, all’invito come Madrina nella bellissima città di Fondi con l’apertura alla biennale, poi non dimentichiamoci, le ultime due Mostre a Roma in Ottobre, dal nome “Ars et Materia”, la prima esposizione presso “Lo Stadio di Domiziano” uno dei siti Archeologici più esclusivi di Roma e del Mondo, una delle 7 Meraviglie della Roma imperiale. Patrimonio UNESCO, immediatamente dopo la stessa esposizione personale “Ars et Materia” la vede protagonista così presso la sede romana del “Parlamento Europeo”. L’ultima partecipazione dell’anno 2021 è il “Premio Vittorio Sgarbi”, dove è riuscita a farsi ap

TRACCE di Rocco Brancati: ANTONIO CAMPAGNA

(Castelmezzano 31 dicembre 1884 - New York 8 maggio 1969) Fu un "caso" più unico che raro nella storia dell'emigrazione italiana. Anthony (Antonio) Campagna il 31 marzo del 1930 ottenne dal re Vittorio Emanuele III, "motu proprio"(di propria iniziativa), il titolo di conte trasmissibile per linea maschile. La rivista di cultura, propaganda e difesa italiana in America commentò: "L'esempio dell'uomo nuovo dell'Italia nuova, intenso a superare ogni giorno se stesso in uno sforzo continuo di creazione e di perfezione, ci è dato a questo figliuolo della Basilicata.

📰 Schermi Riflessi di Armando Lostaglio: Fondato il Cultural Associations Persepolis

Per iniziativa del lucano CineClub “Vittorio De Sica” Cinit – presieduto da Armando Lostaglio – è stato fondato a Como il Persepolis Cultural Associations . Un bel traguardo per gli operatori culturali dell’Iran che operano in Italia, con salde radici nel lontano Paese. L’Associazione si attiva, infatti, con lo scopo di presentare la cultura iraniana in Italia (concentrandosi per lo più in Lombardia) ed è impegnata a mettere insieme un gruppo di intellettuali iraniani e italiani per organizzare il festival cinematografico iraniano in uno stile alquanto originale. Ad esso sia affiancano altre attività artistiche e di promozione dei prodotti di qualità. A presiedere il sodalizio è Reza Nouri, professionista che opera a Como, mentre Laleh Esfandiari è la vicepresidente. Segretario è Mohammad Ashouri; fra i fondatori del Persepolis sono la regista Lia Beltrami e il critico Armando Lostaglio del CineClub “De Sica”, il quale ha fortemente voluto che la nuova Associazione int